D9_Codice_dell_ordinamento_militare_Vito_Poli_Fausto_Bassetta_copertina_400x560
Fausto Bassetta, Vito Poli

CODICE DELL’ORDINAMENTO MILITARE

56,00

Indice              Abstract

 

 

Descrizione

Il codice dell’ordinamento militare ed il t.u. regolamentare attuativo rappresentano il più tempestivo ed eccezionale intervento di riassetto realizzato in uno dei settori più delicati per la vita della nazione; specie se si tiene conto della assoluta complessità del previgente quadro normativo caratterizzato da un numero esorbitante di fonti ed articoli, nonché dalla loro stratificazione nel corso dei secoli (un certo numero di fonti risalivano all’800 e talune, tramite una catena di rinvii materiali, agli stati preunitari).

Questa ottava edizione, coordinata e annotata con la giurisprudenza della Corte costituzionale e da una serie di note che consentono al lettore di avere immediatamente il riferimento esatto alle norme rinviate e a quelle esterne al codice, ma pertinenti all’ordinamento militare, registra le ultime novità introdotte dagli interventi correttivi in materia di riordino dei ruoli, dalla decretazione d’urgenza e dai provvedimenti finanziari.

***

Contenuti dell’Opera

Indice sommario
Codice dell’Ordinamento militare
Organizzazione e funzioni
Beni       
Amministrazione e contabilità                    
Personale militare  
Personale civile e personale ausiliario delle Forze armate      
Trattamento economico, assistenza e benessere             
Trattamento previdenziale e per le invalidità di
Servizio militare e servizio degli obiettori di coscienza in tempo di guerra o di grave crisi internazionale     
Disposizioni di coordinamento, transitorie e finali            
Testo Unico delle disposizioni regolamentari in materia di Ordinamento militare
Organizzazione e funzioni
Beni       
Amministrazione e contabilità                   
Personale militare  
Personale civile e personale ausiliario delle Forze armate        
Procedimenti amministrativi e trattamento dei dati personali       
Trattamento previdenziale e per le invalidità di servizio     
Servizio militare e servizio degli obiettori di coscienza in tempo di guerra o di grave crisi internazionale   
Disposizioni di coordinamento, transitorie e finali            
Codice dell’Ordinamento militare
DISPOSIZIONI PRELIMINARI                   
Art. 1. Oggetto e ambito di applicazione
CONSIGLIO SUPREMO DI DIFESA                
Art. 2. Attribuzioni del Consiglio supremo di difesa                 
Art. 3. Componenti di diritto    
Art. 4. Componenti eventuali   
Art. 5. Organi ausiliari       
Art. 6. Segretario del Consiglio    
Art. 7. Ufficio di segreteria     
Art. 8. Riunioni         
Art. 9. Regolamento di organizzazione e funzionamento               
AMMINISTRAZIONE DELLA DIFESA              
MINISTRO DELLA DIFESA 
Art. 10. Attribuzioni del Ministro della difesa                    
Art. 11. Attribuzioni in materia di armamenti                    
Art. 12. Relazioni al Parlamento   
Art. 13. Attribuzioni ulteriori     
Art. 14. Uffici di diretta collaborazione con il Ministro e organismo indipendente di valutazione della performance        
Amministrazione centrale e periferica                  
Art. 15. Attribuzioni del Ministero della difesa                   
Art. 16. Ordinamento       
Art. 17. Servizio di assistenza spirituale
Art. 18. Commissario generale per le onoranze ai Caduti               
Art. 19. Circolo ufficiali delle Forze armate d’Italia                 
Art. 20. Enti vigilati        
Art. 21. Servizio di assistenza al volo 
Art. 22. Servizio di distruzione delle scorte di mine antipersona, armi chimiche e degli esplosivi non contrassegnati, nonché di bonifica da ordigni esplosivi residuati bellici        
Organi consultivi e commissioni di elevata specializzazione tecnica      
Art. 23. [Consiglio superiore delle Forze armate] (abrogato)           
Art. 24. Organi consultivi      
Art. 24-bis. Commissione interministeriale per l’espressione del parere sulle cause degli incidenti occorsi agli aeromobili di Stato e delle raccomandazioni ai fini di prevenzione      
AREA TECNICO OPERATIVA                   
Capo di Stato Maggiore della difesa                  
Art. 25. Configurazione della carica di Capo di stato maggiore della difesa        
Art. 26. Attribuzioni del Capo di stato maggiore della difesa             
Art. 27. Ordinamento dello Stato maggiore della difesa                
Organismi interforze   
Art. 28. Comitato dei Capi di stato maggiore delle Forze armate            
Art. 29. Comando operativo di vertice interforze                
Art. 30. Reparto informazioni e sicurezza dello Stato maggiore della difesa        
Art. 31. Comandi regione militare interforze                    
Capi di Stato Maggiore di Forza Armata e Comandante Generale dell’Arma dei carabinieri            
Art. 32. Configurazione delle cariche di Capo di stato maggiore di Forza armata e del Comandante generale dell’Arma dei carabinieri
Art. 33. Attribuzioni del Capo di stato maggiore di Forza armata e del Comandante generale dell’Arma dei carabinieri       
Art. 34. Ordinamento dello Stato maggiore di Forza armata e del Comando generale dell’Arma dei carabinieri           
Uffici degli addetti delle Forze Armate in servizio all’estero        
Art. 35. Addetti delle Forze armate in servizio all’estero               
Art. 36. Uffici degli addetti delle Forze armate in servizio all’estero           
Art. 37. Sicurezza degli uffici degli addetti militari all’estero             
Art. 38. Gestione del danaro e del materiale                   
Art. 39. Personale        
AREA TECNICO AMMINISTRATIVA                 
Segretario Generale della difesa                    
Art. 40. Configurazione della carica di Segretario generale della difesa        
Art. 41. Attribuzioni del Segretario generale della difesa               
Art. 42. Organi di supporto del Segretario generale della difesa             
Segretariato generale della difesa                   
Art. 43. Competenze del Segretariato generale della difesa           
Art. 44. Registro nazionale delle imprese
AREA TECNICO INDUSTRIALE                   
Art. 45. Stabilimenti e arsenali militari 
Art. 46. Direzione e struttura organizzativa degli stabilimenti e degli arsenali militari    
Art. 47. Classificazione degli enti   
Art. 48. Agenzia industrie difesa   
Art. 49. Enti dipendenti dai comandi e dagli ispettorati logistici di Forza armata     
Art. 50. Personale degli enti dipendenti dai comandi e dagli ispettorati logistici di Forza armata
Art. 51. Norme comuni agli enti dell’area tecnico-industriale            
GIUSTIZIA MILITARE
Ordinamento giudiziario militare                    
Art. 52. Magistrati militari      
Art. 53. Requisiti e criteri per il conferimento delle funzioni             
Art. 54. Tribunale militare      
Art. 55. Circoscrizioni territoriali   
Art. 56. Tribunale e Ufficio militare di sorveglianza                
Art. 57. Corte militare di appello   
Art. 58. Uffici del pubblico ministero                       
Art. 59. Ruolo organico dei magistrati militari                  
Consiglio della magistratura militare                  
Art. 60. Composizione del Consiglio della magistratura militare            
Art. 61. Principi generali in materia di attribuzioni e funzionamento del Consiglio della magistratura militare          
Art. 62. Attribuzioni generali del Consiglio della magistratura militare           
Art. 63. Attribuzioni del Consiglio in materia di assunzioni nella magistratura militare   
Art. 64. Attribuzioni del Consiglio in materia di conferimento di uffici direttivi e valutazione per la nomina          
Art. 65. Attribuzioni del Consiglio in materia di ispezioni               
Art. 66. Attribuzioni del presidente e del vice presidente               
Art. 67. Disposizioni in materia di procedimento disciplinare             
Art. 68. Stato giuridico del componente non togato                  
Art. 69. Elezioni del Consiglio della magistratura militare                
Art. 70. Inizio del funzionamento e cessazione del mandato del Consiglio       
Art. 71. Ufficio di segreteria del Consiglio                     
Art. 72. Applicabilità di norme previste per il Consiglio superiore della magistratura    
Disciplina del concorso in magistratura militare
Art. 73. Concorsi         
Art. 74. Concorso per esami     
Art. 75. Tirocinio e nomina      
Ordinamento penitenziario militare
Art. 76. Applicabilità delle disposizioni dell’ordinamento penitenziario comune      
Art. 77. Disposizioni interne di servizio per gli stabilimenti militari di pena        
Art. 78. Stabilimenti militari di pena  
Art. 79. Visite dei parlamentari    
Art. 80. Detenuti custoditi nelle carceri giudiziarie militari             
Art. 81. Separazione dei detenuti secondo il grado                   
Art. 82. Reclusori militari      
Art. 83. Degradazione       
Art. 84. Esercizio e pratiche di culto negli stabilimenti militari di pena          
Art. 85. Lavoro dei militari detenuti  
Art. 86. Cassa militare delle ammende 
FORZE ARMATE
DISPOSIZIONI COMUNI 
Disposizioni generali
Art. 87. Definizione     
Art. 88. Principi in materia di organizzazione                  
Art. 89. Compiti delle Forze armate 
Art. 90. Funzioni di polizia militare 
Art. 91. Funzioni di polizia giudiziaria militare                
Art. 92. Compiti ulteriori delle Forze armate                 
Art. 92-bis. Iniziative per la diffusione dei valori e della cultura militare fra i giovani 
Art. 93. Impiego particolare di contingenti di personale militare delle Forze armate   
Art. 94. Direzioni di amministrazione delle Forze armate            
Art. 95. Bande musicali       
Bandiere e onorificenze  
Art. 96. Bandiera della Repubblica italiana                   
Art. 97. Concessione della bandiera per le Forze armate e per i corpi ausiliari   
Art. 98. Concessione di una bandiera navale per la Marina militare e per la Marina mercantile 
Art. 99. Concessione di ricompense alle Forze armate              
ESERCITO ITALIANO                         
Art. 100. Istituzione e funzioni dell’Esercito italiano             
Art. 101. Organizzazione generale dell’Esercito italiano             
Art. 102. Organizzazione operativa dell’Esercito italiano             
Art. 103. Organizzazione territoriale dell’Esercito italiano           
Art. 104. Organizzazione formativa e addestrativa dell’Esercito italiano      
Art. 105. Organizzazione logistica dell’Esercito italiano            
Art. 106. Direzione di amministrazione dell’Esercito italiano          
Art. 107. Organizzazione per le infrastrutture dell’Esercito italiano        
Art. 108. Armi e Corpi dell’Esercito italiano               
Art. 109. Corpo degli ingegneri dell’Esercito italiano             
MARINA MILITARE 
Disposizioni per la marina militare               
Art. 110. Istituzione e funzioni della Marina militare             
Art. 111. Competenze particolari della Marina militare            
Art. 112. Organizzazione operativa della Marina militare           
Art. 113. Organizzazione logistica della Marina militare             
Art. 114. Servizio dei fari e del segnalamento marittimo della Marina militare     
Art. 115. Vigilanza in mare   
Art. 116. Organizzazione formativa della Marina militare             
Art. 117. Servizio idrografico della Marina militare                 
Art. 118. Corpi della Marina militare
Art. 119. Corpo di stato maggiore   
Art. 120. Corpo del genio della Marina 
Art. 121. [Corpo delle armi navali] (abrogato)                   
Art. 122. Corpo sanitario militare marittimo                    
Art. 123. Corpo di commissariato militare marittimo               
Art. 124. Organizzazione territoriale periferica della Marina militare           
Art. 125. Aviazione antisommergibile della Marina militare             
Art. 126. Reparti elicotteri della Marina militare                   
Art. 127. Utilizzo da parte della Marina militare di aerei imbarcati            
Art. 128. Attività di pilotaggio   
Art. 129. Studi e approvvigionamento della Marina militare             
Art. 130. Istituto per le telecomunicazioni e l’elettronica della Marina militare «Giancarlo Vallauri»
Art. 131. Direzione di amministrazione della Marina militare              
CORPO DELLE CAPITANERIE DI PORTO
Art. 132. Istituzione e funzioni militari del Corpo delle capitanerie di porto       
Art. 133. Comandante generale del Corpo delle capitanerie di porto          
Art. 134. Esercizio di funzioni dipendenti dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti   
Art. 135. Esercizio di funzioni dipendenti dal Ministero dell’ambiente, della tutela del territorio e del mare           
Art. 136. Esercizio di funzioni dipendenti dal Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali                
Art. 137. Esercizio di funzioni dipendenti da altri Ministeri               
Art. 138. Profili organizzativi e funzionali                    
AERONAUTICA MILITARE 
Art. 139. Istituzione e funzioni dell’Aeronautica militare                
Art. 140. Ispettorato per la sicurezza del volo                   
Art. 141. Ispettorato dell’Aviazione per la Marina militare               
Art. 142. Comando della squadra aerea  
Art. 143. Comando e controllo operativo delle Forze aeree               
Art. 144. Articolazione territoriale dell’Aeronautica militare             
Art. 145. Comando logistico dell’Aeronautica militare               
Art. 146. Comando delle scuole dell’Aeronautica militare              
Art. 147. Ruoli e Corpi dell’Aeronautica militare                   
Art. 148. Corpo del genio aeronautico                       
Art. 149. Corpo di commissariato aeronautico                    
Art. 150. Corpo sanitario aeronautico
Art. 151. Unità e comandi di volo dell’Aeronautica militare             
Art. 152. Aviazione antisommergibile dell’Aeronautica militare             
Art. 153. Reparti elicotteri delle altre Forze Armate                  
Art. 154. Direzione di amministrazione dell’Aeronautica militare          
ARMA DEI CARABINIERI  
Compiti e attribuzioni    
Art. 155. Istituzione e funzioni dell’Arma dei carabinieri              
Art. 156. Compiti militari dell’Arma dei carabinieri                  
Art. 157. Funzioni di polizia giudiziaria militare dell’Arma dei carabinieri         
Art. 158. Sicurezza delle rappresentanze diplomatiche e consolari e degli uffici degli addetti militari all’estero            
Art. 159. Compiti d’istituto dell’Arma dei carabinieri                 
Art. 160. Speciali compiti dell’Arma dei carabinieri                
Art. 161. Funzioni di polizia giudiziaria e sicurezza pubblica dell’Arma dei carabinieri    
Ordinamento       
Art. 162. Dipendenze dell’Arma dei carabinieri                  
Art. 163. Comandante generale dell’Arma dei carabinieri          
Art. 164. Attribuzioni del Comandante generale dell’Arma dei carabinieri in campo operativo, addestrativo e tecnico logistico 
Art. 165. Attribuzioni del Comandante generale in materia di reclutamento, stato, avanzamento e impiego          
Art. 166. Attribuzioni del Comandante generale in campo finanziario e amministrativo
Art. 167. Attribuzioni del Comandante generale in campo internazionale    
Art. 168. Attribuzioni del Vice comandante generale            
Art. 169. Articolazione dell’Arma dei carabinieri               
Art. 170. Comando generale dell’Arma dei carabinieri           
Art. 171. Direzione di amministrazione dell’Arma dei carabinieri       
Art. 172. Organizzazione addestrativa dell’Arma dei carabinieri         
Art. 173. Organizzazione territoriale dell’Arma dei carabinieri        
Art. 174. Organizzazione mobile e speciale dell’Arma dei carabinieri        
Art. 174-bis. Organizzazione per la tutela forestale, ambientale e agroalimentare 
Art. 175. Reparti e unità dell’Arma dei carabinieri per esigenze specifiche     
Art. 176. Organi di polizia militare dell’Arma dei carabinieri          
Art. 177. Procedure per l’istituzione e la soppressione di reparti dell’Arma dei carabinieri
Art. 178. Qualifiche di polizia giudiziaria
Art. 179. Qualifiche di pubblica sicurezza                 
Art. 179-bis. Sospensione delle qualifiche di polizia giudiziaria e di pubblica sicurezza
Art. 180. Disposizioni ulteriori in tema di organizzazione e servizio dell’Arma dei carabinieri
SANITÀ MILITARE
DISPOSIZIONI GENERALI 
Art. 181. Istituzione e funzioni del Servizio sanitario militare          
Art. 182. Rapporti con la legislazione in materia sanitaria e di igiene pubblica  
Art. 183. Rapporti con il servizio sanitario nazionale            
Art. 184. Tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro per le Forze armate 
Art. 185. Sicurezza nucleare e protezione sanitaria per l’amministrazione della difesa
Art. 186. Altre disposizioni in materia di tutela dei lavoratori          
Art. 187. Disposizioni tecniche attuative
ORGANIZZAZIONE 
Organi della sanità militare
Art. 188. Organi centrali 
Art. 189. Collegio medico-legale                         
Art. 190. Sezioni del collegio medico-legale                
Art. 191. Organi direttivi  
Art. 192. Commissioni mediche interforze                 
Art. 193. Commissioni mediche ospedaliere interforze di prima istanza       
Art. 194. Commissione medica interforze di seconda istanza          
Art. 195. Strutture sanitarie interforze
Art. 195-bis. Istituti di medicina aerospaziale dell’Aeronautica militare       
Art. 195-ter. Commissione sanitaria d’appello                 
Componenti ausiliarie delle Forze Armate della Croce Rossa Italiana 
Art. 196. Compiti in tempo di guerra, di grave crisi internazionale o di conflitto armato
Art. 197. Organizzazione dei servizi umanitari                 
ATTRIBUZIONI E SERVIZI
Attività delle commissioni mediche interforze           
Art. 198. Accertamento dell’idoneità al servizio e delle infermità da causa di servizio
Servizi medico-legali 
Art. 199. Attribuzioni medico-legali
Art. 200. Visite medico-legali
Art. 201. Modalità delle visite medico-legali                 
Servizi in materia di dipendenze                  
Art. 202. Centri di formazione e di informazione in materia di tossicodipendenze, alcoldipendenze e uso di sostanze dopanti   
Art. 203. Azione di prevenzione e accertamenti sanitari              
Art. 204. Rapporti con le strutture socio-sanitarie civili              
Altri servizi   
Art. 205. Servizio trasfusionale delle Forze armate                 
Art. 206. Servizio per le emergenze di salute pubblica                
Art. 206-bis. Profilassi vaccinale del personale militare             
Art. 207. Attività in materia di vaccinazioni                   
PERSONALE ADDETTO ALLA SANITÀ MILITARE           
Personale del servizio sanitario militare             
Art. 208. Categorie di personale 
Art. 209. Ufficiali medici    
Art. 210. Attività libero professionale del personale medico            
Esercizio delle professioni sanitarie              
Art. 211. Formazione continua
Art. 212. Requisiti per l’esercizio delle professioni sanitarie infermieristiche, ostetriche, riabilitative, tecnico-sanitarie e della prevenzione                
Art. 213. Speciali competenze del personale infermieristico e dei soccorritori militari  
ISTITUTI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE       
DISPOSIZIONI GENERALI
Art. 214. Individuazione degli istituti
Art. 215. Ordinamento e funzionamento degli istituti militari         
Art. 216. Altri enti e istituti di istruzione a carattere interforze e di Forza armata 
Art. 217. Collaborazione con le università                
SCUOLE MILITARI 
Art. 218. Finalità delle scuole militari
Art. 219. Corsi di studio delle scuole militari               
Art. 220. Ammissione alle scuole militari
ISTITUTI DI FORMAZIONE                      
Accademie militari 
Art. 221. Finalità delle Accademie militari                
Art. 222. Corsi di studio delle Accademie militari             
Art. 223. Ammissioni alle Accademie militari                   
Istituti militari di Istruzione Superiore per Ufficiali         
Art. 224. Finalità degli istituti militari di istruzione superiore          
Art. 225. Corsi di studio degli istituti militari di istruzione superiore         
Altre scuole     
Art. 226. Scuole per sottufficiali  
Art. 227. Corsi di studio e ammissioni delle scuole sottufficiali             
Art. 228. Scuole carabinieri      
Art. 229. Scuola allievi operai delle Forze armate                
LIBRO SECONDO
BENI
DISPOSIZIONI GENERALI                     
Art. 230. Categorie dei beni della Difesa – Rinvio ad altre fonti             
Art. 231. Demanio militare e demanio culturale in consegna alla Difesa          
Art. 232. Patrimonio indisponibile della Difesa                  
Art. 233. Individuazione delle opere destinate alla difesa nazionale a fini determinati   
Art. 234. Registri e inventari  
Art. 235. Disciplina del segreto su beni e attività militari. Rinvio        
SINGOLE CATEGORIE DI BENI MILITARI
OPERE PERMANENTI DI PROTEZIONE ANTIAEREA      
Art. 236. Opere permanenti di protezione antiaerea              
STRADE MILITARI, VEICOLI E PATENTI MILITARI, ESIGENZE MILITARI IN
RELAZIONE ALLA CIRCOLAZIONE STRADALE             
Art. 237. Strade militari ed esigenze militari in relazione alla circolazione stradale
PORTI E AEROPORTI MILITARI, NAVI E AEROMOBILI MILITARI  
Porti e aeroporti militari
Art. 238. Porti e aeroporti militari 
Navi militari e navi da guerra – Registro delle navi galleggianti in servizio governativo non commerciabile      
Art. 239. Navi militari e navi da guerra
Art. 240. Navi armate e navi in disponibilità              
Art. 241. Assegnazione delle unità navali
Art. 242. Radiazione dal ruolo del naviglio militare             
Art. 243. Iscrizione nel quadro del naviglio militare dello Stato di unità dell’Esercito italiano, dell’Aeronautica militare, dell’Arma dei carabinieri, del Corpo della Guardia di finanza e del
Corpo delle capitanerie di porto
Art. 244 Registro delle navi e galleggianti in servizio governativo non commerciale
Art. 245 Incendio su nave da guerra  
Aeromobili a pilotaggio remoto delle Forze Amate        
Art. 246. Nozione     
Art. 247. Autorizzazione e limiti all’impiego degli APR in dotazione alle Forze armate   
Art. 248. APR di peso inferiore a 20 chilogrammi                
Art. 248-bis. (abrogato)      
RIFUGI ALPINI
Art. 249. Rifugi alpini demaniali e rifugi alpini pubblici e privati di interesse della Difesa
CAPO V – CAMPI DI TIRO A SEGNO 
Art. 250. Campi e impianti di tiro a segno                   
Art. 251. Uso speciale e obbligatorio dei campi di tiro a segno – Quota di iscrizione   
CAPO VI – ZONE MONUMENTALI DI GUERRA, PATRIMONIO STORICO DELLA PRIMA
GUERRA MONDIALE, SEPOLCRETI DI GUERRA             
Zone monumentali di guerra
Art. 252. Individuazione delle zone monumentali di guerra              
Art. 253. Delimitazione delle zone monumentali di guerra            
Art. 254. Vigilanza e conservazione  
Patrimonio storico della prima guerra mondiale             
Art. 255. Attribuzioni del Ministero della difesa in materia di patrimonio storico della Prima guerra mondiale        
Artt. 256-264 (abrogati)  
Sepolcreti di guerra italiani
Art. 265. Nozione e qualificazione
Art. 266. Organi e uffici       
Art. 267. Competenze    
Art. 268. Contratti per le sepolture militari in Italia e all’estero           
Art. 269. Affidamento della sistemazione provvisoria delle salme ai comuni       
Art. 270. Localizzazione delle aree ed espropriazione                
Art. 271. Inventariazione e affidamento dei sepolcreti nel territorio nazionale   
Art. 272. Restituzione delle salme ai congiunti                   
Art. 273. Soppressione di cimiteri di guerra                   
Art. 274. Altre norme applicabili
Art. 275. Estensione della disciplina dei sepolcreti di guerra a sacrari nominati      
Cimiteri di guerra stranieri in Italia e cimiteri di guerra italiani all’estero 
Art. 276. Acquisto e manutenzione di aree cimiteriali per l’inumazione dei militari degli eserciti alleati in relazione alla Prima guerra mondiale                  
Art. 277. Salvezza di Trattati internazionali in materia di cimiteri di guerra      
ALLOGGI DI SERVIZIO
Alloggi di servizio di tipo economico                 
Art. 278. Disciplina applicabile    
Art. 279. Classificazione degli alloggi di servizio                  
Art. 280. Alloggi ASGC    
Art. 281. Alloggi ASI        
Art. 282. Alloggi ASIR       
Art. 283. Alloggi AST     
Art. 284. Alloggi APP e SLI     
Art. 285. Alloggi ASC   
Art. 286. Determinazione dei canoni  
Art. 287. Modalità di riscossione del canone e sua destinazione           
Art. 288. Altri oneri a carico del concessionario dell’alloggio             
Art. 289. Retta giornaliera      
Art. 290. Altre norme applicabili
Art. 291. Estensione della disciplina  
Art. 292. Assegnazione provvisoria di alloggi di servizio a personale di Forze armate estere
Art. 293. Disciplina transitoria per gli utenti di alloggi AST            
Art. 294. Norme di attuazione  
Criteri di classificazione e di assegnazione degli alloggi di servizio ai militari dell’Arma dei Carabinieri                            
Art. 295. Criteri di classificazione degli alloggi                  
Art. 296. Criteri di assegnazione degli alloggi e di determinazione del canone     
Alloggi di servizio connessi al nuovo modello delle Forze Armate     
Art. 297. Programma pluriennale per gli alloggi di servizio costituenti infrastrutture militari e opere destinate alla difesa nazionale  
Provvidenze in favore dei militari di carriera al fine dell’acquisto o locazione di alloggi           
Art. 298. Modalità inerenti il requisito della residenza                
Art. 299. Conservazione dei diritti in ordine ad alloggi di edilizia sovvenzionata in caso di trasferimento del militare ad altra sede   
DIRITTI DI PROPRIETÀ INDUSTRIALE DELLE FORZE ARMATE    
Art. 300. Diritti di proprietà industriale delle Forze armate              
ACCESSO DI PARLAMENTARI A STRUTTURE MILITARI     
Art. 301. Visite dei parlamentari nelle strutture militari              
Art. 302. Strutture militari straniere e plurinazionali               
Art. 303. Acquisizione di informazioni e partecipazione alle visite            
Art. 304. Stabilimenti di pena 
Art. 305. Accesso senza preavviso
VALORIZZAZIONE E DISMISSIONE DI BENI IMMOBILI E MOBILI
DISMISSIONI DI BENI IMMOBILI E CESSIONI DI BENI MOBILI    
Art. 306. Dismissione degli alloggi di servizio del Ministero della difesa       
Art. 307. Dismissioni di altri beni immobili del Ministero della difesa        
Art. 308. Documentazione necessaria per la vendita di immobili del Ministero della difesa
Art. 309. Destinazione al piano casa di immobili demaniali non più utilizzati a fini militari
Art. 310. Cessione di beni mobili a titolo oneroso                
Art. 311. Cessione di beni mobili a titolo gratuito                  
Art. 312. Cessioni di beni mobili a titolo gratuito nell’ambito delle missioni internazionali
Art. 313. Dismissione di beni culturali del Ministero della difesa          
FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO IMMOBILIARE PER LA VALORIZZAZIONE
E L’ALIENAZIONE DI IMMOBILI MILITARI                   
Art. 314. (abrogato)     
MODI DI ACQUISTO COATTIVO DI BENI E DIRITTI NELL’INTERESSE
DELLA DIFESA MILITARE    
Art. 315. Ambito      
ESPROPRIAZIONI, REQUISIZIONI, ACQUISTI A SEGUITO DI CONFISCA 193
Art. 316. Espropriazione di invenzioni nell’interesse della difesa militare. Rinvio al codice della proprietà industriale     
Art. 317. Espropriazioni immobiliari. Rinvio al testo unico dell’espropriazione per pubblica utilità193
Art. 318. Requisizioni nell’interesse della Difesa                   
Art. 319. Acquisti a seguito di confisca 
LIMITAZIONI A BENI E ATTIVITÀ ALTRUI NELL’INTERESSE DELLA DIFESA             
LIMITAZIONI A SINGOLI BENI E ATTIVITÀ             
Art. 320. Ambito       
Art. 321. Contenuto delle limitazioni                      
Art. 322. Comitato misto paritetico – Programmi delle installazioni militari      
Art. 323. Procedimento di imposizione delle limitazioni               
Art. 324. Pubblicità del decreto impositivo – Esecutività – Impugnazioni       
Art. 325. Indennizzo per le limitazioni 
Art. 326. Contenuto del decreto impositivo                    
Art. 327. Modifiche alle proprietà private e relativo indennizzo           
Art. 328. Deroghe alle limitazioni   
Art. 329. Contributo ai comuni    
Art. 330. Ulteriori provvidenze in favore di comuni e regioni            
Art. 331. Revisione generale quinquennale delle limitazioni            
Art. 332. Limitazioni per il tempo necessario allo svolgimento di esercitazioni militari   
LIMITAZIONI PER INTERE CATEGORIE DI BENI E ATTIVITÀ      
Art. 333. Autorizzazioni dell’autorità militare per talune opere e uso di beni nei comuni militarmente importanti, nelle zone costiere e nelle isole               
Art. 334. Parere dell’autorità militare per talune opere e lavori          
Art. 335. Alienazioni di immobili nelle zone dichiarate di importanza militare dal Ministro della difesa              
DISPOSIZIONI COMUNI
Art. 336. Sanzioni         
Art. 337. Regime fiscale    
Art. 338. Disciplina di esecuzione   
NORME SPECIALI PER LA PROVINCIA DI BOLZANO        
Art. 339. Ambito di applicazione quanto alla provincia di Bolzano          
Art. 340. Disciplina speciale per taluni comuni della provincia di Bolzano         
Art. 341. Opere per le quali occorre l’autorizzazione dell’autorità militare        
Art. 342. Condizioni e ambito dell’autorizzazione               
Art. 343. Ordini di demolizione    
Art. 344. Vigilanza         
Art. 345. Pubblicità      
Art. 346. Opere in prossimità della linea doganale                
Art. 347. Espropriazione    
Art. 348. Autorità militare competente 
Art. 349. Tutela amministrativa    
Art. 350. [Sanzioni] (abrogato)    
SALVEZZA DI ALTRE FONTI                    
Art. 351. Rinvio ad altre fonti  
URBANISTICA, EDILIZIA, PAESAGGIO, ENERGIA, AMBIENTE E SALUTE          
URBANISTICA, EDILIZIA, PAESAGGIO, ENERGIA          
Art. 352. Disciplina urbanistica delle opere destinate alla difesa nazionale        
Art. 353. Disciplina edilizia delle opere del Ministero della difesa           
Art. 354. Disciplina paesaggistica delle opere del Ministero della difesa         
Art. 355. Valorizzazione ambientale degli immobili militari           
AMBIENTE     
Art. 356. Disciplina applicabile – Rinvio
Art. 357. Attività addestrative e tutela ambientale                
Art. 358. Valutazione ambientale strategica e valutazione di impatto ambientale    
Art. 359. Gestione dei rifiuti e bonifica dei siti inquinati                
Art. 360. Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche             
Art. 361. Inquinamento atmosferico                        
Art. 362. Controllo dei pericoli di incidenti rilevanti connessi con determinate sostanze pericolose
Art. 363. Limiti di zolfo nei combustibili per uso marittimo, riduzione degli scarichi in mare e protezione da inquinamento marino  
Art. 364. Inquinamento acustico
Art. 365. Inquinamento acustico derivante da aeroporti e aeromobili militari       
Art. 366. Inquinamento elettromagnetico
Art. 367. Efficienza degli usi finali dell’energia e servizi energetici         
Art. 368. Accesso all’informazione ambientale e difesa nazionale          
Art. 369. Danno ambientale   
REQUISIZIONI IN TEMPO DI GUERRA O DI GRAVE CRISI INTERNAZIONALE        
DISCIPLINA GENERALE DELLE REQUISIZIONI IN TEMPO DI GUERRA O DI GRAVE CRISI INTERNAZIONALE
Ambito di applicazione temporale e beni requisibili           
Art. 370. Ambito di applicazione
Art. 371. Categorie generali dei beni requisibili                
Art. 372. Beni non requisibili per cause soggettive               
Art. 373. Beni non requisibili per cause oggettive                
Art. 374. Beni culturali e archivi 
Art. 375. Beni paesaggistici   
Art. 376. Persone esenti dalla requisizione di servizi              
Art. 377. Dispensa dalla requisizione
Requisizione di immobili e di aziende                
Art. 378. Cose immobili    
Art. 379. Poteri dell’autorità che usa l’immobile                
Art. 380. Aziende e stabilimenti 
Art. 381. Miniere e cave    
Art. 382. Impianti elettrici      
Art. 383. Linee di comunicazione   
Art. 384. Legnami         
Art. 385. Poteri dell’autorità nella requisizione di aziende             
Art. 386. Requisizione dei prodotti
Requisizione di beni mobili
Art. 387. Cose mobili requisibili 
Art. 388. Cose consumabili   
Art. 389. Cose non consumabili Requisizione di invenzioni
Art. 390. Oggetto della requisizione delle invenzioni e procedimento        
Art. 391. Invenzione depositata in Italia  Requisizione di servizi
Art. 392. Servizi requisibili   
Art. 393. Servizi di enti, società o associazioni                   
Art. 394. Obbligo di dare indicazioni
Disposizioni comuni   
Art. 395. Precettazione      
Art. 396. Cose deteriorabili  
Art. 397. Effetti dell’ordine di requisizione                  
Art. 398. Risoluzione dei contratti stipulati anteriormente alla requisizione      
Art. 399. Denuncia obbligatoria 
Art. 400. Obblighi del sindaco  
Autorità competenti                        
Art. 401. Autorità militari     
Art. 402. Autorità civili       
Art. 403. Commissioni di requisizione 
Art. 404. Collaborazione con altri organi
Art. 405. Comunicazioni all’autorità civile e accordi per l’esecuzione        
Procedimento  
Art. 406. Destinatari dell’ordine di requisizione                
Art. 407. Contenuto dell’ordine di requisizione                 
Art. 408. Forma e notificazione dell’ordine di requisizione          
Art. 409. Rilascio della ricevuta 
Art. 410. Trasporto delle cose requisite
Art. 411. Processo verbale      
Art. 412. Esecuzione d’ufficio 
Requisizioni      
Art. 413. Disposizioni generali    
Art. 414. Commissioni di requisizione
Art. 415. Requisizioni per la Marina militare e per l’Aeronautica militare       
Art. 416. Requisizione da parte dei comandanti di reparto             
Art. 417. Casi di eccezionale urgenza
Art. 418. Modalità per l’esecuzione delle requisizioni               
Art. 419. Commissioni di controllo
Liquidazione e pagamento delle indennità              
Art. 420. Indennità         
Art. 421. Indennità per aziende e stabilimenti                   
Art. 422. Indennità per immobili
Art. 423. Indennità per beni mobili requisiti in proprietà               
Art. 424. Indennità per i mobili requisiti in uso                 
Art. 425. Indennità per cose indispensabili per l’esercizio di industrie, commercio, professioni
Art. 426. Indennità per requisizione di invenzioni                 
Art. 427. Indennità per requisizione di servizi                   
Art. 428. Fondi per il pagamento delle indennità                  
Art. 429. Modalità di pagamento 
Art. 430. Quietanza del pagamento
Art. 431. Effetti della riscossione dell’indennità                 
Restituzione delle cose requisite in uso               
Art. 432. Restituzione degli immobili, delle aziende e dei stabilimenti        
Art. 433. Preavviso di restituzione dell’immobile, azienda o stabilimento       
Art. 434. Processo verbale di restituzione
Art. 435. Miglioria senza alterazione del bene                    
Art. 436. Miglioria con alterazione del bene                   
Art. 437. Nuove opere senza miglioria 
Art. 438. Indennità speciale per il deprezzamento                
Art. 439. Spese per il ripristino    
Art. 440. Riscossione dei crediti dell’amministrazione                
Tutela giurisdizionale  
Art. 441. Tutela giurisdizionale    
Disposizioni finali  
Art. 442. Omessa custodia di cose requisite                   
Art. 443. Omissione di denuncia o denuncia inesatta              
Art. 444. Inadempimento dell’ordine di precettazione o requisizione         
Art. 445. Alterazione dello stato di immobili o aziende requisiti            
Art. 446. Alterazione di documenti o notizie                     
Art. 447. Sottrazione o danneggiamento di cose requisite            
Art. 448. Consegna della cosa prima dell’apertura del dibattimento       
Art. 449. Applicazione, divulgazione e deposito presso Stati esteri di invenzioni    
Art. 450. Rifiuto di prestazione di servizi
Art. 451. Rifiuto di dare indicazioni  
Art. 452. Reati più gravi    
Art. 453. Competenza dei tribunali militari               
Art. 454. Omissione di comunicazioni agli aventi diritto               
DISCIPLINA SPECIALE DELLE REQUISIZIONI DI QUADRUPEDI, VEICOLI E NATANTI DI ACQUA DOLCE IN CASO DI GUERRA O DI GRAVE CRISI INTERNAZIONALE             
Ambito, oggetto e procedimento           
Art. 455 Ambito e oggetto – Disciplina applicabile                 
Art. 456. Capi non requisibili  
Art. 457. Ambito territoriale e competenza                   
Art. 458. Effetti dell’ordine di requisizione                   
Art. 459. Obblighi dei destinatari della requisizione                
Art. 460. Selezione dei capi da requisire
Art. 461. Indennità di requisizione e altre somme spettanti in caso di requisizione in proprietà
Art. 462. Precettazione      
Art. 463. Verbale       
Art. 464. Requisizione in uso 
Art. 465. Indennità di requisizione in uso
Art. 466. Indennità in caso di trasformazione di requisizione in uso in requisizione in proprietà
Art. 467. Requisizione senza precettazione                  
Art. 468. Requisizione di prestazioni
Art. 469. Elevazione dell’indennità di requisizione                 
Art. 470. Disponibilità e sostituzione dei capi                 
Sanzioni        
Art. 471. Sanzioni penali    
Art. 472. Competenza dei tribunali militari                   
DISCIPLINA SPECIALE DELLA REQUISIZIONE DEL NAVIGLIO MERCANTILE IN CASO DI GUERRA O DI GRAVE CRISI INTERNAZIONALE         
Disposizioni generali 
Art. 473. Presupposti e oggetto – Norme applicabili             
Art. 474. Navi e galleggianti esenti dalla requisizione               
Art. 475. Competenza    
Art. 476. Requisizione di unità per il naviglio ausiliario, per operazioni belliche e sussidiarie
Art. 477. Uffici di requisizione presso i Ministeri della difesa e delle infrastrutture e dei trasporti
Art. 478. Ordine di requisizione e di trasporto obbligatorio              
Art. 479. Consegna dell’unità requisita
Art. 480. Risoluzione dei contratti anteriori alla requisizione            
Art. 481. Lavori di trasformazione e di adattamento dell’unità requisita        
Art. 482. Determinazione e corresponsione delle indennità              
Art. 483. Trasformazione della requisizione in uso in requisizione in proprietà     
Art. 484. Riconsegna dell’unità requisita
Art. 485. Verbali       
Persone imbarcate sulle navi e sui galleggianti oggetto di requisizione  
Art. 486. Contratto di arruolamento  
Art. 487. Sbarco dell’equipaggio mercantile                   
Art. 488. Previdenza       
Art. 489. Equipaggio mercantile imbarcato su unità requisite iscritte nel naviglio dello Stato
Capitano della nave – Commissario statale – Comandante militare – loro coadiutori
Art. 490. Capitano della nave  
Art. 491. Commissario statale  
Art. 492. Comandante militare    
Art. 493. Assunzione del comando da parte del comandante militare          
Art. 494. Doveri del personale imbarcato
Art. 495. Capitano marittimo con funzioni di comandante militare           
Art. 496. Sottufficiale o impiegato civile imbarcato per conto dell’amministrazione, quale contabile
Art. 497. Rappresentante delle Forze armate                  
Art. 498. Trattamento economico del personale delle amministrazioni dello Stato 
Determinazione dell’indennità nel caso di requisizione in proprietà o in uso  
Art. 499. Indennità nel caso di requisizione in proprietà              
Art. 500. Indennità nel caso di requisizione in uso                
Art. 501. Oneri dell’amministrazione che procede alla requisizione        
Art. 502. Pagamento dell’indennità di requisizione                 
Art. 503. Documenti giustificativi   
Art. 504. Lavori e forniture urgenti
Art. 505. Temporanea inutilizzazione, riparazioni dell’unità e sospensioni dell’indennità  
Art. 506. Salvataggi e rimorchi    
Atto di requisizione – modalità della consegna e della restituzione delle navi e dei galleggianti requisiti        
Art. 507. Autorità delegata per la consegna e la restituzione            
Art. 508. Controllo dell’inventario
Art. 509. Verifica materiali di consumo 
Art. 510. Verbale di consegna  
Art. 511. Verbali di sospensione e di ripresa della requisizione in uso         
Art. 512. Processo verbale di restituzione
Art. 513. Contraddittorio della parte interessata nella redazione dei verbali     
Art. 514. Raccolta dei verbali e delle dichiarazioni                 
Assicurazioni e avarie  
Art. 515. Responsabilità dell’amministrazione che provvede alla requisizione     
Art. 516. Indennità e rimborsi a carico dell’amministrazione che procede alla requisizione
Sanzioni penali e disciplinari                   
Art. 517. Inosservanza dell’ordine di trasporto obbligatorio o di precedenza      
Art. 518. Sottrazione alla requisizione – Inosservanza dell’ordine di requisizione     
Art. 519. Alterazione di nave o galleggiante requisiti               
Art. 520. Documenti falsi o indicazioni non vere                
Art. 521. Distruzione o deterioramento di nave o galleggiante requisiti        
Art. 522. Inosservanza di doveri da parte dell’armatore proprietario o capitano      
Art. 523. Inosservanza di ordini dati dall’amministrazione, dal commissario statale o dal comandante militare           
Art. 524. Applicazione di sanzioni penali più gravi               
Art. 525. Competenza dei tribunali militari                   
Art. 526. Sanzioni disciplinari  
AMMINISTRAZIONE E CONTABILITÀ
DISPOSIZIONI GENERALI                    
Art. 527. Norme applicabili all’amministrazione e contabilità del Ministero della difesa. Rinvio
Art. 528. Informatizzazione del Ministero della difesa                
Art. 529. Controlli. Rinvio      
Art. 530. Inchieste su eventi di particolare gravità o risonanza           
Art. 531. Riutilizzo di documenti                         
Art. 532. Responsabilità del personale militare                 
Art. 533. Polizze assicurative  
ATTIVITÀ NEGOZIALE DEL MINISTERO DELLA DIFESA    
DISPOSIZIONI GENERALI SULL’ATTIVITÀ NEGOZIALE DEL MINISTERO DELLA DIFESA       
Art. 534. Attività negoziale del Ministero della difesa. Rinvio             
Art. 535. Difesa Servizi spa   
PROGRAMMAZIONE   
Art. 536. Programmi        
Art. 536-bis. Verifica dei programmi di ammodernamento e rinnovamento dei sistemi d’arma
Art. 537. Programmi con la partecipazione o collaborazione di Paesi esteri     
Art. 537-bis. Semplificazione delle procedure per la realizzazione dei programmi di investimento di interesse dell’Amministrazione della difesa                  
Art. 537-ter. Cooperazione con altri Stati per i materiali di armamento prodotti dall’industria nazionale          
SEMPLIFICAZIONE E ACCELERAZIONE DELLE PROCEDURE CONTRATTUALI
Art. 538. Principi sulle procedure contrattuali                   
Art. 538-bis. Contratti di assicurazione e di trasporto relativi alle missioni internazionali  
Art. 539. Semplificazione in ordine a determinati pareri               
Art. 540. Poteri di spesa       
Art. 541. Termini dei pagamenti e piani di consegna               
Art. 542. Tempestività dei pagamenti per forniture di materiali destinati alle Forze armate
Art. 543. Contratti di manutenzione e riparazione di sistemi d’arma         
Art. 544. Sostegno logistico dei contingenti impiegati in missioni internazionali    
Art. 545. Permute      
SERVIZIO DI MENSA
Art. 546. Servizio di vettovagliamento delle Forze armate             
CONCESSIONI DI BENI
Art. 547. Concessioni per gli interventi di protezione sociale e per le attività connesse   
BILANCIO, NORME DI SPESA, FONDI DA RIPARTIRE     
BILANCIO       
Formazione del bilancio  
Art. 548. Relazioni illustrative sullo stato di attuazione dei programmi        
Gestione del bilancio   
Art. 549. Riassegnazione di entrate a bilancio                   
Art. 549-bis. Concorsi a titolo oneroso resi dalle Forze armate           
Gestione della spesa   
Art. 550. Somministrazione dei fondi
Disposizioni varie    
Art. 551. Fondo scorta     
NORME DI SPESA  
Disposizioni generali 
Art. 552. Speciale capitolo per particolari deficienze di cassa            
Art. 553. Spese di natura riservata   

Art. 554. Spese di funzionamento del Consiglio supremo della difesa          
Art. 555. Oneri per subentro del Ministero della difesa nei rapporti di lavoro del Circolo Ufficiali delle Forze armate      
Art. 556. Spese di funzionamento di organi consultivi              
Art. 557. Spese di funzionamento del Comitato consultivo per l’inserimento del personale militare volontario femminile nelle Forze armate e nel Corpo della Guardia di finanza (abrogato)
Art. 558. Uffici degli addetti delle Forze armate in servizio all’estero         
Art. 559. Finanziamento dell’Agenzia industrie difesa                
Art. 560. Ordinamento giudiziario militare                  
Art. 561. Funzionamento del Consiglio della magistratura militare           
Art. 562. Funzionamento della commissione per la tenuta del registro nazionale delle imprese operanti nel settore dei materiali di armamento                
Art. 563. Collegio medico legale 
Art. 564. Spese di funzionamento   
Art. 565. Contributo a favore dell’Organizzazione idrografica internazionale      
Art. 565-bis. Spese per la diffusione dei valori e della cultura militare fra i giovani (abrogato)
Art. 566. (abrogato)    
Art. 567. Stanziamenti e gestione dei fondi per i sepolcreti di guerra e sacrari equiparati 
Art. 568. Manutenzione degli alloggi di servizio, modalità di riscossione del canone e sua destinazione           
Art. 569. Dotazioni finanziarie destinate agli indennizzi a privati e ai contributi a comuni e regioni
Art. 570. Copertura finanziaria degli oneri derivanti dall’attuazione delle norme sullo stato degli
ufficiali dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare    
Art. 571. Copertura finanziaria degli oneri derivanti dalla concessione della medaglia mauriziana
al merito di dieci lustri di carriera militare                  
Art. 572. Copertura finanziaria degli oneri derivanti dall’istituzione della medaglia al merito aeronautico            
Art. 573. Copertura finanziaria degli oneri derivanti dall’ammissione di militari stranieri alla frequenza di corsi presso istituti, scuole e altri enti militari delle Forze armate italiane   
Art. 574. Copertura finanziaria degli oneri derivanti dal riordino della banda musicale dell’Arma dei carabinieri        
Art. 575. Oneri per il riordino dei ruoli, modifica alle norme di reclutamento, stato e avanzamento del personale non direttivo e non dirigente delle Forze armate            
Art. 576. Oneri per l’attribuzione del grado di vertice per alcuni ruoli        
Art. 577. Oneri per il riordino del reclutamento, dello stato giuridico e dell’avanzamento degli ufficiali dell’Arma dei carabinieri  
Art. 578. Copertura finanziaria degli oneri derivanti da disposizioni integrative e correttive in materia di riordino dei ruoli, modifica alle norme di reclutamento, stato e avanzamento del personale non direttivo e non dirigente dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare         
Art. 579. Copertura finanziaria degli oneri derivanti da disposizioni integrative e correttive in materia di riordino dei ruoli, modifica alle norme di reclutamento, stato e avanzamento del personale non direttivo e non dirigente dell’Arma dei carabinieri           
Art. 580. Oneri per le consistenze organiche complessive dell’Arma dei carabinieri     2
Art. 581. Copertura finanziaria degli oneri derivanti dall’armonizzazione del trattamento giuridico ed economico del personale delle Forze armate con quello delle Forze di polizia   
Art. 582. Oneri per la progressiva riduzione dell’organico complessivo delle Forze armate
Art. 583. Oneri per le consistenze dei volontari in ferma prefissata e in rafferma   
Art. 584. Riduzione di oneri per le Forze armate                  
Art. 585. Oneri per le consistenze dei volontari del Corpo delle capitanerie di porto    
Art. 586. Oneri per il reclutamento di personale docente presso le scuole di lingue estere   
Art. 587. Oneri per il trattamento economico al personale del servizio di assistenza spirituale
Art. 588. Trattamento economico del personale militare              
Art. 589. Omogeneizzazione per le Forze armate                 
Art. 589-bis. Incentivi agli ufficiali piloti in servizio permanente delle Forze armate e del Corpo della guardia di finanza      
Art. 590. Incentivi al personale delle Forze armate addetto al controllo del traffico aereo 
Art. 591. Indennità di impiego operativo
Art. 592. Trattamento economico di missione e di trasferimento         
Art. 593. Trasferimento d’autorità del personale della Marina militare       
Art. 594. Indennità di lungo servizio all’estero                   
Art. 595. Indennità di servizio all’estero presso rappresentanze diplomatiche      
Art. 596. Fondo per l’organizzazione e il funzionamento di servizi socio-educativi per la prima infanzia destinati alla popolazione minorile presso enti e reparti del Ministero della difesa
Art. 597. Speciale elargizione per i familiari di militari vittime del servizio     
Art. 598. Pensione straordinaria ai decorati dell’Ordine militare d’Italia        
Art. 599. Indennizzo privilegiato aeronautico                  
Art. 600. Assegni straordinari annessi alle ricompense al valor militare         
Art. 601. Provvidenze alle vittime di incidenti causati da attività istituzionali delle Forze armate
Art. 602. Provvidenze a favore dei cittadini deceduti o invalidati a causa di ordigni bellici in tempo di pace          
Art. 603. Autorizzazione di spesa per indennizzi al personale italiano esposto a particolari fattori di rischio            
Norme di spesa in relazione a specifici programmi di investimento      
Art. 604. Limiti di impegno per prototipi di sistemi e apparati per unità navali di futura generazione            
Art. 605. Rifinanziamento dei programmi di investimento                
Art. 606. Programmi interforze a elevato contenuto tecnologico            
Art. 607. Prosecuzione dei principali programmi internazionali e interforze         
Art. 608. Altre spese di investimento
FONDI DA RIPARTIRE  
Norme di rinvio e fondi da ripartire di carattere generale          
Art. 609. Normativa generale sui fondi da ripartire. Rinvio               
Art. 610. Fondi di incentivazione del personale militare e civile            
Art. 611. Fondo da ripartire per provvedere a eventuali sopravvenute maggiori esigenze di spese per consumi intermedi     
Art. 612. Fondo da ripartire per finalità per le quali non si dà luogo a riassegnazioni a bilancio
Fondi da ripartire di esclusivo interesse della difesa          
Art. 613. Fondo a disposizione    
Art. 614. Incremento del fondo per l’incentivazione della produttività del personale del Ministero della difesa            
Art. 615. Fondo per esigenze di difesa nazionale                  
Art. 616. Fondo per l’efficienza dello strumento militare                
Art. 617. Fondo destinato al pagamento dell’accisa sui prodotti energetici impiegati dalle Forze armate nazionali          
Art. 618. Fondo per le missioni militari di pace                 
Art. 619. Fondi in conto capitale e di parte corrente per la riallocazione di funzioni svolte presso
infrastrutture in uso al Ministero della difesa individuate per la consegna all’Agenzia del demanio
Art. 620. Fondo per esigenze prioritarie della difesa             
PERSONALE MILITARE
DEI MILITARI    
Art. 621. Acquisto dello stato di militare
Art. 622. Perdita dello stato di militare 
Art. 623. Personale militare femminile 
Art. 624. Rapporti con la legge penale militare                   
Art. 625. Specificità e rapporti con l’ordinamento generale del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche e altri ordinamenti speciali               
GERARCHIA MILITARE
Art. 626. Gerarchia e subordinazione
Art. 627. Categorie di militari e carriere
Art. 628. Successione e corrispondenza dei gradi degli ufficiali          
Art. 629. Successione e corrispondenza dei gradi e delle qualifiche dei sottufficiali   
Art. 630. Successione e corrispondenza dei gradi dei graduati             
Art. 631. Successione e corrispondenza dei gradi dei militari di truppa        
Art. 632. Corrispondenza dei gradi militari con le qualifiche degli appartenenti alle Forze di polizia a ordinamento civile       
RECLUTAMENTO
DISPOSIZIONI GENERALI 
Art. 633. Reclutamento       
Art. 634. Programmazione dei reclutamenti                    
Art. 635. Requisiti generali per il reclutamento                 
Art. 636. Obiettori di coscienza    
Art. 637. Divieto di discriminazione 
Art. 638. Mancanza dei requisiti 
Art. 639. Reclutamento volontario femminile                 
Art. 640. Accertamento dell’idoneità psicofisica                  
Art. 641. Accertamento dell’idoneità attitudinale                 
Art. 642. Revoca e sospensione dei concorsi                  
Art. 643. Conferimento di posti disponibili agli idonei                
Art. 644. Commissioni di concorso
Art. 645. Posti riservati a particolari categorie                  
Art. 645-bis. Disposizioni ulteriori sui concorsi nell’Arma dei carabinieri       
UFFICIALI IN SERVIZIO PERMANENTE             
Disposizioni generali 
Art. 646. Requisiti speciali   
Art. 647. Norme generali sui concorsi
Art. 648. Età per la partecipazione ai concorsi per le accademie militari         
Art. 649. Posti riservati nelle accademie
Art. 650. Titoli di preferenza per i concorsi nelle accademie            
Art. 651. Alimentazione ordinaria dei ruoli normali dell’Esercito italiano, della Marina militare e
dell’Aeronautica militare    
Art. 651-bis. Alimentazione ordinaria del ruolo normale dell’Arma dei carabinieri 
Art. 652. Alimentazione straordinaria dei ruoli normali            
Art. 653. Partecipazione degli ufficiali ausiliari ai concorsi straordinari per i ruoli normali
Ufficiali dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare
Art. 654. Condizioni per il reclutamento straordinario nei ruoli normali         
Art. 655. Alimentazione dei ruoli speciali                      
Art. 655-bis. Concorso per titoli ed esami nel ruolo speciale riservato ai primi marescialli e ai luogotenenti         
Art. 656. Posti destinati al personale appartenente al ruolo marescialli, dei sergenti e dei volontari in servizio permanente   
Art. 657. Alimentazione straordinaria del ruolo speciale delle armi dell’Aeronautica militare
Art. 658. Alimentazione straordinaria dei ruoli speciali           
Art. 659. Partecipazione degli ufficiali ausiliari ai concorsi per ufficiali dei ruoli speciali  
Art. 660. Immissioni in ruolo 
Art. 661. Ripartizione in specialità degli ufficiali della Marina militare e dell’Aeronautica militare
Ufficiali dell’Arma dei carabinieri                 
Art. 662. Condizioni per il reclutamento straordinario nel ruolo normale       
Art. 663. [Alimentazione del ruolo speciale] abrogato                
Art. 664. Alimentazione del ruolo tecnico-logistico                 
Art. 664-bis. Alimentazione del ruolo forestale                 
Art. 665. Partecipazione degli ufficiali ausiliari ai concorsi              
Art. 666. Immissioni in ruolo  
Concorsi riservati agli ufficiali piloti e navigatori di complemento    
Art. 667. Bandi di concorso   
Art. 668. Commissioni di concorso
Art. 669. Elementi di valutazione  
Art. 670. Nomina nel servizio permanente                  
Art. 671. Concorsi straordinari    
UFFICIALI AUSILIARI  
Ufficiali in ferma prefissata 
Art. 672. Requisiti speciali   
Art. 673. Norme generali sui concorsi
Ufficiali di complemento
Art. 674. Conferimento diretto del grado di ufficiale di complemento         
Art. 675. Reclutamento in servizio di prima nomina               
Ufficiali piloti e navigatori di complemento               
Art. 676. Reclutamento       
Art. 677. Reclutamento nelle altre Forze armate (abrogato)              
Disposizioni finali    
Art. 678. Incentivi per il reclutamento degli ufficiali ausiliari             
MARESCIALLI E ISPETTORI                   
Disposizioni generali 
Art. 679. Modalità di reclutamento dei marescialli e degli ispettori          
Art. 680. Limiti di età     
Art. 681. Posti riservati a particolari categorie per i concorsi dei ruoli marescialli e ispettori 
Marescialli dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare
Art. 682. Alimentazione dei ruoli dei marescialli                  
Ispettori dell’Arma dei carabinieri                
Art. 683. Alimentazione del ruolo degli ispettori                  
Art. 684. Ammissione al corso biennale
Art. 685. Ammissione al corso superiore di qualificazione            
Art. 686. Prove concorsuali   
Art. 687. Commissione d’esame 
Art. 688. Valutazione delle prove scritta e orale e formazione della graduatoria di merito  
Art. 689. Prova facoltativa      
SERGENTI E SOVRINTENDENTI                    
Art. 690. Modalità di reclutamento dei sergenti e dei sovrintendenti         
Art. 691. Alimentazione dei ruoli dei sergenti                  
Art. 692. Alimentazione del ruolo dei sovrintendenti               
ISPETTORI E SOVRINTENDENTI DEL REGGIMENTO CORAZZIERI   
Art. 693. Reclutamento dei sovrintendenti del Reggimento Corazzieri        
Art. 694. Commissione d’esame 
Art. 695. Nomina a vice brigadiere
Art. 696. Reclutamento degli ispettori del Reggimento Corazzieri           
RECLUTAMENTO DEI VOLONTARI                 
Volontari in ferma prefissata di un anno                
Art. 697. Requisiti         
Art. 698. Modalità di reclutamento dei volontari in ferma prefissata di un anno      
Art. 699. Incentivi per il reclutamento volontario                  
Volontari in ferma prefissata quadriennale               
Art. 700. Requisiti        
Art. 701. Modalità di reclutamento dei volontari in ferma prefissata quadriennale     
Norme comuni al reclutamento dei volontari in ferma prefissata     
Art. 702. Riservatari        
Art. 703. Concorsi nelle carriere iniziali delle Forze di polizia e del Corpo nazionale dei vigili del fuoco             
Volontari in servizio permanente                  
Art. 704. Modalità di reclutamento dei volontari in servizio permanente         
Art. 705. Particolari categorie protette per il reclutamento nell’Esercito italiano, nella Marina militare e nell’Aeronautica militare
CARABINIERI     
Art. 706. Alimentazione del ruolo   
Art. 707. Requisiti speciali   
Art. 708. Bandi di arruolamento 
Art. 709. Particolari categorie protette per il reclutamento nell’Arma dei carabinieri    
ALLIEVI DELLE SCUOLE MILITARI                 
Art. 710. Ammissione alle scuole militari
Art. 711. Requisiti per l’ammissione  
Art. 712. Svolgimento del concorso  
Art. 713. Graduatorie di merito    
Art. 714. Allievi stranieri    
FORMAZIONE E ADDESTRAMENTO           
DISPOSIZIONI GENERALI 
Art. 715. Formazione e addestramento 
Art. 716. Personale femminile in formazione                  
Art. 717. Corsi di formazione militare
Art. 718. Ammissione ai corsi di militari stranieri              
UFFICIALI IN SERVIZIO PERMANENTE              
Disposizioni generali 
Art. 719. Formazione universitaria degli ufficiali                
Art. 720. Formazione degli ufficiali dei ruoli normali                
Art. 721. Prosecuzione degli studi universitari                   
Art. 722. Formazione degli ufficiali a nomina diretta dei ruoli normali        
Art. 723. Corsi applicativi per ufficiali dei ruoli speciali dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare                          
Art. 724. Obblighi di servizio degli ufficiali dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare     
Ufficiali dell’Esercito italiano                   
Art. 725. Corso di applicazione   
Art. 726. Mancato superamento del corso di applicazione             
Art. 727. Mancato transito nei ruoli speciali                    
Ufficiali della Marina militare                     
Art. 728. Formazione degli ufficiali dei ruoli normali                
Art. 729. Conseguimento del diploma di laurea da parte degli ufficiali dei ruoli normali   
Art. 730. Mancato transito nei ruoli speciali                   
Ufficiali dell’Aeronautica militare                 
Art. 731. Formazione degli ufficiali dei ruoli normali               
Art. 732. Mancato completamento degli iter formativi                
Art. 733. Mancato transito nei ruoli speciali                     
Ufficiali dell’Arma dei carabinieri                 
Art. 734. Corso di applicazione e corso di perfezionamento            
Art. 735. Mancato superamento dei corsi di applicazione e di perfezionamento      
Art. 736. Corso applicativo per ufficiali del ruolo normale              
Art. 737. Corso formativo per ufficiali del ruolo tecnico               
Art. 737-bis. Corso di formazione per ufficiali del ruolo forestale          
Art. 738. Obblighi di servizio  
UFFICIALI AUSILIARI  
Ufficiali in ferma prefissata 
Art. 739. Corsi di formazione  
Art. 740. Superamento dei corsi di formazione e nomina nel grado          
Art. 741. Mancato superamento degli esami di fine corso             
Art. 742. Dimissioni dai corsi  
Ufficiali piloti e navigatori di complemento              
Art. 743. Corsi di pilotaggio e di navigatore                     
Art. 744. Nomina       
Art. 745. Obblighi di servizio  
Art. 746. Mancato superamento del corso
Art. 747. Dimissioni dal corso  
Art. 748. Reimpiego del personale che non supera il corso o ne è dimesso        
Art. 749. [Ammissione ai corsi di pilotaggio e di navigatore degli ufficiali di complemento dell’Arma dei carabinieri] abrogato 
Ufficiali di complemento
Art. 750. Corsi di formazione 
FORMAZIONE SUPERIORE DEGLI UFFICIALI          
Corsi di stato maggiore
Art. 751. Corso superiore di stato maggiore interforze               
Art. 752. Ammissione degli ufficiali dell’Arma dei carabinieri al corso superiore di stato maggiore interforze          
Art. 753. Corsi dell’Istituto superiore di stato maggiore interforze per gli ufficiali dei Corpi e dei ruoli tecnici e logistici     
Art. 754. Corsi di stato maggiore  
Corso d’istituto per ufficiali dell’Arma dei carabinieri         
Art. 755. Corso d’istituto   
Medici
Art. 756. Formazione specifica in medicina generale             
Art. 757. Formazione specialistica
Art. 758. Corsi di specializzazione per le esigenze dell’amministrazione       
MARESCIALLI DELL’ESERCITO ITALIANO, DELLA MARINA MILITARE E DELL’AERONAUTICA MILITARE
Art. 759. Assegnazione agli incarichi, alle specializzazioni, alle categorie e alle specialità
Art. 760. Svolgimento dei corsi e nomina nel grado                 
Art. 761. Speciali obblighi di servizio
Art. 762. Stato giuridico dei frequentatori
Art. 763. Cause di proscioglimento
Art. 764. Equipollenza dei titoli conseguiti                   
ISPETTORI      
Art. 765. Formazione iniziale  
Art. 765-bis. Corso di specializzazione e corso integrativo specialistico per ispettori dell’organizzazione per la tutela forestale, ambientale e agroalimentare        
Art. 766. Svolgimento del corso biennale
Art. 767. Svolgimento del corso superiore di qualificazione             
Art. 768. Stato giuridico dei frequentatori
Art. 769. Ferma quadriennale  
Art. 770. Dimissioni dai corsi  
Art. 771. Nomina a maresciallo    
Art. 772. Sospensione dalla nomina a maresciallo            
SERGENTI       
Art. 773. Corso di formazione basico
Art. 774. Stato giuridico dei frequentatori
SOVRINTENDENTI   
Art. 775. Corso di formazione professionale                   
Art. 776. Corso di qualificazione 
Art. 776-bis. Corso integrativo specialistico per sovrintendenti dell’organizzazione per la tutela forestale, ambientale e agroalimentare
Art. 777. Stato giuridico dei frequentatori
Art. 778. Dimissioni dai corsi  
Art. 779. Nomina nel grado   
Art. 780. Sospensione dalla nomina a vice brigadiere                
VOLONTARI IN FERMA PREFISSATA             
Art. 781. Formazione dei volontari in ferma prefissata                
Art. 782. Speciali obblighi di servizio per i volontari               
CARABINIERI    
Art. 783. Formazione dei carabinieri
Art. 783-bis. Corso di specializzazione per carabinieri dell’organizzazione per la tutela forestale, ambientale e agroalimentare   
Art. 784. Ferma quadriennale degli allievi carabinieri              
Art. 785. Sospensione dalla nomina a carabiniere                
ALLIEVI DELLE SCUOLE MILITARI               
Art. 786. Corsi di studio  
Art. 787. Retta annuale e spese di cancelleria                
Art. 788. Ferma speciale volontaria 299
Art. 789. Cause di rinvio dalle scuole militari                
RUOLI                           
DISPOSIZIONI GENERALI
Norme generali sui ruoli
Art. 790. Ruoli      
Art. 791. Ruoli degli ufficiali in congedo
Art. 792. Organici       
Art. 793. Iscrizione in ruolo 
Art. 794. Cancellazione dai ruoli
Art. 795. Riammissione in ruolo
Art. 796. Transito tra ruoli    
Art. 797. Trasferimento tra ruoli  
Norme generali sugli organici                   
Art. 798. Organico complessivo dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare           
Art. 798-bis. Ripartizione delle dotazioni organiche dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare   
Art. 799. (abrogato)     
Art. 800. Consistenze organiche complessive dell’Arma dei carabinieri         
Art. 801. Ufficiali in soprannumero agli organici                  
Art. 802. Modificazioni delle dotazioni organiche dei ruoli degli ufficiali       
Art. 803. Organici stabiliti con legge di bilancio                 
RUOLI D’ONORE  
Art. 804. Iscrizione nei ruoli d’onore
Art. 805. Iscrizione di graduati e militari di truppa                
Art. 806. Personale militare iscritto nel ruolo d’onore decorato al valor militare o civile 
Art. 807. Personale al quale è riconosciuto il trattamento pensionistico di guerra    
ESERCITO ITALIANO 303
Art. 808. Militari dell’Esercito italiano 
Art. 809. Ruoli del personale in servizio permanente               
Art. 809-bis. Dotazioni organiche dei generali e dei colonnelli           
Art. 810. (abrogato)      
MARINA MILITARE   
Ruoli e organici  
Art. 811. Militari della Marina militare 
Art. 812. Ruoli del personale in servizio permanente               
Art. 812-bis. Dotazioni organiche degli ammiragli e dei capitani di vascello       
Art. 813. (abrogato)      
Organici del corpo delle capitanerie di porto             
Art. 814. Organici degli ufficiali e dei sottufficiali                
Art. 815. Dotazioni organiche dei volontari del Corpo delle capitanerie di porto    
AERONAUTICA MILITARE
Art. 816. Militari dell’Aeronautica militare                    
Art. 817. Ruoli del personale in servizio permanente               
Art. 818. Disposizioni speciali per alcuni ruoli                   
Art. 818-bis. Dotazioni organiche dei generali e dei colonnelli          
Art. 819. (abrogato)      
ARMA DEI CARABINIERI
Ruoli      
Art. 820. Militari dell’Arma dei carabinieri                
Art. 821. Ruoli del personale in servizio permanente               
Art. 822. Modifiche al ruolo tecnico
Organici       
Art. 823. Organici dei generali e dei colonnelli                  
Art. 824. Organici del ruolo dei sovrintendenti                   
Forza extraorganica   
Art. 825. Contingente per la Presidenza del Consiglio dei Ministri          
Art. 826. Contingente per la tutela del lavoro                  
Art. 827. Contingente per la tutela del patrimonio culturale              
Art. 828. Contingente per la tutela dell’ambiente                  
Art. 829. Contingente per la tutela della salute                   
Art. 830. Contingente per la Banca d’Italia                
TRANSITO TRA RUOLI DEGLI UFFICIALI IN SERVIZIO PERMANENTE 
Ufficiali dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare
Art. 831. Concorsi per i ruoli normali e i ruoli speciali                
Art. 832. Transito per perdita di requisiti specifici                
Art. 833. Transito dal ruolo normale al ruolo speciale dei capitani, maggiori e tenenti colonnelli delle
varie Armi di fanteria, cavalleria, artiglieria, genio, trasmissioni, nonché degli ufficiali fino al grado di tenente colonnello dell’Arma dei trasporti e dei materiali e del Corpo di Commissariato
Art. 833-bis. Trasferimento ovvero transito nel ruolo normale del Corpo del genio navale della
Marina militare          
Art. 833-ter. Transito dal ruolo normale al ruolo speciale degli ufficiali con grado fino a tenente colonnello delle armi dell’Aeronautica militare                 
Art. 833-quater. Trasferimento ovvero transito nel ruolo normale o speciale del Corpo del genio della Marina, specialità infrastrutture
Art. 834. Disposizioni comuni  
Ufficiali dell’Arma dei carabinieri                 
Art. 835. (abrogato)      
Art. 836. (abrogato)     
COMPITI DEL PERSONALE MILITARE              
Personale dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare
Art. 837. [Generali, colonnelli e gradi corrispondenti] (abrogato)          
Art. 838. Ufficiali        
Art. 839. Appartenenti al ruolo dei marescialli                  
Art. 840. Appartenenti al ruolo dei sergenti                  
Art. 841. Appartenenti al ruolo dei volontari in servizio permanente         
Art. 842. Appartenenti al ruolo dei volontari in ferma o in rafferma         
Art. 843. Particolari compiti del personale sottufficiali, graduati e militari di truppa    
Personale dell’Arma dei carabinieri                 
Art. 844. Generali di corpo d’armata  
Art. 845. Generali di divisione, di brigata e colonnelli             
Art. 846. Ufficiali sino al grado di tenente colonnello                
Art. 847. Ufficiali del ruolo tecnico-logistico                 
Art. 848. Appartenenti al ruolo degli ispettori                   
Art. 849. Appartenenti al ruolo dei sovrintendenti                
Art. 850. Appartenenti al ruolo degli appuntati e carabinieri             
STATO GIURIDICO E IMPIEGO                
IL GRADO         
Attribuzione e revoca del grado                  
Art. 851. Grado dei militari   
Art. 852. Conferimento del grado                         
Art. 853. Revoca del grado   
Anzianità di grado    
Art. 854. Anzianità         
Art. 855. Precedenza tra militari di differenti ruoli o diverse categorie        
Art. 855-bis. Precedenza tra militari di differenti ruoli o diverse categorie per l’Arma dei carabinieri              
Art. 856. Anzianità assoluta    
Art. 857. Anzianità relativa   
Art. 858. Detrazioni di anzianità 
Art. 859. [Calcolo della detrazione di anzianità per gli ufficiali] (abrogato)     
Art. 860. Rettifiche di anzianità    
Perdita del grado    
Art. 861. Cause di perdita del grado  
Art. 862. Dimissioni volontarie    
Art. 863. Dimissioni d’autorità    
Art. 864. Cancellazione dai ruoli 
Art. 865. Rimozione per motivi disciplinari                    
Art. 866. Condanna penale   
Art. 867. Provvedimenti di perdita del grado                  
Reintegrazione nel grado 
Art. 868. Disposizioni generali sulla reintegrazione nel grado             
Art. 869. Reintegrazione d’ufficio   
Art. 870. Reintegrazione a domanda  
Art. 871. Reintegrazione a seguito di perdita del grado per rimozione          
Art. 872. Reintegrazione a seguito di perdita del grado per condanna         
Art. 873. Reintegrazione a seguito di perdita del grado in conseguenza dell’applicazione di misure di sicurezza o di prevenzione 
POSIZIONI DI STATO GIURIDICO                 
Disposizioni generali 
Art. 874. Categorie di stato giuridico
Art. 875. Posizione di stato in servizio permanente                 
Art. 876. Categorie di personale in servizio permanente               
Art. 877. Posizione di stato in servizio temporaneo                
Art. 878. Categorie di personale in servizio temporaneo              
Art. 879. Posizione di stato nel congedo
Art. 880. Categorie di personale in congedo                    
Art. 881. Disposizioni per il personale militare deceduto o che ha contratto infermità nel corso di missioni internazionali     
Servizio permanente 
Art. 882. Servizio permanente effettivo
Art. 883. Servizio permanente a disposizione                  
Art. 884. Aspettativa                              
Art. 885. Sospensione dall’impiego  
Congedo     
Art. 886. Ausiliaria      
Art. 887. Riserva       
Art. 888. Complemento      
Art. 889. Congedo illimitato     
Art. 890. Riserva di complemento   
Collocamento fuori ruolo 
Art. 891. Impiego presso enti od organismi internazionali o presso Stati esteri     
RAPPORTO DI IMPIEGO                     
Disposizioni generali 
Art. 892. Accesso al servizio permanente
Art. 893. Dell’impiego   
Art. 894. Incompatibilità professionali
Art. 895. Attività extraprofessionali sempre consentite             
Art. 896. Attività extraprofessionali da svolgere previa autorizzazione o conferimento   
Art. 897. Docenza universitaria    
Art. 898. Decadenza dal rapporto di impiego per incompatibilità professionale      
Art. 899. Personale assegnato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri       
Servizio permanente a disposizione                 
Art. 900. Collocamento nel servizio permanente a disposizione            
Aspettativa    
Art. 901. Motivi privati      
Art. 902. Stato di prigionia o di disperso
Art. 903. Elezioni in cariche politiche
Art. 904. Elezioni in cariche amministrative                     
Art. 905. Infermità temporanea   
Art. 906. Riduzione dei quadri per eccedenze in più ruoli            
Art. 907. (abrogato)     
Art. 908. Ipotesi speciale di riduzione dei quadri                  
Art. 909. Norme comuni alla riduzione dei quadri                
Art. 910. Servizio all’estero del coniuge
Art. 911. Dottorato di ricerca     
Art. 911-bis. Aspettativa per assenze indebitamente fruite           
Art. 912. Durata dell’aspettativa 
Art. 913. Norme comuni in materia di aspettativa                
Sospensione dall’impiego 
Art. 914. Sospensione a seguito di condanna penale                 
Art. 915. Sospensione precauzionale obbligatoria               
Art. 916. Sospensione precauzionale facoltativa connessa a procedimento penale     
Art. 917. Sospensione precauzionale facoltativa connessa a procedimento disciplinare   
Art. 918. Revoca della sospensione
Art. 919. Durata massima della sospensione precauzionale facoltativa         
Art. 920. Norme comuni in materia di sospensione dall’impiego           
Art. 921. Ricostruzione di carriera e rimborso spese               
Art. 922. Norma di rinvio      
Cessazione dal servizio permanente                  
Art. 923. Cause che determinano la cessazione del rapporto di impiego         
Art. 924. Raggiungimento dei limiti d’età
Art. 925. Speciali limiti di età per gli ufficiali dell’Esercito italiano         
Art. 926. Speciali limiti di età per gli ufficiali della Marina militare        
Art. 927. Speciali limiti di età per gli ufficiali dell’Aeronautica militare        
Art. 928. Speciali limiti dì età per gli ufficiali dell’Arma dei carabinieri       
Art. 929. Infermità         
Art. 930. Transito nell’impiego civile
Art. 931. Non idoneità alle funzioni del grado                   
Art. 932. Scarso rendimento     
Art. 933. Cessazione a domanda 
Art. 934. Cessazione d’autorità    
Art. 935. Applicazione delle norme sulla formazione              
Riammissione in servizio
Art. 935-bis. Norma di rinvio  
SERVIZIO TEMPORANEO                    
Disposizioni generali 
Art. 936. Obblighi di servizio  
Ufficiali       
Art. 937. Ufficiali ausiliari      
Art. 938. Cause di cessazione dalla ferma degli ufficiali ausiliari         
Art. 939. Ufficiali in ferma prefissata
Art. 940. Rafferma e trattenimento in servizio degli ufficiali in ferma prefissata      
Art. 941. Cessazione a domanda per ufficiali in ferma prefissata           
Art. 942. Cessazione d’autorità per ufficiali in ferma prefissata           
Art. 943. Ufficiali piloti e navigatori di complemento                
Art. 944. Cessazione a domanda per ufficiali piloti e navigatori di complemento    
Art. 945. Cessazione d’autorità per ufficiali piloti e navigatori di complemento      
Sottufficiali   
Art. 946. Cause di cessazione dalla ferma
Art. 947. Collocamento in congedo
Personale in ferma dell’Arma dei carabinieri              
Art. 948. Ammissione in servizio permanente                  
Art. 949. Non ammissione nel servizio permanente                
Art. 950. Prolungamento della ferma
Art. 951. Cause di cessazione dalla ferma
Art. 952. Collocamento in congedo
Volontari in ferma prefissata
Art. 953. Ammissione alla ferma volontaria                    
Art. 954. Rafferme dei volontari 
Art. 955. Impiego dei volontari che hanno subito ferite o lesioni in servizio      
Art. 956. Cause di cessazione dalla ferma o dalla rafferma              
Art. 957. Casi di proscioglimento dalla ferma o dalla rafferma           
Art. 958. Proscioglimento a domanda
Art. 959. Proscioglimento a seguito di ferite o lesioni               
Art. 960. Proscioglimento per scarso rendimento                 
Riammissione in servizio 
Art. 961. Riammissione in servizio nell’Arma dei carabinieri            
Art. 962. Riammissione dei volontari alla ferma prefissata             
SPECIALI OBBLIGHI DI SERVIZIO                  
Ufficiali medici in servizio permanente                 
Art. 963. Disposizioni generali   
Art. 964. Ammissione ai corsi di specializzazione                
Art. 965. Proroga della durata dei corsi 
Art. 965-bis. Ammissione a dottorato di ricerca                
Piloti       
Art. 966. Ufficiali piloti    
Art. 967. Sottufficiali piloti   
Personale addetto al controllo del traffico aereo             
Art. 968. Abilitazione    
Art. 969. Ufficiali         
Art. 970. Ulteriori ferme per il personale militare                   
Corsi di particolare livello tecnico                 
Art. 971. Ufficiali     
Art. 972. Marescialli dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare
Art. 973. Personale dell’Arma dei carabinieri                  
Art. 974. Sergenti e volontari in servizio permanente                
Incarichi in campo internazionale                    
Art. 975. Ufficiali        
PRIMA ASSEGNAZIONE E TRASFERIMENTI            
Disposizioni generali 
Art. 976. Nozione         
Art. 977. Divieto di prima assegnazione e trasferimento discriminatori        
Prima assegnazione 
Art. 978. Incentivi per il reclutamento alpino                  
Art. 978-bis. Impiego dei sergenti   
Art. 979. Impiego dei marescialli e dei vice brigadieri dei carabinieri        
Trasferimenti particolari 
Art. 980. Trasferimento del delegato di un organo di rappresentanza         
Art. 981. Normativa applicabile 
PERSONALE IN CONGEDO                   
Disposizioni generali
Art. 982. Obblighi        
Art. 983. Militare permanentemente inabile al servizio             
Art. 984. Trasferimento di armi e servizi per gli ufficiali              
Art. 984-bis. Attività di consulenza gratuita                    
Art. 985. Trasferimento di armi e servizi per i sottufficiali e i volontari        
Richiami in servizio 
Art. 986. Tipologia dei richiami in servizio               
Art. 987. Ufficiali delle forze di completamento                 
Art. 988. Richiami in servizio nelle forze di completamento            
Art. 988-bis. Richiami in servizio dalla riserva di complemento            
Art. 989. Personale assistente di volo
Art. 990. Conservazione del posto di lavoro                    
Art. 991. Mantenimento dell’assistenza sanitaria                 
Ausiliaria      
Art. 992. Collocamento in ausiliaria  
Art. 993. Richiami in servizio  
Art. 994. Obblighi del militare in ausiliaria                   
Art. 995. Cessazione dell’ausiliaria
Art. 996. Transito in ausiliaria dalla riserva                    
Complemento   
Art. 997. Obblighi         
Art. 998. Limiti di età fino ai quali i sottufficiali di complemento hanno obblighi in tempo di pace
Art. 999. Chiamate collettive in servizio
Art. 1000. Cessazione dell’appartenenza al complemento             
Art. 1001. Ufficiali di complemento del ruolo naviganti dell’Aeronautica militare     
Art. 1002. Reiscrizione nella categoria del complemento               
Art. 1003. Sottufficiali di complemento dell’Aeronautica militare          
Art. 1004. Nomine nel complemento del personale dell’Arma dei carabinieri       
Art. 1005. Ufficiali in ferma biennale
Congedo illimitato    
Art. 1006. Militari di truppa     
Art. 1007. Cessazione dal congedo illimitato                 
Riserva       
Art. 1008. Collocamento nella riserva
Art. 1009. Permanenza nella riserva  
Riserva di complemento                       
Art. 1010. Cessazione dell’appartenenza alla riserva di complemento          
Chiamate di controllo
Art. 1011. Obbligo di risposta alle chiamate di controllo               
Art. 1012. Mancata presentazione alla chiamata di controllo            
Reinserimento del personale in congedo nel mondo del lavoro     
Art. 1013. Formazione professionale, inserimento nel mondo del lavoro e crediti formativi
Art. 1014. Riserva di posti nel pubblico impiego                
Art. 1015. Abilitazione all’esercizio della professione d’ingegnere           
Art. 1016. Agevolazioni per il conseguimento di titoli professionali marittimi   
DISPOSIZIONI PER IL TEMPO DI GUERRA O DI GRAVE CRISI INTERNAZIONALE          
Art. 1017. Richiami in servizio    
Art. 1018. Trasferimento degli ufficiali di complemento tra Forze armate      
Art. 1019. Cessazione dal servizio
Art. 1020. Passaggio in servizio permanente per merito di guerra          
DOCUMENTAZIONE PERSONALE              
DISPOSIZIONI GENERALI  
Art. 1021. Documentazione personale 
Art. 1022. Rapporti con altre fonti normative                  
DOCUMENTAZIONE MATRICOLARE                
Art. 1023. Documentazione matricolare
Art. 1024. Indicazione di malattia o cause inabilitanti nel congedo militare    
DOCUMENTAZIONE CARATTERISTICA              
Art. 1025. Documenti caratteristici
Art. 1026. Qualifiche        
Art. 1027. Comunicazione agli interessati
Art. 1028. Disposizioni di attuazione in materia di modelli di documenti caratteristici  
Art. 1029. Norme applicabili all’Arma dei carabinieri               
AVANZAMENTO 349
DISPOSIZIONI GENERALI 
Art. 1030. Nozione e rapporti con altre fonti normative              
Art. 1031. Modalità di avanzamento  
Art. 1032. Elementi di giudizio    
Art. 1033. Personale militare femminile
AUTORITÀ COMPETENTI A ESPRIMERE GIUDIZI SULL’AVANZAMENTO 
Commissioni di avanzamento per gli ufficiali               
Art. 1034. Denominazioni e composizione                   
Art. 1035. Norme procedurali  
Art. 1036. Commissione di vertice
Art. 1037. Commissione superiore di avanzamento dell’Esercito italiano       
Art. 1038. Commissione superiore di avanzamento della Marina militare       
Art. 1039. Commissione superiore di avanzamento dell’Aeronautica militare     
Art. 1040. Commissione superiore d’avanzamento dell’Arma dei carabinieri      
Art. 1041. Altri membri delle Commissioni di vertice e superiori di avanzamento    
Art. 1042. Commissione ordinaria di avanzamento dell’Esercito italiano     
Art. 1043. Commissione ordinaria di avanzamento della Marina militare       
Art. 1044. Commissione ordinaria di avanzamento dell’Aeronautica militare       
Art. 1045. Commissione ordinaria di avanzamento dell’Arma dei carabinieri        
Art. 1046. Altri membri delle Commissioni ordinarie di avanzamento        
Commissioni di avanzamento per i sottufficiali, i graduati e i militari di truppa 
Art. 1047. Commissioni permanenti   
Art. 1048. Attribuzioni speciali delle commissioni permanenti           
Art. 1049. (abrogato)
VALUTAZIONI PER L’AVANZAMENTO            
Aliquote di avanzamento  
Art. 1050. Disposizioni generali
Art. 1051. Impedimenti, sospensione ed esclusione                  
Art. 1051-bis. Promozioni in particolari situazioni                
Art. 1052. Militare in aspettativa 
Art. 1053. Formazione delle aliquote di valutazione degli ufficiali           
Art. 1054. Anzianità minime di grado richieste per gli ufficiali           
Avanzamento ad anzianità 
Art. 1055. Avanzamento ad anzianità degli ufficiali                 
Art. 1056. Avanzamento ad anzianità dei sottufficiali e dei volontari in servizio permanente 
Avanzamento a scelta
Art. 1057. Sistema di avanzamento a scelta degli ufficiali            
Art. 1058. Giudizio di idoneità e attribuzione del punteggio di merito         
Art. 1059. Avanzamento a scelta dei sottufficiali                 
Art. 1060. Autonomia dei giudizi di avanzamento a scelta             
Avanzamenti straordinari
Art. 1061. Avanzamento per meriti eccezionali degli ufficiali            
Art. 1062. Avanzamento per meriti eccezionali dei sottufficiali e dei graduati       
Art. 1063. Avanzamento per benemerenze d’istituto del personale dell’Arma dei carabinieri
Disposizioni finali    
Art. 1064. Approvazione degli elenchi delle graduatorie degli ufficiali        
Art. 1065. Ufficiali giudicati non idonei
Art. 1066. Profili di carriera degli ufficiali                   
QUADRI DI AVANZAMENTO E PROMOZIONI             
Formazione dei quadri di avanzamento                
Art. 1067. Formazione dei quadri di avanzamento degli ufficiali            
Art. 1068. Formazione dei quadri di avanzamento a seguito di eventuali esclusioni   
Art. 1069. Cancellazione dai quadri per gli ufficiali                 
Promozioni       
Art. 1070. Promozioni degli ufficiali 
Art. 1071. Promozioni annuali degli ufficiali                
Art. 1072. Promozioni non annuali degli ufficiali                  
Art. 1072-bis. Promozione dei tenenti colonnelli dell’Esercito italiano, della Marina militare, dell’Aeronautica militare e dell’Arma dei carabinieri             
Art. 1072-ter. Ricostruzione della carriera in determinate situazioni per il personale dell’Esercito italiano, della Marina militare, dell’Aeronautica militare e dell’Arma dei Carabinieri    
Art. 1073. Sospensione obbligatoria della promozione dell’ufficiale          
Art. 1074. Sospensione facoltativa della promozione dell’ufficiale           
Art. 1075. Morte o permanente inidoneità fisica dell’ufficiale             
Art. 1076. [Promozione in particolari situazioni degli ufficiali] (abrogato)       
Art. 1077. [Promozione o conferimento di qualifica in particolari condizioni dei sottufficiali e dei graduati] (abrogato)      
Vacanze organiche 
Art. 1078. Determinazione delle vacanze organiche per i gradi di ufficiale        
Art. 1079. Modalità per colmare ulteriori vacanze organiche degli ufficiali      
Art. 1080. Vacanze derivanti da collocamenti in soprannumero degli ufficiali     
Art. 1081. Contingente dell’Arma dei carabinieri per la Banca d’Italia        
Promozioni all’atto del collocamento in congedo          
Art. 1082. [Ufficiali che cessano dal servizio per il raggiungimento dei limiti di età] (abrogato)
Art. 1083. [Benefici connessi alla promozione] (abrogato)            
Art. 1084. Personale militare che cessa dal servizio per infermità           
Art. 1084-bis. Promozione a titolo onorifico per il personale militare che cessa dal servizio 
RINNOVAZIONE DEI GIUDIZI DI AVANZAMENTO           
Art. 1085. Cessazione delle cause impeditive della valutazione o della promozione degli ufficiali
Art. 1086. Ufficiale che ha cessato dalla carica di Ministro o Sottosegretario      
Art. 1087. Ufficiale sospeso dalla promozione con determinazione del Ministro    
Art. 1088. Maturazione tardiva dei requisiti speciali per gli ufficiali       
Art. 1089. Cessazione dei motivi della sospensione discrezionale          
Art. 1090. Giudizi annullati in sede di tutela amministrativa o giurisdizionale     
Art. 1091. Ricostruzione della carriera 
Art. 1092. Estensione di norme    
NORME PARTICOLARI PER GLI UFFICIALI IN SERVIZIO PERMANENTE
Art. 1093. Requisiti generali per l’avanzamento degli ufficiali           
Art. 1094. Attribuzione dei gradi di vertice                  
Art. 1095. (abrogato)       
Art. 1096. Requisiti speciali     
Art. 1097. Forme di avanzamento   
Art. 1098. Mancato superamento di corsi ed esami prescritti ai fini dell’avanzamento  
Art. 1099. Promozione dei tenenti colonnelli a disposizione          
AVANZAMENTO DEGLI UFFICIALI DELL’ESERCITO ITALIANO   
Art. 1099-bis. Dotazioni organiche e profili di carriera degli ufficiali dell’Esercito italiano
Art. 1100. Mancato conseguimento del diploma di laurea             
Artt. 1101.-1136. (abrogati)   
AVANZAMENTO DEGLI UFFICIALI DELLA MARINA MILITARE    
Art. 1136-bis. Dotazioni organiche e profili di carriera degli ufficiali della Marina militare
Art. 1137. Ulteriori requisiti per la valutazione degli ufficiali della Marina militare   
Art. 1137-bis. Mancato conseguimento del diploma di laurea             
Artt. 1138-1185. (abrogati)   
AVANZAMENTO DEGLI UFFICIALI DELL’AERONAUTICA MILITARE  
Art. 1185-bis. Dotazioni organiche e profili di carriera degli ufficiali dell’Aeronautica militare
Artt. 1186-1226. (abrogati)   
AVANZAMENTO DEGLI UFFICIALI DELL’ARMA DEI CARABINIERI  
Art. 1226-bis. Dotazioni organiche e profili di carriera degli ufficiali dell’Arma dei carabinieri
Art. 1227. Estensione di norme ai fini dell’avanzamento               
Art. 1228-1230. (abrogati)     
Art. 1231. Mancato conseguimento del diploma di laurea             
Art. 1232-1239. (abrogati)      
AVANZAMENTO DEGLI UFFICIALI AUSILIARI            
Ufficiali in ferma prefissata e delle forze di completamento        
Art. 1240. Avanzamento degli ufficiali in ferma prefissata             
Art. 1241. Avanzamento degli ufficiali delle forze di completamento          
Ufficiali piloti e navigatori di complemento              
Art. 1242. Aliquote di valutazione   
Art. 1243. Periodi di permanenza minima nel grado e requisiti speciali        
Art. 1244. Estensione di norme                          
Art. 1245. Periodi di servizio effettivo presso società di navigazione aerea      
AVANZAMENTO DEGLI UFFICIALI IN CONGEDO         
Norme comuni      
Art. 1246. Categorie di ufficiali in congedo                     
Art. 1247. Aliquote di ruolo per la valutazione                   
Art. 1248. Idoneità al servizio militare incondizionato               
Art. 1249. Cause di sospensione della valutazione o della promozione       
Art. 1250. Promozioni      
Ufficiali in ausiliaria   
Art. 1251. Grado massimo      
Art. 1252. Requisiti per l’avanzamento 
Art. 1253. Promozioni     
Ufficiali di complemento 
Art. 1254. Grado massimo      
Art. 1255. Requisiti per l’avanzamento 
Art. 1256. Promozioni    
Art. 1257. Promozione degli ufficiali
Requisiti speciali per l’avanzamento degli ufficiali di complemento    
Art. 1258. Ufficiali delle Armi di fanteria, cavalleria, artiglieria genio e trasmissioni    
Art. 1259. Ufficiali dell’Arma dei trasporti e dei materiali           
Art. 1260. Ufficiali del Corpo degli ingegneri dell’Esercito italiano       
Art. 1261. Ufficiali del Corpo sanitario dell’Esercito italiano           
Art. 1262. Ufficiali del Corpo di commissariato dell’Esercito italiano        
Art. 1263. Periodi di imbarco per gli ufficiali della Marina militare       
Art. 1264. Ufficiali dei vari Corpi della Marina militare             
Art. 1265. Ufficiali del ruolo naviganti dell’Aeronautica militare        
Art. 1266. Ufficiali del ruolo delle armi dell’Aeronautica militare        
Art. 1267. Ufficiali del Corpo di commissariato aeronautico          
Art. 1268. Ufficiali del Corpo sanitario aeronautico               
Art. 1269. Ufficiali dell’Arma dei carabinieri                
Ufficiali della riserva 
Art. 1270. Grado massimo    
Art. 1271. Requisiti per l’avanzamento
Art. 1272. Promozioni   
AVANZAMENTO DEI SOTTUFFICIALI DELL’ESERCITO ITALIANO, DELLA
MARINA MILITARE E DELL’AERONAUTICA MILITARE         
Disposizioni generali
Art. 1273. Avanzamento a scelta
Art. 1274. Condizioni particolari per l’avanzamento             
Art. 1275. Ulteriori condizioni particolari per l’avanzamento dei sottufficiali della Marina militare
Profilo di carriera dei marescialli                  
Art. 1276. Articolazione della carriera 
Art. 1277. Forme di avanzamento    3
Art. 1278. Periodi minimi di permanenza nel grado                
Art. 1279. Condizioni particolari per l’avanzamento dei marescialli dell’Esercito italiano   
Art. 1280. Condizioni particolari per l’avanzamento dei marescialli della Marina militare  
Art. 1281. Condizioni particolari per l’avanzamento dei marescialli dell’Aeronautica militare
Art. 1282. Avanzamento a scelta al grado di luogotenente per il personale militare dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare                
Profilo di carriera dei sergenti                    
Art. 1283. Articolazione della carriera 
Art. 1284. Forme di avanzamento                         
Art. 1285. Periodi di permanenza minima nel grado                 
Art. 1286. Condizioni particolari per l’avanzamento dei sergenti dell’Esercito italiano   
Art. 1287. Condizioni particolari per l’avanzamento dei sergenti della Marina militare    
Art. 1288. Condizioni particolari per l’avanzamento dei sergenti dell’Aeronautica militare Avanzamento degli ispettori e dei sovrintendenti dell’Arma dei carabinieri 
Disposizioni generali 
Art. 1289. Avanzamento a scelta degli ispettori e dei sovrintendenti         
Art. 1290. Condizioni per l’avanzamento
Profilo di carriera degli ispettori                    
Art. 1291. Articolazione della carriera 
Art. 1292. Forme di avanzamento   
Art. 1293. Periodi minimi di permanenza nel grado                
Art. 1294. Condizioni particolari per l’avanzamento dei marescialli capo      
Art. 1295. Avanzamento a scelta al grado di maresciallo maggiore          
Art. 1295-bis. Avanzamento a scelta al grado di luogotenente            
Art. 1296. Avanzamento a sottotenente 
Profilo di carriera dei sovrintendenti                
Art. 1297. Articolazione della carriera 
Art. 1298. Forme di avanzamento   
Art. 1299. Periodi minimi di permanenza nel grado                 
Art. 1300. [Avanzamento a scelta dei sovrintendenti] (abrogato)        
AVANZAMENTO DEI GRADUATI E MILITARI DI TRUPPA       
Avanzamento dei militari di truppa                   
Art. 1301. Avanzamento al grado di caporale o corrispondenti         
Art. 1302. Avanzamento al grado di caporal maggiore e corrispondenti          
Art. 1303. Avanzamento al grado di 1° caporal maggiore e corrispondenti        
Art. 1304. Conferimento del grado
Art. 1305. Estensione delle norme sull’avanzamento               
Profilo di carriera dei volontari in servizio permanente         
Art. 1306. Articolazione della carriera 
Art. 1307. Avanzamento dei volontari in servizio permanente             
Art. 1307-bis. Attribuzione della qualifica speciale ai caporal maggiori capi scelti e gradi corrispondenti dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare   
Art. 1308. Condizioni particolari per l’avanzamento dei volontari della Marina militare 
Art. 1309. Ulteriori condizioni particolari per l’avanzamento dei volontari della Marina militare
Profilo di carriera degli appuntati e carabinieri         
Art. 1310. Articolazione della carriera 
Art. 1311. Avanzamento degli appuntati e carabinieri           
Art. 1312. Impedimenti alla valutazione
Art. 1313. [Promozione a vice brigadiere] (abrogato)              
AVANZAMENTO NEL RUOLO D’ONORE             
Personale iscritto nel ruolo d’onore                
Art. 1314. Promozioni nel ruolo d’onore
Art. 1315. Nomina dei sottufficiali a ufficiale                  
Art. 1316. Forma di avanzamento    
Art. 1317. Limite alle promozioni per gli ufficiali                
Art. 1318. Nomina al grado vertice dei ruoli marescialli e ispettori           
Personale decorato al valor militare o civile in servizio        
Art. 1319. Promozioni per i trattenuti o richiamati in servizio             
Art. 1320. Forma di avanzamento   
ATTRIBUZIONE DI QUALIFICHE INDIPENDENTI DAL GRADO     
Primo capitano  
Art. 1321. Qualifica     
Art. 1322. Conferimento della qualifica di primo capitano             
Primo Luogotenente a qualifica speciale              
Art. 1323. Attribuzione della qualifica di primo luogotenente ai luogotenenti dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare              
Art. 1323-bis. Attribuzione della qualifica speciale ai sergenti maggiori capo dell’Esercito italiano,
della Marina militare e dell’Aeronautica militare               
Art. 1324. (abrogato)        
Art. 1325. [Cause impeditive] (abrogato)
Art. 1325-bis. Attribuzione della qualifica di carica speciale ai luogotenenti dell’Arma dei carabinieri               
Art. 1325-ter. Attribuzione della qualifica speciale ai brigadieri capo dell’Arma dei carabinieri
Art. 1325-quater. Attribuzione della qualifica speciale agli appuntati scelti dell’Arma dei carabinieri              
AVANZAMENTO IN TEMPO DI GUERRA O DI GRAVE CRISI INTERNAZIONALE            
Disposizioni generali 
Art. 1326. Definizione     
Art. 1327. Generale e gradi corrispondenti                   
Art. 1328. Aiutante di battaglia    
Art. 1329. Requisiti per l’avanzamento 
Art. 1330. Collocamento in aspettativa per prigionia di guerra e irreperibilità accertata   
Art. 1331. Avanzamento a scelta degli ufficiali                   
Art. 1332. Colonnelli dell’Esercito italiano dei ruoli delle Armi            
Art. 1333. Ufficiali di complemento  
Art. 1334. Ufficiali della riserva 
Art. 1335. Avanzamento dei militari in particolari condizioni fisiche          
Promozioni e avanzamenti per merito di guerra         
Art. 1336. Generalità        
Art. 1337. Promozione per merito di guerra                   
Art. 1338. Ufficiali in particolari situazioni                    
Art. 1339. Disposizioni generali sull’avanzamento per merito di guerra         
Art. 1340. Avanzamento per merito di guerra degli ufficiali             
Art. 1341. Proposte     
Avanzamento dei militari reduci da prigionia              
Art. 1342. Militari in servizio permanente                   
Art. 1343. Ufficiale delle categorie in congedo e del ruolo d’onore           
Art. 1344. Militare ferito   
Norme finali      
Art. 1345. Funzioni del grado superiore
DISCIPLINA MILITARE                 
FONDAMENTI DELLE ISTITUZIONI MILITARI             
Art. 1346. Disciplina militare  
Art. 1347. Obbedienza     
DOVERI    
Art. 1348. Dovere di fedeltà     
Art. 1349. Ordini militari    
Art. 1350. Condizioni per la applicazione delle disposizioni in materia di disciplina     
Art. 1351. Uso dell’uniforme  
SANZIONI DISCIPLINARI
Disposizioni generali 
Art. 1352. Illecito disciplinare  
Art. 1353. Tassatività delle sanzioni  
Art. 1354. Titolarità del potere sanzionatorio                  
Art. 1355. Criteri per la irrogazione delle sanzioni disciplinari          
Art. 1356. Militari tossicodipendenti, alcooldipendenti e assuntori di sostanze dopanti 
Classificazione delle sanzioni disciplinari               
Art. 1357. Sanzioni disciplinari di stato 
Art. 1358. Sanzioni disciplinari di corpo
Art. 1359. Richiamo        
Art. 1360. Rimprovero    
Art. 1361. Consegna        
Art. 1362. Consegna di rigore   
Istanze e ricorsi avverso le sanzioni disciplinari di corpo        
Art. 1363. Organo sovraordinato 
Art. 1364. Istanza di riesame e ricorso gerarchico               
Art. 1365. Istanza di riesame delle sanzioni disciplinari di corpo            
Art. 1366. Ricorso gerarchico avverso le sanzioni disciplinari di corpo        
Disposizioni particolari
Art. 1367. Presentazione dei militari puniti                  
Art. 1368. Sospensione e condono delle sanzioni disciplinari di corpo        
Art. 1369. Cessazione degli effetti delle sanzioni disciplinari di corpo       
PROCEDIMENTO DISCIPLINARE                  
Disposizioni generali 
Art. 1370. Contestazione degli addebiti e diritto di difesa             
Art. 1371. Divieto di sostituzione delle sanzioni disciplinari            
Art. 1372. Annullamento d’ufficio del procedimento disciplinare           
Art. 1373. Rinnovazione del procedimento disciplinare             
Art. 1374. Estinzione del procedimento disciplinare             
Procedimento disciplinare di stato                
Art. 1375. Potestà sanzionatoria di stato 
Art. 1376. Inizio del procedimento disciplinare di stato             
Art. 1377. Inchiesta formale     
Art. 1378. Autorità competenti a ordinare l’inchiesta formale             
Art. 1379. Applicazione della sospensione disciplinare            
Art. 1380. Composizione delle commissioni di disciplina         
Art. 1381. Commissioni di disciplina per gli ufficiali generali, colonnelli e gradi corrispondenti
Art. 1382. Commissioni di disciplina per gli altri ufficiali             
Art. 1383. Commissioni di disciplina per i sottufficiali, i graduati e i militari di truppa   
Art. 1384. Commissioni di disciplina per gli appuntati e carabinieri         
Art. 1385. Commissioni di disciplina per militari appartenenti a diverse Forze armate  
Art. 1386. Ricusazione       
Art. 1387. Convocazione della commissione di disciplina             
Art. 1388. Procedimento davanti alla commissione di disciplina            
Art. 1389. Decisione del Ministro della difesa                    
Art. 1390. Norme per i militari residenti all’estero                
Art. 1391. Procedimenti a carico di militari di diverse categorie            
Art. 1392. Termini del procedimento disciplinare di stato            
Art. 1393. Sospensione del procedimento disciplinare                 
Art. 1394. Ricostruzione di carriera  
Art. 1395. Disposizioni per il tempo di guerra o di grave crisi internazionale       
Procedimento disciplinare di corpo                  
Art. 1396. Autorità militari competenti 
Art. 1397. Procedura da seguire nel rilevare l’infrazione               
Art. 1398. Procedimento disciplinare
Art. 1399. Procedure per infliggere la consegna di rigore               
Art. 1400. Commissione di disciplina
Art. 1401. Provvedimenti provvisori a titolo precauzionale              
ONORIFICENZE MILITARI E RICOMPENSE               
Ordine militare d’Italia
Art. 1402. Finalità        
Art. 1403. Organizzazione       
Art. 1404. Classi        
Art. 1405. Conferimento  
Art. 1406. Militari stranieri    
Art. 1407. Conferimento alla Bandiera 
Art. 1408. Cessazione dall’Ordine
Art. 1409. Disposizioni regolamentari 
Ricompense al valor militare
Art. 1410. Istituzione       
Art. 1411. Tipologia      
Art. 1412. Concessione      
Art. 1413. Concessione in tempo di pace
Art. 1414. Criteri per la concessione  
Art. 1415. Atto di conferimento    
Art. 1416. Proposta      
Art. 1417. Militari in congedo ed estranei alle Forze armate            
Art. 1418. Parere della Commissione consultiva                 
Art. 1419. Stato di guerra o di grave crisi internazionale               
Art. 1420. Concessioni alla memoria
Art. 1421. Atti di valore reiterati 
Art. 1422. Requisiti dei congiunti   
Art. 1423. Concessione ai reparti   
Art. 1424. Pubblicazioni    
Art. 1425. Perdita delle ricompense e incapacità a conseguirle          
Art. 1426. Pareri      
Art. 1427. Casi di sospensione    
Art. 1428. Perdita di altre ricompense
Art. 1429. Decorrenza della perdita
Art. 1430. Riabilitazione    
Art. 1431. Nuovi atti di valore  
Art. 1432. Norma di rinvio   
Ricompense al valore e al merito dell’Esercito            
Art. 1433. Istituzione         
Art. 1434. Medaglie al valore dell’Esercito                    
Art. 1435. Croce al merito      
Ricompense al valore e al merito di Marina             
Art. 1436. Istituzione        
Art. 1437. Medaglie al valore di Marina
Art. 1438. Medaglie al merito di Marina
Ricompense al valore e al merito Aeronautico               
Art. 1439. Istituzione        
Art. 1440. Medaglie al valore aeronautico                  
Ricompense al valore e al merito dell’Arma dei carabinieri    
Art. 1441. Istituzione        
Art. 1442. Medaglie al valore dell’Arma dei carabinieri              
Art. 1443. Croci al merito dell’Arma dei carabinieri            
Norme comuni alle ricompense al valore e al merito di Forza armata    
Art. 1444. Definizioni     
Art. 1445. Commissioni consultive per le ricompense al valore o al merito di Forza armata
Art. 1446. Atto di conferimento    
Art. 1447. Pubblicazioni    
Art. 1448. Opposizione      
Art. 1449. Concessione alla memoria
Art. 1450. Assegnazione di insegne e brevetti ai congiunti            
Art. 1451. Impedimenti al conseguimento delle ricompense e perdita delle stesse     
Art. 1452. Riacquisto delle ricompense 
Art. 1453. Norma di rinvio   
Croce al merito di guerra
Art. 1454. Istituzione       
Art. 1455. Conferimento    
Art. 1456. Reclamo     
Art. 1457. Normativa applicabile  
Art. 1458. Caratteristiche della croce al merito di guerra              
Medaglia mauriziana
Art. 1459. Istituzione        
Art. 1460. Computo degli anni di servizio militare                
Art. 1461. Caratteristiche della medaglia mauriziana               
Encomi, elogi e altre ricompense                  
Art. 1462. Encomi ed elogi  
Art. 1463. Croce d’onore alle vittime di atti di terrorismo o di atti ostili impegnate in operazioni militari e civili all’estero    
Art. 1464. Distinzioni onorifiche e altre ricompense              
ESERCIZIO DEI DIRITTI                   
DISPOSIZIONI GENERALI 
Art. 1465. Diritti riconosciuti dalla Costituzione                  
Art. 1466. Limitazioni all’applicabilità di sanzioni disciplinari           
Art. 1467. Applicazione del principio di pari opportunità               
Art. 1468. Discriminazioni e molestie
LIBERTÀ FONDAMENTALI
Art. 1469. Libertà di circolazione e sede di servizio                 
Art. 1470. Libertà di riunione  
Art. 1471. Libertà di culto    
Art. 1472. Libertà di manifestazione del pensiero                
Art. 1473. Autorità competente al rilascio della autorizzazione           
Art. 1474. Diritto di informazione e di istruzione                  
Art. 1475. Limitazioni all’esercizio del diritto di associazione e divieto di sciopero   
ORGANI DI RAPPRESENTANZA MILITARE              
Art. 1476. Organo centrale, organo intermedio, organo di base           
Art. 1477. Procedura di elezione 
Art. 1478. Riunioni, competenze, attività
Art. 1479. Divieto di condizionamento del mandato di rappresentanza        
Art. 1480. Trasferimento del delegato
Art. 1481. Contenuti del rapporto di impiego                  
Art. 1482. Disposizioni di esecuzione in materia di rappresentanza militare       
ESERCIZIO DEI DIRITTI POLITICI                 
Disposizioni generali 
Art. 1483. Esercizio delle libertà in ambito politico                 
Elettorato passivo    
Art. 1484. Esercizio del diritto di elettorato passivo               
Art. 1485. Cause di ineleggibilità al Parlamento                 
Art. 1486. Cause di ineleggibilità alla carica di consigliere regionale         
Art. 1487. Cause di ineleggibilità a cariche amministrative              
Art. 1488. Collocamento in aspettativa e trattamento economico            
Elettorato attivo 
Art. 1489. Esercizio del diritto di voto per i militari in servizio di ordine pubblico   
Art. 1490. Esercizio del diritto di voto per i militari in servizio         
Art. 1491. Esercizio del diritto di voto per i militari temporaneamente all’estero per motivi di servizio o missioni internazionali  
Limitazioni all’accesso a taluni uffici pubblici            
Art. 1492. Ufficio di giudice popolare e di componente di seggio elettorale      
DIRITTI SOCIALI  
Tutela della maternità e della paternità                
Art. 1493. Estensione della normativa per il personale della Pubblica Amministrazione   
Art. 1494. Disposizioni particolari
Art. 1495. Effetti sullo stato giuridico
Diritto alla salute  
Art. 1496. Diritto alla salute e alla sicurezza sui luoghi di lavoro        
Art. 1497. Sanitario di fiducia 
Art. 1498. Attività di informazione e prevenzione in materia di sostanze stupefacenti, psicotrope, alcoliche e dopanti         
Art. 1499. Stato di dipendenza dei militari in ferma o in servizio permanente effettivo   
Licenze e permessi 
Art. 1500. Allievi degli istituti militari 
Art. 1501. Permessi per i volontari in ferma prefissata           
Art. 1502. Licenza ordinaria per i volontari in ferma prefissata          
Art. 1503. Licenza straordinaria per i volontari in ferma prefissata         
Art. 1504. Licenza per l’elevazione e aggiornamento culturale dei volontari in ferma prefissata
Art. 1505. Permessi speciali notturni   
Art. 1506. Norma di salvaguardia   
PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI               
Art. 1507. Esercizio del diritto alla protezione dei dati personali            
PERSONALE DELLE BANDE MUSICALI           
RECLUTAMENTO E FORMAZIONE                  
Art. 1508. Reclutamento e trasferimento ad altri ruoli                
Art. 1509. Reclutamento e formazione di personale musicante           
RUOLI E ORGANICI
Art. 1510. Ruoli dei musicisti  
Art. 1511. Organici delle Bande 
Art. 1512. Maestro direttore e maestro vice direttore               
Art. 1513. Funzioni del maestro direttore
Art. 1514. Funzioni del maestro vice direttore            
Art. 1515. Orchestrali e archivisti  
STATO GIURIDICO
Art. 1516. Inidoneità tecnica     
Art. 1517. Uniforme e impiego    
Art. 1518. Trattenimento in servizio del maestro direttore              
AVANZAMENTO  
Art. 1519. Avanzamento del maestro direttore                   
Art. 1520. Avanzamento del maestro vice direttore                 
Art. 1521. Progressione di carriera dei sottufficiali                
Art. 1522. Attribuzione della qualifica di primo luogotenente e qualifiche corrispondenti  
Art. 1523. Norma finale       
PERSONALE DEI GRUPPI SPORTIVI             
Art. 1524. Reclutamento e trasferimento ad altri ruoli                
LIBRO QUINTO
PERSONALE CIVILE E PERSONALE AUSILIARIO DELLE FORZE ARMATE
DISPOSIZIONI GENERALI                    
Art. 1525. Rapporti con l’ordinamento generale del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche          
PERSONALE CIVILE 
DOTAZIONE ORGANICA
Art. 1526. Determinazione della dotazione organica               
Art. 1527. Reimpiego del personale civile                    
Art. 1528. Procedura di reimpiego
Art. 1529. Ambito e ulteriori modalità per il reimpiego             
Art. 1529-bis. Formazione     
DOCENTI        
Art. 1530. Profilo di docente presso le scuole di lingue estere              
Art. 1531. Conferimento di incarichi a docenti civili per l’insegnamento di materie non militari presso scuole, istituti ed enti delle Forze armate                
TRATTAMENTO ECONOMICO                  
Art. 1532. Missione fuori sede    
PERSONALE RELIGIOSO              
PERSONALE DEL SERVIZO DI ASSISTENZA SPIRITUALE       
Ordinario militare, Vicario generale e ispettori              
Art. 1533. Direzione del Servizio di assistenza spirituale               
Art. 1534. Nomina dell’Ordinario militare, del Vicario generale e degli ispettori    
Art. 1535. Nuove designazioni    
Art. 1536. Obbligo del giuramento
Art. 1537. Formula del giuramento dell’Ordinario militare             
Art. 1538. Formula del giuramento del Vicario generale               
Art. 1539. Cessazione dall’ufficio per limiti di età                
Art. 1540. Cessazione dall’ufficio d’autorità                 
Art. 1541. Trattamento di quiescenza                   
Art. 1542. Norma di rinvio per il Vicario e gli ispettori              
Art. 1543. Cessazione dall’ufficio   
Art. 1544. Richiami in servizio   
Art. 1545. Collocamento in congedo assoluto                
Disposizioni generali sui cappellani militari              
Art. 1546. Gradi gerarchici   
Art. 1547. Stato giuridico      
Art. 1548. Nomina        
Art. 1549. Requisiti per la nomina
Art. 1550. Giuramento     
Art. 1551. Categorie        
Art. 1552. Ruoli         
Art. 1553. Anzianità di grado   
Art. 1554. Detrazioni di anzianità  
Art. 1555. Normativa penale e disciplinare applicabile              
Art. 1556. Documentazione matricolare 
Art. 1557. Documentazione caratteristica
Art. 1558. Licenze         
Cappellani militari in servizio permanente               
Art. 1559. Nomina         
Art. 1560. Disposizioni generali sull’impiego                
Art. 1561. Incompatibilità      
Art. 1562. Posizioni di stato     
Art. 1563. Servizio effettivo    
Art. 1564. Idoneità al servizio incondizionato                 
Art. 1565. Cause dell’aspettativa 
Art. 1566. Durata dell’aspettativa   
Art. 1567. Decorso dell’aspettativa
Art. 1568. Scadenza dell’aspettativa  
Art. 1569. Richiamo in servizio dall’aspettativa                 
Art. 1570. Disposizioni generali sull’aspettativa                 
Art. 1571. Disponibilità       
Art. 1572. Richiami dalla posizione di disponibilità                 
Art. 1573. Cessazione dalla posizione di disponibilità                
Art. 1574. Sospensione dall’impiego
Art. 1575. Sanzioni disciplinari ecclesiastiche                 
Art. 1576. Norma di rinvio in materia di sospensione dall’impiego           
Cessazione dal servizio permanente dei cappellani militari       
Art. 1577. Cause di cessazione dal servizio permanente              
Art. 1578. Cessazione dal servizio permanente per età                
Art. 1579. Cessazione dal servizio permanente per infermità            
Art. 1580. Decorrenza del provvedimento di cessazione dal servizio per infermità    
Art. 1581. Cessazione dal servizio permanente per non idoneità agli uffici del grado    
Art. 1582. Cessazione dal servizio permanente a domanda              
Art. 1583. Cessazione dal servizio permanente d’autorità              
Art. 1584. Cessazione dal servizio permanente per nomina a vescovo          
Cappellani militari in congedo                  
Art. 1585. Generalità        
Art. 1586. Posizioni di stato     
Art. 1587. Doveri       
Art. 1588. Collocamento in congedo assoluto                  
Art. 1589. Sospensione dalle funzioni del grado                 
Art. 1590. Richiami in servizio    
Art. 1591. Provvedimenti di richiamo
Cappellani militari di complemento                   
Art. 1592. Nomina       
Art. 1593. Domande di nomina    
Art. 1594. Cessazione dal complemento
Cappellani militari della riserva                   
Art. 1595. Generalità   
Art. 1596. Collocamento in congedo assoluto               
Perdita del grado 
Art. 1597. Cause di perdita del grado
Art. 1598. Reintegrazione nel grado  
Disciplina      
Art. 1599. Sanzioni disciplinari di stato 
Art. 1600. Inchiesta formale     
Art. 1601. Avvio dell’inchiesta formale
Art. 1602. Inquirente        
Art. 1603. Decisioni del Ministro   
Art. 1604. Deferimento alla commissione di disciplina               
Art. 1605. Composizione della commissione di disciplina             
Art. 1606. Norma di rinvio   
Disposizioni per il tempo di guerra e di grave crisi internazionale      
Art. 1607. Richiamo in servizio    
Avanzamento dei cappellani militari                 
Art. 1608. Modalità di avanzamento  
Art. 1609. Promozioni dei cappellani militari                  
Art. 1610. Valutazioni, impedimenti e sospensioni                
Profilo di carriera dei cappellani militari in servizio permanente      
Art. 1611. Forme di avanzamento   
Art. 1612. Periodi di permanenza minima nel grado                
Art. 1613. Promozioni a scelta nel grado superiore                 
Art. 1614. Avanzamento dei cappellani militari addetti              
Art. 1615. Avanzamento a scelta dei cappellani militari capi            
Art. 1616. Modalità per lo scrutinio  
Avanzamento dei cappellani militari in congedo           
Art. 1617. Programmazione   
Art. 1618. Promozioni dei cappellani militari in congedo             
Ruolo d’onore  
Art. 1619. Iscrizione nel ruolo d’onore 
RELIGIOSE IN SERVIZIO PRESSO GLI STABILIMENTI SANITARI MILITARI
Art. 1620. Assunzione e servizio 
TRATTAMENTO ECONOMICO                  
Personale del servizio di assistenza spirituale             
Art. 1621. Trattamento economico dell’Ordinario militare, degli ispettori e dei cappellani militari
Art. 1622. Riduzione o sospensione degli assegni                
Religiose in servizio presso gli stabilimenti sanitari militari       
Art. 1623. Retribuzione       
Art. 1624. Trattamento economico di missione e trasferimento          
TRATTAMENTO PREVIDENZIALE                 
Art. 1625. Pensioni normali e privilegiate del personale del servizio di assistenza spirituale 
PERSONALE DELLA CROCE ROSSA ITALIANA AUSILIARIO DELLE FORZE ARMATE                            
PERSONALE DEL CORPO MILITARE                
Disposizioni generali 
Art. 1626. Corpo speciale volontario  
Art. 1627. Ruoli del Corpo militare della Croce rossa italiana             
Art. 1628. Trasferimento tra ruoli   
Art. 1629. Gerarchia        
Art. 1630. Grado       
Reclutamento      
Art. 1631. Requisiti      
Art. 1632. Arruolamento nel ruolo normale                     
Art. 1633. Arruolamento nel ruolo speciale                    
Art. 1634. Personale militare in congedo
Art. 1635. Nomina del personale di assistenza nei ruoli direttivi            
Art. 1636. Idoneità fisica al servizio  
Art. 1637. Non ammissioni e speciali autorizzazioni               
Art. 1638. Incompatibilità      
Nomine         
Art. 1639. Generalità        
Art. 1640. Domande di arruolamento
Art. 1641. Commissione centrale del personale                 
Art. 1642. Numero delle nomine
Arruolamento del personale direttivo               
Art. 1643. Ufficiali medici e farmacisti 
Art. 1644. Ufficiali commissari    
Art. 1645. Ufficiali contabili     
Art. 1646. Cappellani        
Arruolamento del personale di assistenza                
Art. 1647. Nomina a maresciallo 
Art. 1648. Nomina a sergente o a sergente maggiore               
Art. 1649. Nomina a caporal maggiore 
Art. 1650. Nomina a caporale  
Art. 1651. Nomina a milite   
Sezione VI – Stato giuridico     
Art. 1652. Anzianità di grado  
Art. 1653. Normativa penale e disciplinare applicabile              
Art. 1654. Qualifica di pubblico ufficiale
Art. 1655. Giuramento     
Art. 1656. Obblighi del personale direttivo                   
Art. 1657. Obblighi del personale di assistenza                 
Art. 1658. Durata dell’arruolamento per il personale direttivo             
Art. 1659. Durata dell’arruolamento del personale di assistenza            
Art. 1660. Dipendenti di pubbliche amministrazioni              
Art. 1661. Transito nel ruolo di riserva 
Art. 1662. Non idoneità al servizio del personale direttivo             
Art. 1663. Transito nel ruolo degli indisponibili                 
Art. 1664. Collocamento fuori quadro
Art. 1665. Transito dal ruolo speciale al ruolo normale              
Art. 1666. Cessazione dal ruolo di riserva
Art. 1667. Perdita del grado    
Obblighi di servizio                         
Art. 1668. Chiamate in servizio    
Art. 1669. Mobilitazione urgente 
Disciplina  
Art. 1670. Speciali obblighi disciplinari
Art. 1671. Sospensione dal grado   
Art. 1672. Commissione di disciplina per il personale in servizio          
Art. 1673. Inchiesta disciplinare nei confronti del personale in congedo         
Art. 1674. Commissioni di disciplina per il personale in congedo         
Art. 1675. Incompatibilità     
Art. 1676. Procedimento disciplinare di stato                  
Documentazione personale
Art. 1677. Ruoli matricolari     
Art. 1678. Variazioni matricolari 
Art. 1679. Variazioni matricolari del personale in servizio presso altri enti        
Art. 1680. Servizio matricolare    
Disposizioni generali in materia di avanzamento            
Art. 1681. Requisiti generali     
Art. 1682. Promozioni     
Art. 1683. Nomina dell’ispettore nazionale del Corpo militare           
Avanzamento del personale direttivo                
Art. 1684. Modalità di avanzamento  
Art. 1685. Profilo di carriera e periodi di permanenza minima nel grado        
Art. 1686. Giudizi di avanzamento
Art. 1687. Impedimenti e sospensioni
Art. 1688. Elementi di giudizio   
Art. 1689. Requisiti speciali per l’avanzamento                 
Art. 1690. Formazione degli elenchi per l’avanzamento             
Art. 1691. Commissione per il personale
Art. 1692. Decisioni      
Art. 1693. Avanzamento per meriti eccezionali                   
Art. 1694. Non prescelti    
Art. 1695. Qualifica di primo capitano 
Art. 1696. Nomina a sottotenente   
Art. 1697. Ruolo degli indisponibili 
Art. 1698. Ruolo speciale      
Avanzamento del personale di assistenza              
Art. 1699. Modalità di avanzamento 
Art. 1700. Procedimento di avanzamento
Art. 1701. Anzianità di grado richiesta per l’avanzamento            
Art. 1702. Requisiti per l’avanzamento 
Art. 1703. Promozione a sottotenenti commissari o contabili            
Art. 1704. Giudizi di avanzamento
Art. 1705. Esami ed esperimenti 
Art. 1706. Elementi di giudizio    
Art. 1707. Elenchi e specchi di avanzamento                 
Art. 1708. Decisioni      
Art. 1709. Non idoneità all’avanzamento
Avanzamento in tempo di guerra o di grave crisi internazionale      
Art. 1710. Avanzamenti straordinari nel ruolo                   
Art. 1711. Proposte di avanzamento straordinario nel ruolo              
Art. 1712. Avanzamento straordinario di ruolo                  
Art. 1713. Giudizi di avanzamento
Art. 1714. Procedimento di avanzamento                      
Art. 1715. Disposizioni speciali 
Ufficiali fuori quadro  
Art. 1716. Servizio presso le Forze armate o altri enti                
Art. 1717. Altre ipotesi di fuori quadro 
Art. 1718. Transito nell’elenco dei fuori quadro                 
Art. 1719. Elenco dei fuori quadro
Art. 1720. Avanzamento    
Art. 1721. Norme applicabili per gli avanzamenti del personale fuori quadro      
Art. 1722. Posti vacanti da assegnare agli ufficiali fuori quadro           
Art. 1723. Rientro nel ruolo normale
Art. 1724. Collocamento in soprannumero (abrogato)               
Art. 1725. Eliminazione del soprannumero (abrogato)               
Precettazioni in tempo di guerra o di grave crisi internazionale    
Art. 1726. Precettazioni e assegnazioni 
Art. 1727. Accertamenti sanitari 
Art. 1728. Elenco transitorio    
PERSONALE DEL CORPO DELLE INFERMIERE VOLONTARIE    
Disposizioni generali 
Art. 1729. Generalità        
Art. 1730. Compiti delle infermiere volontarie                    
Art. 1731. Servizio          
Ordinamento e nomine
Art. 1732. Gerarchia        
Art. 1733. Nomina dell’Ispettrice nazionale                    
Art. 1734. Ufficio direttivo centrale  
Art. 1735. Provvedimenti di nomina e di cessazione delle appartenenti al Corpo    
Art. 1736. Qualifiche di grado superiore
Art. 1737. Nomina delle infermiere volontarie                   
Art. 1738. Iscrizione nei ruoli  
Art. 1739. Cancellazione dai ruoli   
Formazione    
Art. 1740. Partecipazione ai corsi di preparazione                
Art. 1741. Ammissione ai corsi di preparazione                 
Art. 1742. Durata e superamento dei corsi di preparazione              
Art. 1743. Svolgimento dei corsi di preparazione                   
Art. 1744. Tassa di iscrizione  
Art. 1745. Corsi di specializzazione 
Disciplina       
Art. 1746. Incompatibilità funzionali
Art. 1747. Sanzioni disciplinari    
Art. 1748. Potestà sanzionatoria 
Art. 1749. Commissione di disciplina
Art. 1750. Procedimento disciplinare
Documentazione personale
Art. 1751. Stato di servizio   
Art. 1752. Note caratteristiche  
Disposizioni finali    
Art. 1753. Chiamate in servizio   
Art. 1754. Servizio presso enti diversi 
Art. 1755. Assistenza sanitaria    
Art. 1756. Normativa applicabile   
TRATTAMENTO ECONOMICO                  
Personale del corpo militare 
Art. 1757. Trattamento economico del personale del Corpo militare della Croce rossa italiana
Personale del corpo delle infermiere volontarie           
Art. 1758. Trattamento economico delle infermiere volontarie          
TRATTAMENTO PREVIDENZIALE                 
Art. 1759. Valutazione del servizio prestato dal personale della Croce rossa italiana   
Art. 1760. Liquidazione delle pensioni per i servizi prestati in tempo di guerra o di grave crisi internazionale dal personale della Croce rossa italiana            
ASSOCIAZIONE DEI CAVALIERI ITALIANI DEL SOVRANO MILITARE
ORDINE DI MALTA    
PERSONALE MILITARE  
Art. 1761. Cooperazione con i servizi sanitari                   
Art. 1762. Servizi in tempo di guerra o di grave crisi internazionale         
Art. 1763. Servizi in tempo di pace
Art. 1764. Gradi gerarchici  
Art. 1765. Stato giuridico del personale
Art. 1766. Convenzioni     
Art. 1767. Qualifica di pubblico ufficiale
Art. 1768. Limiti minimi di età  
CORPO DELLE INFERMIERE VOLONTARIE              
Art. 1769. Istituzione       
Art. 1770. Reclutamento    
Art. 1771. Servizio volontario  
TRATTAMENTO ECONOMICO                  
Art. 1772. Trattamento economico degli associati               
TRATTAMENTO PREVIDENZIALE                  
Personale militare 
Art. 1773. Valutazione del servizio prestato nell’Associazione dei cavalieri italiani del sovrano militare ordine di Malta      
Art. 1774. Liquidazione delle pensioni per i servizi prestati in tempo di guerra nell’Associazione dei cavalieri italiani del sovrano militare ordine di Malta              
Corpo delle infermiere volontarie                  
Art. 1775. Servizio in tempo di guerra delle infermiere dell’Associazione dei cavalieri italiani del sovrano militare ordine di Malta  
LIBRO SESTO
TRATTAMENTO ECONOMICO, ASSISTENZA E BENESSERE DISPOSIZIONI GENERALI                   
Art. 1776. Ambito soggettivo di applicazione                  
Art. 1777. Rapporti con l’ordinamento generale del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche          
Art. 1778. Assenze per malattia    
Art. 1779. Attribuzione del trattamento economico                
Art. 1780. Principio di irreversibilità stipendiale                  
Art. 1781. Computo dell’anzianità di grado                     
Art. 1782. Computo dell’anzianità di servizio                   
Art. 1783. Computo del servizio anteriormente prestato             
PERSONALE DI LEVA
Art. 1784. Ripristino del servizio obbligatorio di leva                
Art. 1785. Trattamento economico dei militari in servizio obbligatorio di leva presso le Forze armate           
Art. 1786. Trattamento economico degli ufficiali di complemento           
Art. 1787. Rimborso spese di viaggio ai militari di leva residenti all’estero      
Art. 1788. Sospensione della paga   
Art. 1789. Assegni per il nucleo familiare
Art. 1790. Premio di congedamento  
PERSONALE IN FERMA VOLONTARIA            
Art. 1791. Retribuzione base dei volontari in ferma prefissata             
Art. 1792. Retribuzione accessoria dei volontari in ferma prefissata       
Art. 1793. Pagamento sostitutivo della licenza ordinaria              
Art. 1794. Rimborsi in caso di revoca della licenza ordinaria o richiamo dalla stessa    
Art. 1795. Retribuzione stipendiale degli ufficiali in ferma prefissata          
Art. 1796. Premio di fine ferma agli ufficiali in ferma prefissata            
Art. 1797. Premio di fine ferma agli ufficiali piloti e navigatori di complemento    
Art. 1798. Retribuzione degli allievi di scuole e accademie militari        
Art. 1799. Retribuzione delle forze di completamento               
PERSONALE MILITARE FINO AL GRADO DI CAPITANO     
TRATTAMENTO ECONOMICO STIPENDIALE            
Art. 1800. Stipendio parametrale 
TRATTAMENTO ECONOMICO STIPENDIALE AGGIUNTIVO       
Art. 1801. Scatti per invalidità di servizio
Art. 1802. Omogeneizzazione stipendiale
Art. 1803. Incentivi agli ufficiali piloti in servizio permanente effettivo        
Art. 1804. Incentivi al personale addetto al controllo del traffico aereo        
TRATTAMENTO ECONOMICO ACCESSORIO             
Art. 1805. Rinvio ai provvedimenti di concertazione in materia di trattamento economico accessorio          
Art. 1805-bis. Fondo per la retribuzione della produttività del personale militare transitato nelle aree funzionali del personale civile del Ministero della difesa            
TRATTAMENTO ECONOMICO EVENTUALE            
Trattamento economico di missione e di trasferimento           
Art. 1806. Rinvio ai provvedimenti di concertazione in materia di trattamento economico di missione e di trasferimento   
Trattamento economico di missione all’estero              
Art. 1807. Indennità di missione all’estero                   
Art. 1808. Indennità di lungo servizio all’estero                
Art. 1809. Indennità di servizio all’estero presso rappresentanze diplomatiche     
UFFICIALI GENERALI E UFFICIALI SUPERIORI         
TRATTAMENTO ECONOMICO STIPENDIALE           
Art. 1810. Principio di onnicomprensività                   
Art. 1810-bis. Stipendio                             
Art. 1810-ter. Indennità integrativa speciale                     
Art. 1811. Attribuzione stipendiale
Art. 1811-bis. Progressione economica 
Art. 1812. Progressione economica 
Art. 1813. Scatti per invalidità di servizio agli ufficiali generali e agli ufficiali superiori 
Art. 1814. Scatti demografici  
Art. 1815. Incentivi agli ufficiali generali e agli ufficiali superiori piloti in servizio permanente effettivo             
Art. 1816. Incentivi agli ufficiali generali e agli ufficiali superiori addetti al controllo del traffico aereo            
Art. 1817. Assegno pensionabile 
Art. 1818. Speciale indennità pensionabile ai generali o ammiragli delle Forze armate   
Art. 1819. Indennità di posizione 
Art. 1820. Indennità dirigenziale 
Art. 1821. Trattamento economico al personale in aspettativa per riduzione dei quadri  
TRATTAMENTO ECONOMICO ACCESSORIO            
Art. 1822. Indennità operative  
TRATTAMENTO ECONOMICO EVENTUALE            
Trattamento economico di missione, di trasferimento e di missione all’estero  
Art. 1823. Missioni e trasferimento degli ufficiali generali e degli ufficiali superiori    
Ulteriori istituti economici 
Art. 1824. Assegni per il nucleo familiare agli ufficiali generali e agli ufficiali superiori
Art. 1825. Compenso per lavoro straordinario agli ufficiali generali e agli ufficiali superiori 
Art. 1826. Ulteriori istituti economici per gli ufficiali generali e ufficiali superiori     
Art. 1826-bis. Fondo        
TITOLO VI – ASSISTENZA MORALE, BENESSERE E PROTEZIONE SOCIALE  
ISTITUTI DI RETRIBUZIONE INDIRETTA              
Art. 1827. Servizio di vettovagliamento 
Art. 1828. Alloggi di servizio 
INTERVENTI E ORGANISMI DI PROTEZIONE SOCIALE       
Art. 1829. Promozione del benessere del personale militare            
Art. 1830. Competenza statale  
Art. 1831. Quadro degli interventi   
Art. 1832. Formazione ed elevazione culturale                   
Art. 1833. Organismi di protezione sociale                   
Art. 1834. Concessione in uso di beni demaniali                 
MISURE DI SOSTEGNO ALLA FAMIGLIA               
Art. 1835. Rimborso spese sostenute per rette di asili nido             
Art. 1836. Fondo casa    
Art. 1837. Borse di studio      
Art. 1837-bis. Assistenza in favore delle famiglie dei militari             
Art. 1837-ter. Assistenza in favore del personale militare cessionario dei cani delle Forze armate
LIBRO SETTIMO
TRATTAMENTO PREVIDENZIALE E PER LE INVALIDITÀ DI SERVIZIO
DISPOSIZIONI GENERALI                   
Art. 1838. Ambito soggettivo di applicazione                 
TRATTAMENTO PREVIDENZIALE NORMALE         
ACCESSO AI TRATTAMENTI
Art. 1839. Trattamento pensionistico normale                   
Art. 1840. Cessazione dal servizio per limiti di età                
Art. 1841. Cessazione dal servizio per infermità non dipendente da causa di servizio    
Art. 1842. Cessazione dal servizio per infermità dipendente da causa di servizio    
Art. 1843. Cessazione dal servizio a domanda                  
Art. 1844. Cessazione dal servizio d’autorità                  
Art. 1845. Indennità per una volta tanto 
VALUTAZIONE DEI SERVIZI                   
Servizio effettivo     
Art. 1846. Ritenuta INPDAP     
Art. 1847. Computo del servizio effettivo
Art. 1848. Riunione e ricongiunzione dei servizi                 
Aumenti nel computo dei servizi                 
Art. 1849. Maggiorazioni del servizio effettivo                 
Art. 1850. Servizio nei reparti di campagna                   
Art. 1851. Servizio di controllo dello spazio aereo                
Art. 1852. Servizio di navigazione
Art. 1853. Servizio di volo   
Art. 1854. Servizio prestato negli uffici disagiati di frontiera terrestre          
Art. 1855. Servizio prestato negli stabilimenti militari di pena             
Art. 1856. Servizio all’estero presso le rappresentanze diplomatiche         
Art. 1857. Servizio prestato presso le Forze di polizia               
Art. 1858. Campagne di guerra    
Servizi computabili a domanda                  
Art. 1859. Navigazione mercantile
Art. 1860. Studi superiori richiesti agli ufficiali                 
Costituzione di posizione assicurativa                
Art. 1861. Diritto alla costituzione di posizione assicurativa           
Art. 1862. Divieto di costituzione di posizione assicurativa              
SISTEMA DI CALCOLO DELLA PENSIONE              
Art. 1863. Aumenti periodici di stipendio ai fini pensionistici             
Art. 1864. Trattamento di quiescenza del personale in ausiliaria            
Art. 1865. Trattamento di quiescenza del personale alternativo all’istituto dell’ausiliaria 
Art. 1866. Base contributiva e pensionabile                    
Art. 1867. Aliquote di rendimento   
Art. 1868. Effetti pensionistici delle indennità di impiego operativo         
Art. 1869. Maggiorazione per i percettori dell’indennità di aeronavigazione o di volo  
Art. 1870. Calcolo dell’indennità di ausiliaria                    
Art. 1871. Riliquidazione al termine dell’ausiliaria del trattamento di quiescenza determinato con il sistema di calcolo retributivo    
Art. 1872. Riliquidazione al personale nella riserva o in congedo assoluto del trattamento di quiescenza determinato con il sistema di calcolo retributivo            
Art. 1873. Trattamento di quiescenza determinato con il sistema di calcolo retributivo al personale dirigente cessato dalla posizione di aspettativa per riduzione dei quadri      
Art. 1874. Ritenuta INPDAP sul trattamento di quiescenza             
Art. 1875. Riliquidazione della pensione al personale richiamato dal congedo      
Art. 1876. Norma di salvaguardia per il personale trattenuto in servizio ovvero richiamato dal congedo o dall’ausiliaria    
Art. 1877. Non cumulabilità delle rate di pensione con assegni di attività spettanti dopo la cessazione dal servizio       
TRATTAMENTI PER LE INVALIDITÀ DI SERVIZIO          
RICONOSCIMENTO DELLA CAUSA DI SERVIZIO            
Art. 1878. Accertamento della causa di servizio                   
Art. 1879. Accertamento diagnostico delle menomazioni               
Art. 1880. Accertamento della dipendenza in caso di lesioni traumatiche da causa violenta
Art. 1881. Rimborso spese di cura
EQUO INDENNIZZO 
Art. 1882. Equo indennizzo   
Art. 1883. Anticipo dell’equo indennizzo
TRATTAMENTO PRIVILEGIATO ORDINARIO            
Art. 1884. Pensione privilegiata 
Art. 1885. Pensione privilegiata per ufficiali, sottufficiali e graduati          
Art. 1886. Pensione privilegiata tabellare
Art. 1887. Pensione privilegiata per gli allievi delle accademie militari          
Art. 1888. Computo delle indennità di aeronavigazione e di volo          
Art. 1889. Assegno rinnovabile per i militari                 
Art. 1890. Indennità per una volta tanto al personale militare             
Art. 1891. Criteri di applicazione delle tabelle A e B               
Art. 1892. Cumulo della pensione o dell’assegno rinnovabile con l’indennità per una volta tanto
Art. 1893. Servizio in tempo di guerra
Art. 1894. Assegni accessori alla pensione privilegiata ordinaria           
TRATTAMENTI SPECIALI CORRELATI ALLA CAUSA DI SERVIZIO  
Provvidenze ai familiari di militari vittime del servizio           
Art. 1895. Speciale elargizione ai superstiti del personale non in servizio permanente effettivo deceduto durante il servizio  
Art. 1896. Speciale elargizione ai superstiti del personale deceduto a causa di servizio   
Art. 1897. Speciale trattamento pensionistico di reversibilità            
Indennizzo privilegiato aeronautico                  
Art. 1898. Destinatari dell’indennizzo privilegiato aeronautico           
Art. 1899. Misura dell’indennizzo privilegiato aeronautico              
Art. 1900. Indennizzo privilegiato aeronautico integrativo             
Art. 1901. Anticipo dell’indennizzo privilegiato aeronautico            
Art. 1902. Cause di esclusione dell’indennizzo privilegiato aeronautico         
Art. 1903. Termini di decadenza della domanda di indennizzo privilegiato aeronautico   
Provvidenze alle vittime del terrorismo, della criminalità e del dovere   
Art. 1904. Vittime del terrorismo, della criminalità e del dovere            
Provvidenze ai soggetti esposti a specifici fattori di rischio      
Art. 1905. Provvidenze alle vittime di incidenti causati da attività istituzionali delle Forze armate
Art. 1906. Provvidenze a favore delle vittime di ordigni bellici in tempo di pace    
Art. 1907. Personale esposto a particolari fattori di rischio               
TRATTAMENTO DI FINE SERVIZIO               
Art. 1908. Trattamento di fine servizio 
Art. 1909. Computo del servizio comunque prestato               
Art. 1910. Effetti degli emolumenti pensionabili ai fini del trattamento di fine servizio    
Art. 1911. Attribuzione dei sei aumenti periodici di stipendio ai fini del trattamento di fine servizio
Art. 1912. Ufficiali dirigenti cessati dall’aspettativa per riduzione dei quadri       
TRATTAMENTO PREVIDENZIALE INTEGRATIVO       
Art. 1913. Fondi previdenziali integrativi
Art. 1914. Indennità supplementare  
Art. 1915. Assegno speciale                           
Art. 1916. Contributi obbligatori degli iscritti                  
Art. 1917. Restituzione dei contributi obbligatori                   
Art. 1917-bis. Trattamento previdenziale a seguito del passaggio tra ruoli        
Art. 1918. Gestione finanziaria della Cassa di previdenza delle Forze armate       
Art. 1919. Disposizioni relative a singoli fondi previdenziali integrativi          
Art. 1920. Disposizioni applicative
DECORATI DELL’ORDINE MILITARE D’ITALIA E RICOMPENSE AL VALOR MILITARE     
BENEFICI PREVIDENZIALI PER GLI APPARTENENTI ALL’ORDINE MILITARE D’ITALIA           
Art. 1921. Pensione straordinaria   
Art. 1922. Entità della pensione straordinaria                 
Art. 1923. Limiti alle pensioni straordinarie                    
Art. 1924. Estensione della pensione straordinaria                
RICOMPENSE AL VALOR MILITARE                 
Concessione di ricompense al valor militare               
Art. 1925. Assegno straordinario 
Art. 1926. Estensione degli assegni straordinari                 
Perdita delle ricompense al valor militare              
Art. 1927. Reversibilità dei benefici economici                
SERVIZIO MILITARE E SERVIZIO DEGLI OBIETTORI DI COSCIENZA IN TEMPO DI GUERRA O DI GRAVE CRISI INTERNAZIONALE DISPOSIZIONI GENERALI               
OBBLIGHI DI LEVA, SOSPENSIONE DELLE CHIAMATE, E CASI DI RIPRISTINO
Art. 1928. Obblighi di leva e di servizio militare e riflessi nelle ammissioni a pubblici uffici e lavori privati           
Art. 1929. Sospensione del servizio obbligatorio di leva e ipotesi di ripristino     
ORGANI COMPETENTI   
Art. 1930. Autorità che sovrintende alla leva e altri organi della leva          
ATTIVITÀ PER L’EVENTUALE RIPRISTINO DELLA LEVA OBBLIGATORIA E PER LA LEVA OBBLIGATORIA PREGRESSA              
Liste di leva      
Art. 1931. Formazione, gestione e consultazione delle liste di leva           
Art. 1932. Iscrizione nelle liste di leva
Art. 1933. Domicilio legale  
Art. 1934. Accertamento dell’età 
Art. 1935. Lista provvisoria di leva
Art. 1936. Lista definitiva di leva   
Art. 1937. Trasmissione delle liste di leva e accesso ad esse            
Art. 1938. Aggiornamento delle liste di leva                   
TUTELA AMMINISTRATIVA E GIURISDIZIONALE           
Art. 1939. Autotutela amministrativa
Art. 1940. Ricorsi amministrativi e giurisdizionali               
Art. 1941. Rito innanzi al giudice civile
DISCIPLINA DELLA LEVA IN CASO DI GUERRA O DI GRAVE CRISI INTERNAZIONALE                           
AMBITO APPLICATIVO, ORGANI, CONTINGENTE DI LEVA, NORMA GENERALE SUL PROCEDIMENTO 
Art. 1942. Ambito applicativo  
Art. 1943. Organi della leva – Profili generali                  
Art. 1944. Consigli di leva per l’arruolamento nell’Esercito italiano e nell’Aeronautica militare 
Art. 1945. Consigli di leva per l’arruolamento nel Corpo degli equipaggi militari marittimi 
Art. 1946. Contingente di leva  
Art. 1947. Contingente di leva da destinare al servizio ausiliario           
Art. 1948. Norma generale sul procedimento                  
SOGGEZIONE ALLA LEVA: REQUISITI, OBBLIGHI E LIMITAZIONI, TERMINI
Art. 1949. Classi di leva    
Art. 1950. Soggezione alla leva    
Art. 1951. Soggezione alla leva di mare
Art. 1952. Destinazione alla leva aeronautica                   
Art. 1953. Età minima e massima   
Art. 1954. Idoneità morale    
Art. 1955. Idoneità fisica-psichica  
Art. 1956. Modalità per il soddisfacimento degli obblighi di servizio militare     
Art. 1957. Equipollenza della ferma volontaria e del servizio prestato nei Corpi di polizia e nel Corpo nazionale dei vigili del fuoco alla ferma di leva                
Art. 1958. Restrizioni in ordine all’espatrio dei soggetti alla leva         
Art. 1959. Imbarco su navi battenti bandiera estera dopo l’apertura della leva     
Art. 1960. Imbarco di iscritti e di militari in congedo della Marina militare su navi battenti bandiera estera            
Art. 1961. Età e termini per la chiamata delle classi alla leva e termini per la chiamata degli arruolati alle armi         
INVIO E AGGIORNAMENTO DELLE LISTE DI LEVA DA PARTE DEI COMUNI
Art. 1962. Invio e aggiornamento delle liste di leva da parte dei Comuni       
CHIAMATA ALLA LEVA E ALLE ARMI NELL’ESERCITO ITALIANO E NELL’AERONAUTICA MILITARE 
Profili generali   
Art. 1963. Sessione di leva   
Art. 1964. Apertura della leva 
Art. 1965. Verifica e aggiornamento delle liste di leva a cura dei Consigli di leva di terra  
Art. 1966 Manifesto di chiamata alla leva e precetto di chiamata alla leva        
Art. 1967. Pubblicazione dell’elenco alfabetico degli iscritti chiamati alla leva      
Art. 1968. Attività e provvedimenti del Consiglio di leva               
Obbligo di presentazione degli iscritti di leva, eccezioni, diritti degli iscritti di leva
Art. 1969. Obbligo di presentazione degli iscritti ed eccezioni             
Art. 1970. Sospensione dell’esame degli iscritti impediti               
Art. 1971. Visita di leva a domicilio  
Art. 1972. Viaggio gratuito per gli iscritti di leva                  
Art. 1973. Somministrazione di vitto e alloggio agli iscritti di leva           
Art. 1974. Informazione    
Riforme e rivedibilità
Art. 1975. Regola generale   
Art. 1976. Procedimento di definizione anticipata per gli iscritti non idonei in modo permanente al servizio militare         
Art. 1977. Riforma senza esame personale                   
Art. 1978. Rivedibilità – Rivedibilità in caso di tossicodipendenza o tossicofilia    
Art. 1979. Invio in osservazione degli iscritti di leva             
Art. 1980. Dichiarazione di riforma o di rivedibilità                
Art. 1981. Riforma e inabilità temporanea dei militari alle armi o in congedo       
Art. 1982. Controllo e autotutela sui provvedimenti di riforma           
Art. 1983. Chiamata a visita di revisione dei riformati              
Norme per i soggetti alla leva residenti all’estero           
Art. 1984. Iscritti di leva residenti all’estero                    
Art. 1985. Dispensa per i cittadini residenti all’estero                
Art. 1986. Rimpatrio definitivo e temporaneo dei residenti all’estero          
Art. 1987. Rimpatrio degli arruolati residenti all’estero               
Art. 1988. Effetti del rimpatrio in ordine alle dispense e riduzioni di servizio       
Art. 1989. Spese a carico del Ministero della difesa                 
Dispense        
Art. 1990. Titoli di dispensa dalla ferma di leva                 
Art. 1991. Criteri per l’applicazione di talune ipotesi di dispensa          
Art. 1992. Procedimento e competenza 
Ritardi per motivi di studio
Art. 1993. Ambito e procedimento
Art. 1994. Casi di ritardo per motivi di studio                  
Art. 1995. Norme ulteriori per il ritardo per motivi di studio d’istruzione secondaria superiore
Art. 1996. Norme ulteriori per il ritardo per motivi di studio universitario e post universitario
Art. 1997. Rinuncia al beneficio del ritardo per motivi di studio            
Altri rinvii    
Art. 1998. Ambito e procedimento
Art. 1999. Rinvio della prestazione del servizio militare degli addetti al governo di aziende agricole industriali e commerciali  
Art. 2000. Rinvio della prestazione del servizio militare degli arruolati che hanno un fratello alle armi           
Art. 2001. Rinvio della prestazione del servizio militare dei fratelli che devono presentarsi contemporaneamente alle armi 
Art. 2002. Rinvio e dispensa per i volontari in servizio civile in Paesi in via di sviluppo 
Norme comuni a dispense, ritardi e rinvii               
Art. 2003. Rinvio ad altre fonti normative                  
Art. 2004. Forma dei provvedimenti di rigetto delle istanze di rinvio, ritardo, dispensa   
Art. 2005. Durata della leva per gli aventi titoli a dispense, ritardi, rinvii la cui istanza non ha trovato accoglimento        
Art. 2006. Sospensione dei titoli di dispensa, ritardo rinvio – Titoli di dispensa, ritardo, rinvio fissati con regolamento        
Arruolamento, ruoli, e chiamata alle armi              
Art. 2007. Congedo illimitato provvisorio                    
Art. 2008. Iscrizione nei ruoli dei militari di leva                 
Art. 2009. Iscrizione nei ruoli dell’Esercito italiano degli arruolati nella Guardia di finanza – contingente ordinario       
Art. 2010. Chiamata alle armi e incorporazione              
Art. 2011. Chiamata alle armi dei riformati, in seguito a visita di revisione        
Art. 2012. Nuovi accertamenti sanitari e attitudinali dopo la chiamata alle armi      
Art. 2013. Manuale informativo 
CHIAMATA ALLA LEVA E ALLE ARMI NEL CORPO DEGLI EQUIPAGGI
MILITARI MARITTIMI   
Procedimento ordinario 
Art. 2014. Norme applicabili     
Art. 2015. Annotazione nelle liste di leva dei soggetti alla leva nel Corpo degli equipaggi militari marittimi                                 
Art. 2016. Note preparatorie     
Art. 2017. Note definitive      
Art. 2018. Obbligo di presentazione degli iscritti nelle note definitive       
Art. 2019. Dilazioni da accordarsi agli iscritti marittimi              
Art. 2020. Attività e provvedimenti del Consiglio di leva per l’arruolamento nel Corpo degli equipaggimilitari marittimi    
Art. 2021. Ruoli del Corpo degli equipaggi militari marittimi             
Art. 2022. Chiamata alle armi degli arruolati nel Corpo degli equipaggi militari marittimi  
Arruolamento eccezionale all’estero nella marina militare         
Art. 2023. Arruolamenti eccezionali all’estero                   
Art. 2024. Congedo dei marinai arruolati eccezionalmente. Indennità e rimborsi    
FERMA DI LEVA  
Disposizioni generali 
Art. 2025. Nozione      
Art. 2026. Durata della ferma di leva
Art. 2027. Decorrenza della ferma di leva
Art. 2028. Tempo computabile e non computabile nella ferma di leva          
Art. 2029. Luogo di prestazione della ferma di leva                 
Compiti dei militari in ferma di leva                 
Art. 2030. Contenuto della ferma di leva
Art. 2031. Obbligo di volo per i militari dell’Aeronautica militare           
Art. 2032. Impiego dei militari di leva 
Formazione dei militari di leva                  
Art. 2033. Elevazione culturale e formazione civica                 
Art. 2034. Formazione professionale
Art. 2035. Formazione sportiva   
Disciplina militare 
Art. 2036. Disciplina militare – Rinvio
Carriera militare  
Art. 2037. Avanzamento   
Art. 2038. Ferma di leva prolungata su base volontaria              
Disciplina dei diritti durante la leva e dei diritti inerenti la leva     
Art. 2039. Trattamento economico dei militari di leva e disciplina dei diritti costituzionali. Sanità militare. Rinvio          
Art. 2040. Licenze         
Art. 2041. Militari di leva che sono amministratori locali             
Art. 2042. Limiti allo svolgimento di attività sindacale              
Art. 2043. Presenza dei militari di leva negli organi di rappresentanza militare     
Art. 2044. Rappresentanza della leva nel Consiglio centrale di rappresentanza militare   
Formazione e agevolazioni strumentali al passaggio dalla vita militare alla vita civile
Art. 2045. Corsi di formazione    
Art. 2046. Attività sportiva   
Art. 2047. Segnalazioni curriculari alle pubbliche amministrazioni           
Sezione VIII – Diritti inerenti al lavoro civile                  
Art. 2048. Sospensione del rapporto di lavoro durante la ferma di leva e diritto alla conservazione del posto             
Art. 2049. Elevazione del limite di età per la partecipazione ai concorsi pubblici    
Art. 2050. Valutazione del servizio militare come titolo nei concorsi pubblici     
Art. 2051. Valutazione delle qualifiche professionali e specializzazioni acquisiti durante il servizio militare come titolo nei concorsi pubblici                  
Art. 2052. Riconoscimento del servizio militare per l’inquadramento economico e il trattamento
previdenziale nel pubblico impiego
Ferma di leva mediante servizio ausiliario              
Art. 2053. Ferma di leva mediante servizio ausiliario nelle Forze di polizia a ordinamento militare e a ordinamento civile e nel Corpo nazionale dei vigili del fuoco         
CONGEDI     
Congedo Illimitato  
Art. 2054. Congedo illimitato  
Art. 2055. Ritardo del congedo ai militari che scontano sanzioni disciplinari di corpo  
Art. 2056. Ritardo del congedo a militari in navigazione o in servizio all’estero    
Art. 2057. Sospensione dell’invio in congedo illimitato in caso di prolungamento della leva a seguito di dichiarazione dello stato di guerra o di grave crisi internazionale      
Art. 2058. Obblighi di sottufficiali e militari di truppa in congedo illimitato di notificare i cambiamenti di residenza e gli espatri
Art. 2059. Richiamo in servizio dei militari di truppa in congedo illimitato      
Art. 2060. Diritti dei militari richiamati in ordine al rapporto di lavoro e alla partecipazione a concorsi pubblici      
Art. 2061. Militari di truppa che hanno prestato servizio nelle Forze di polizia dello Stato  
Art. 2062. Esclusione dal richiamo dei militari in particolari condizioni di famiglia   
Art. 2063. Esenzioni o ritardi dal richiamo                 
Art. 2064. Ritardi nella presentazione alle armi di militari imbarcati         
Art. 2065. Chiamata di controllo della forza in congedo               
Anticipazione del congedo illimitato e riduzioni del servizio di leva    
Art. 2066. Anticipazione del congedo illimitato d’ufficio               
Art. 2067. Anticipazione del congedo illimitato a domanda per la sussistenza di titoli di dispensa
Art. 2068. Riduzione di servizio agli ufficiali e agli aspiranti in servizio di leva       
Art. 2069. Riduzione di servizio ai militari già allievi delle accademie militari     
Congedo assoluto    
Art. 2070. Congedo assoluto     
Art. 2071. Sospensione dell’invio in congedo assoluto in caso di prolungamento della leva a seguito di dichiarazione dello stato di guerra               
SANZIONI      
Disposizioni comuni 
Art. 2072. Rinvio ad altre leggi penali
Art. 2073. Esclusione dal beneficio dell’eventuale ammissione a dispensa dal compiere la ferma di leva           
Reati relativi alla chiamata alla leva                 
Art. 2074. Sottrazione alla leva  
Art. 2075. Omissione o indebita cancellazione dalle liste di leva            
Art. 2076. Omissione, indebita cancellazione dalle note preparatorie per la formazione delle liste di leva di mare o indebita inclusione nelle stesse                 
Art. 2077. Fraudolenta sostituzione di persona                
Art. 2078. Reati commessi dagli iscritti di leva non ancora arruolati per sottrarsi agli obblighi del servizio militare          
Art. 2079. Renitenza alla leva  
Art. 2080. Liste dei renitenti     
Art. 2081. Esame personale, eventuale denuncia, incorporazione dei renitenti     
Art. 2082. Ammissione del renitente all’eventuale dispensa o esenzione dal compiere la ferma di leva                
Art. 2083. Pene per il favoreggiatore del renitente                
Art. 2084. Corruzione commessa dal perito sanitario               
Art. 2085. Sanzioni penali a carico dei funzionari dello Stato per azioni contrastanti col presente titolo             
Art. 2086. Punibilità dell’iscritto e del favoreggiatore colpevole di reati, ancorché non si trovi nel territorio della Repubblica     
Art. 2087. Decorrenza della prescrizione per taluni delitti             
Art. 2088. Giurisdizione del giudice ordinario                  
Reati commessi da militari di leva o da militari in congedo       
Art. 2089. Reati commessi per sottrarsi agli obblighi del servizio militare        
Art. 2090. Mancanza alla chiamata
Art. 2091. Militare in congedo che si sottrae all’arruolamento eccezionale        
Art. 2092. Militari mancanti alla chiamata in attesa di giudizio           
Art. 2093. Giurisdizione del giudice militare                 
Sanzioni amministrative
Art. 2094. Inadempienze circa le dichiarazioni di residenza o le chiamate di controllo o imbarco
non autorizzato su navi di bandiera estera
Art. 2095. Sanzioni amministrative per chi ostacola o trae in inganno i Comandanti di porto e gli
ufficiali designati alle operazioni di indagine e di controllo per l’inclusione nelle liste di leva di mare            
Art. 2096. Norme applicabili     
SERVIZIO DEGLI OBIETTORI DI COSCIENZA E DEGLI AMMESSI A PROGRAMMA DI RECUPERO PER TOSSICODIPENDENTI IN TEMPO DI GUERRA O DI GRAVE CRISI INTERNAZIONALE                  
SERVIZIO DEGLI OBIETTORI DI COSCIENZA            
Art. 2097. Ambito e disciplina applicabile                   
Art. 2098. Preclusioni all’esercizio dell’obiezione di coscienza          
Art. 2099. Pubblicità        
Art. 2100. Istanza       
Art. 2101. Liste degli obiettori di coscienza e liste di leva              
Art. 2102. Dispense e invii in missioni umanitarie                 
Art. 2103. Assistenza sanitaria, tutela previdenziale e del lavoro            
Art. 2104. Congedo illimitato 
Art. 2105. Richiamo      
Art. 2106. Incompatibilità     
Art. 2107. Sanzioni disciplinari   
Art. 2108. Requisiti degli enti e organizzazioni che concorrono al servizio civile    
Art. 2109. Sanzioni a carico degli enti o organizzazioni convenzionati        
Art. 2110. Sanzioni penali     
Art. 2111. Decadenza dal servizio civile e rinuncia allo status di obiettore di coscienza  
Art. 2112. Relazione al Parlamento
SERVIZIO CIVILE PER TOSSICODIPENDENTI AMMESSI A PROGRAMMI DI RECUPERO E SERVIZIO CIVILE PRESSO ASSOCIAZIONI ED ENTI DI ASSISTENZA SOCIO-SANITARIA        
Art. 2113. Servizio civile per tossicodipendenti ammessi a programmi di recupero   
Art. 2114. Servizio sostitutivo civile presso associazioni ed enti di assistenza socio-sanitaria
LIBRO NONODISPOSIZIONI DI COORDINAMENTO, TRANSITORIE E FINALI DISPOSIZIONI DI COORDINAMENTO             
DISPOSIZIONI GENERALI                       
Art. 2115. Clausola di corrispondenza
Art. 2116. Clausola di salvaguardia in materia di competenze             
DISPOSIZIONI PARTICOLARI                    
Organizzazione e funzioni
Art. 2117. Modifiche alla legge 29 ottobre 1997, n. 374              
Art. 2118. Modifiche al decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300          
Art. 2119. Modifiche alla legge 23 maggio 1980, n. 242              
Art. 2120. Modifiche alla legge 9 luglio 1990, n. 185                
Art. 2121. Modifiche al regio decreto 20 febbraio 1941, n. 303 – codice penale militare di pace
Art. 2122. Modifiche alla legge 31 dicembre 1982, n. 979             
Art. 2123. Uso dello spazio aereo   
Art. 2124. Sanzioni in materia di licenza comunitaria dei controllori del traffico aereo   
Art. 2125. Norma di salvaguardia in materia di compiti d’istituto dell’Arma dei carabinieri 
Art. 2126. Modifiche al decreto legislativo 20 dicembre 2007, n. 261         
Art. 2126-bis. Disposizioni di coordinamento con la legge 12 gennaio 1991, n. 3    
Beni e amministrazione  
Art. 2127. Modifiche ai decreti del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, nn. 379 e 380 e al decreto legislativo 1° agosto 2003, n. 259                   
Art. 2128. Modifica al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285           
Art. 2129. Modifiche alla legge 18 aprile 1975, n. 110, e alla legge 23 dicembre 1994, n. 724
Art. 2130. Modifiche alla legge 23 dicembre 2009, n. 191           
Art. 2131. Norma di coordinamento in materia di energia            
Art. 2132. Cessioni di beni mobili a titolo gratuito nell’ambito delle missioni internazionali da parte del Corpo della Guardia di finanza
Art. 2133. Permute       
Art. 2134. Tempestività dei pagamenti per forniture di materiali destinati al Corpo della Guardia di finanza          
Ordinamento del personale
Art. 2135. Clausola di salvaguardia in tema di adozione degli atti e dei provvedimenti relativi al personale del Corpo della Guardia di finanza                  
Art. 2136. Disposizioni applicabili al personale della Guardia di finanza       
Art. 2137. Nomina all’impiego civile degli ispettori e sovrintendenti del Corpo della Guardia di finanza           
Art. 2138. Documentazione caratteristica per il personale della Guardia di finanza   
Art. 2139. Reclutamento volontario femminile nel Corpo della Guardia di finanza  
Art. 2140. Ufficiali in ferma prefissata del Corpo della Guardia di finanza        
Art. 2141. Perdita del grado per gli appartenenti al Corpo della Guardia di finanza  
Art. 2142. Transito nell’impiego civile per il personale delle Forze di polizia ad ordinamento militare           
Art. 2143. Ufficiali delle forze di completamento del Corpo della Guardia di finanza  
Art. 2143-bis. Incentivi per il reclutamento degli ufficiali ausiliari del Corpo della Guardia di finanza           
Art. 2144. Cessazione dell’appartenenza al complemento per gli ufficiali del Corpo della Guardia di finanza          
Art. 2145. Norme di stato giuridico e avanzamento riguardanti gli ufficiali del Corpo della Guardia di finanza          
Art. 2146. Reclutamento, organici e avanzamento degli ispettori e dei sovrintendenti del Corpo della Guardia di finanza       
Art. 2147. Norme sullo stato giuridico degli appartenenti ai ruoli ispettori e appuntati e finanzieri 
Art. 2148. Modifiche al decreto legislativo 12 maggio 1995, n. 195         
Art. 2149. Disposizioni in materia di disciplina militare per il personale del Corpo della Guardia di finanza          
Art. 2150. Clausola di salvaguardia per il personale della Polizia di Stato       
Art. 2151. Posti riservati a particolari categorie nei concorsi per il reclutamento del personale del Corpo della Guardia di finanza e delle Forze di polizia a ordinamento civile        
Art. 2152. Applicazione dell’articolo 17 della legge 28 luglio 1999, n. 266, nel caso di collocamento in congedo      
Trattamento economico, assistenza e benessere           
Art. 2153. Ambito soggettivo  
Art. 2154. Disposizioni generali in materia di trattamento economico del personale delle Forze di polizia a ordinamento militare  
Art. 2155. Retribuzione del personale di leva delle Forze di polizia a ordinamento militare 543
Art. 2156. Retribuzione stipendiale e premio di fine ferma agli ufficiali in ferma prefissata delle Forze di polizia a ordinamento militare 
Art. 2157. Retribuzione degli allievi di scuole e accademie delle Forze di polizia a ordinamento militare           
Art. 2158. Retribuzione delle forze di completamento per le Forze di polizia a ordinamento militare           
Art. 2159. Scatti per invalidità di servizio per le Forze di polizia a ordinamento civile e militare
Art. 2160. Omogeneizzazione stipendiale per le Forze di polizia a ordinamento militare 
Art. 2161. Incentivi agli ufficiali piloti in servizio permanente del Corpo della Guardia di finanza
Art. 2162. Modifiche al d.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917               
Art. 2163. Estensione dell’indennità di missione all’estero al personale delle Forze di polizia
Art. 2164. Estensione dell’indennità di lungo servizio all’estero             
Art. 2165. Estensione dell’indennità di servizio all’estero presso rappresentanze diplomatiche
Art. 2166. Accesso alla dirigenza e trattamenti retributivi per il personale delle Forze di polizia a ordinamento militare      
Art. 2167. Indennità pensionabile per le Forze di polizia a ordinamento militare    
Art. 2168. Speciale indennità pensionabile al Comandante generale dell’Arma dei carabinieri e della Guardia di finanza      
Art. 2169. Indennità di impiego operativo al personale dirigente delle Forze di polizia a ordinamento militare        
Art. 2170. Compenso per lavoro straordinario al personale dirigente delle Forze di polizia a ordinamento militare    
Art. 2171. Ulteriori istituti economici per il personale dirigente delle Forze di polizia a ordinamento militare        
Art. 2172. Competenza statale per gli interventi di protezione sociale          
Art. 2173. Organismi di protezione sociale per le Forze di polizia a ordinamento militare  
Art. 2174. Promozione del benessere, formazione ed elevazione culturale delle Forze di polizia a ordinamento militare        
Art. 2175. Rimborso spese sostenute per rette di asili nido per le Forze di polizia a ordinamento militare           
Art. 2176. Borse di studio per le Forze di polizia a ordinamento militare      
Trattamento previdenziale e per le invalidità di servizio         
Art. 2177. Ambito soggettivo  
Art. 2178. Estensione delle norme sul computo del servizio effettivo e sul trattamento economico di ausiliaria al personale dei disciolti Corpi delle Guardie di Pubblica sicurezza e degli Agenti di custodia             
Art. 2179. Effetti pensionistici delle indennità di impiego operativo percepite dalle Forze di polizia a ordinamento civile       
Art. 2180. Lesioni traumatiche da causa violenta subite dal personale delle Forze di polizia a ordinamento civile e del Corpo nazionale dei Vigili del fuoco             
Art. 2181. Speciale elargizione ai superstiti degli allievi delle Forze di polizia a ordinamento civile deceduti durante il servizio ed equo indennizzo                 
Art. 2182. Speciale elargizione ai superstiti del personale e degli allievi delle Forze di polizia a ordinamento civile deceduti a causa di servizio                
Art. 2183. Speciale trattamento pensionistico di reversibilità ai superstiti del personale delle Forze di polizia a ordinamento civile e militare                  
Art. 2184. Indennizzo privilegiato aeronautico ai dipendenti civili         
Art. 2185. Personale civile e cittadini italiani esposti all’uranio impoverito e ad altro materiale bellico                                 
DISPOSIZIONI TRANSITORIE                 
DISPOSIZIONI GENERALI
Art. 2186. Validità ed efficacia degli atti emanati. Salvaguardia dei diritti quesiti    
Art. 2187. Procedimenti in corso 
DISPOSIZIONI PARTICOLARI                  
Organizzazione e funzioni
Art. 2188. Ristrutturazione di ruoli e corpi dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare     
Art. 2188-bis. Disposizioni transitorie in materia di provvedimenti di soppressione e di riconfigurazione di comandi, enti e altre strutture ordinative dell’Esercito italiano   
Art. 2188-ter. Disposizioni transitorie in materia di provvedimenti di soppressione e di riconfigurazione di comandi, enti e altre strutture ordinative della Marina militare      
Art. 2188-quater. Disposizioni transitorie in materia di provvedimenti di soppressione e di riconfigurazione di comandi, enti e altre strutture ordinative dell’Aeronautica militare     
Art. 2188-quinquies. Disposizioni transitorie attuative dei programmi di revisione dello strumento militare        
Art. 2189. Competenze residuali della Direzione generale per il personale militare   
Art. 2190. Unità produttive e industriali dell’Agenzia industrie difesa        
Art. 2191. Magistrati militari in posizione di fuori ruolo               
Art. 2192. Determinazione della dotazione organica dell’ufficio di segreteria del Consiglio della magistratura militare      
Beni       
Art. 2193. Porti militari      
Art. 2194. Disciplina transitoria in materia di acquisti a seguito di confisca      
Amministrazione e contabilità                   
Art. 2195. Contributi a favore di Associazioni combattentistiche           
Art. 2195-bis. Finanziamento dello sviluppo tecnologico nel settore aeronautico    
Art. 2195-ter. Sperimentazione di misure di flessibilità gestionale delle spese    
Art. 2195-quater. Contabilità speciale unica della difesa              
Personale militare
RECLUTAMENTO    
Art. 2196. Immissioni in ruolo degli ufficiali dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare     
Art. 2196-bis. Regime transitorio dei reclutamenti degli ufficiali dei ruoli speciali dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare             
Art. 2196-ter. Disposizioni transitorie in materia di reclutamento del ruolo normale dell’Arma dei carabinieri           
Art. 2196-quater. Disposizioni transitorie in materia di reclutamento del ruolo forestale dell’Arma dei carabinieri       
Art. 2196-quinquies. Disposizioni transitorie in materia di reclutamento dell’Arma dei carabinieri
Art. 2197. Regime transitorio del reclutamento nel ruolo marescialli dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare                     
Art. 2197-bis. Regime transitorio della valutazione delle consistenze organiche ai fini delle immissioni in alcuni ruoli delle Forze armate                 
Art. 2197-ter. Concorso straordinario per il ruolo dei marescialli          
Art. 2197-ter.1. Reclutamento straordinario per il ruolo dei marescialli        
Art. 2197-quater. Concorso straordinario per il ruolo dei marescialli          
Art. 2197-quinquies. Disciplina transitoria relativa allo stato giuridico degli allievi marescialli e dei frequentatori          
Art. 2197-sexies. Concorso straordinario per il ruolo dei sergenti          
Art. 2198. Regime transitorio dei concorsi per il reclutamento nei ruoli dei marescialli, dei sergenti e dei volontari in servizio permanente dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare    
Art. 2199. Concorsi per il reclutamento nelle carriere iniziali delle Forze di polizia   
Art. 2199-bis. Regime transitorio per l’arruolamento nel ruolo appuntati e carabinieri    
Art. 2200. Posti non coperti   
Art. 2201. Aumento dei posti disponibili
Art. 2202. Concorsi per il 2010    
Art. 2203. Norma di salvaguardia per il reclutamento di determinate categorie     
Art. 2203-bis. Disposizioni transitorie in materia di reclutamento del ruolo forestale dell’Arma dei carabinieri        
Art. 2203-ter. (abrogato)    
Art. 2204. Regime transitorio del trattenimento in servizio dei concorrenti       
Art. 2204-bis. Riammissione in servizio dei volontari in ferma prefissata quadriennale ovvero in rafferma biennale esclusi dalle procedure di immissione nei ruoli dei volontari in servizio permanente negli anni dal 2010 al 2016 
Art. 2204-ter. Prolungamento della ferma dei volontari in ferma prefissata        
Art. 2205. [Reclutamenti di volontari in ferma breve nel servizio permanente] (abrogato) 
FORMAZIONE     
Art. 2206. Accademia dell’Arma dei carabinieri                 
RUOLI E ORGANICI    
Art. 2206-bis. Riduzione delle dotazioni organiche complessive dell’Esercito italiano, della Marina militare, escluso il Corpo delle capitanerie di porto, e dell’Aeronatica militare     
Art. 2206-ter. Formazione dei sottufficiali dell’Arma dei carabinieri          
Art. 2207. Adeguamento degli organici 
Art. 2207-bis. Ripartizione transitoria delle dotazioni organiche dei volontari in servizio permanente e dei volontari in ferma prefissata e in rafferma dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare   
Art. 2208. Carenze organiche transitorie 
Art. 2209. Regime transitorio delle eccedenze organiche del personale non direttivo del Corpo delle capitanerie di porto    
Art. 2209-bis. Disposizioni transitorie per la graduale riduzione dell’entità complessiva delle dotazioni organiche dell’Esercito italiano, della Marina militare, escluso il Corpo delle capitanerie di porto, e dell’Aeronatica militare a 170.000 unità                
Art. 2209-ter. Disposizioni transitorie per la graduale riduzione dell’entità complessiva delle dotazioni organiche dell’Esercito italiano, della Marina militare, escluso il Corpo delle capitanerie di porto, e dell’Aeronatica militare a 150.000 unità                
Art. 2209-quater. Piano di programmazione triennale scorrevole            
Art. 2209-quinquies. Transito di personale militare nei ruoli del personale civile di altre amministrazioni pubbliche         
Art. 2209-sexies. Norme di ricongiungimento familiare             
Art. 2209-septies. Disposizioni transitorie intese ad estendere l’istituto dell’aspettativa per riduzione di quadri al personale militare non dirigente dell’Esercito italiano, della Marina militare,
escluso il Corpo delle capitanerie di porto, e dell’Aeronatica militare        
Art. 2209-octies. Disposizioni transitorie per la destinazione di quota parte dei risparmi derivanti dalla progressiva riduzione del personale militare              
Art. 2210. Ruoli a esaurimento degli ufficiali                 
Art. 2210-bis. Ruolo speciale a esaurimento dell’Arma dei carabinieri       
Art. 2211. Consistenze organiche dei ruoli speciali e dei ruoli tecnici a esaurimento dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare             
Art. 2211-bis. Disposizioni transitorie sulle consistenze organiche dei ruoli degli ufficiali dell’Arma dei carabinieri     
Art. 2212. Personale stabilizzato dell’Arma dei carabinieri              
Art. 2212-bis. Ruoli forestali dell’Arma dei carabinieri              
Art. 2212-ter. Consistenze organiche dei ruoli forestale e forestale iniziale degli ufficiali dell’Arma dei carabinieri         
Art. 2212-quater. Personale dei ruoli forestali dell’Arma dei carabinieri      
Art. 2212-quinquies. Funzioni del personale appartenente al ruolo forestale dei periti dell’Arma dei carabinieri        
Art. 2212-sexies. Mansioni del personale appartenente al ruolo forestale dei revisori dell’Arma dei carabinieri      
Art. 2212-septies. Mansioni del personale appartenente al ruolo forestale degli operatori e collaboratori           
Art. 2212-octies. Successione e corrispondenza dei gradi nei ruoli forestali dei periti e dei revisori dell’Arma dei carabinieri  
Art. 2212-nonies. Successione e corrispondenza dei gradi nei ruoli forestali degli operatori e collaboratori dell’Arma dei carabinieri 
Art. 2212-decies. Trasferimento nel ruolo normale degli ufficiali in servizio permanente dell’Arma dei carabinieri         
Art. 2212-undecies. Rideterminazione delle anzianità degli ufficiali del ruolo normale dell’Arma dei carabinieri       
Art. 2212-duodecies. Rideterminazione delle anzianità degli ufficiali del ruolo speciale dell’Arma dei carabinieri         
Art. 2212-terdecies. Istituzione del ruolo straordinario a esaurimento          
Art. 2212-quaterdecies. Modalità di immissione nel ruolo straordinario a esaurimento   
Art. 2212-quinquiesdecies. Avanzamento degli ufficiali del ruolo straordinario a esaurimento dell’Arma dei carabinieri     
Art. 2212-sexiesdecies. Rideterminazione delle anzianità degli ufficiali del ruolo tecnico logistico dell’Arma dei carabinieri provenienti dal disciolto ruolo tecnico dell’Arma dei carabinieri
Art. 2212-septiesdecies. Istituzione dei ruoli straordinari a esaurimento degli ispettori e dei periti
Art. 2212-octiesdecies. Modalità di immissione nei ruoli straordinari a esaurimento degli ispettori e dei periti            
Art. 2213. Transito dal ruolo normale delle Armi di fanteria, cavalleria, artiglieria, genio, trasmissioni al ruolo normale dell’Arma dei trasporti e dei materiali          
Art. 2214. Transiti dai ruoli dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare nel ruolo tecnico-logistico dell’Arma dei carabinieri               
Art. 2214-bis. Unificazione e riordino dei ruoli normali e speciali degli ufficiali appartenenti al Corpo del genio navale ed al Corpo delle armi navali della Marina militare      
Art. 2214-ter. Trasferimento dai ruoli del Corpo del genio navale e delle armi navali della Marina nei ruoli normale e speciale del Corpo del genio della Marina           
Art. 2214-quater. Transito del personale appartenente al Corpo forestale dello Stato nell’Arma dei carabinieri        
Art. 2214-quinquies. Transito dal ruolo speciale a esaurimento al ruolo normale dell’Arma dei carabinieri            
Art. 2215. Consistenze organiche dei volontari in ferma prefissata e in rafferma   
Art. 2216. Contingente di inquadramento dei volontari in ferma prefissata di un anno  
Art. 2217. Consistenze organiche dei volontari del Corpo delle Capitanerie di porto    
Art. 2218. Compensazioni organiche per il Corpo delle Capitanerie di porto       
Art. 2219. Transito dai ruoli tecnici a esaurimento ai ruoli speciali dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare                    
Art. 2220. Transito dal ruolo tecnico-operativo al ruolo speciale dell’Arma dei carabinieri
Art. 2221. Transito dai ruoli a esaurimento in servizio permanente nei ruoli speciali    
Art. 2221-bis. Aspettativa per riduzione quadri                 
Art. 2221-ter. Categorie in congedo del Corpo del genio navale e del Corpo delle armi navali
Art. 2222. Rientro in ruolo del personale militare già professore ordinario della Scuola superiore dell’economia e delle finanze  
STATO GIURIDICO   
Art. 2223. Regime transitorio per la riduzione dei quadri per eccedenze nei ruoli speciale e tecnico-logistico dell’Arma dei carabinieri                  
Art. 2223-bis. Regime transitorio per gli ufficiali del ruolo forestale iniziale dell’Arma dei carabinieri                                    
Art. 2224. Rafferme dei volontari di truppa                    
Art. 2225. Ferma obbligatoria per gli ufficiali piloti in servizio permanente      
Art. 2226. Requisiti per ricoprire gli incarichi relativi al servizio di stato maggiore   
Art. 2227. Ufficiali dell’arma dei trasporti e dei materiali e dei corpi tecnico-logistici  
Art. 2228. Regime transitorio dei richiami in servizio nelle forze di completamento    
Art. 2229. Regime transitorio del collocamento in ausiliaria           
Art. 2230. Unità di personale da collocare in ausiliaria            
Art. 2231. Risoluzione del rapporto d’impiego                  
Art. 2231-bis. Trasferimento presso altre pubbliche amministrazioni          
Art. 2231-ter. Disposizione transitoria per il transito nell’impiego civile degli ufficiali con i gradi di maggiore e di tenente colonnello e gradi corrispondenti            
DOCUMENTAZIONE PERSONALE
Art. 2232. Indicazione di malattia o cause inabilitanti nel congedo militare      
AVANZAMENTO   
Art. 2232-bis. Formazione dei quadri di avanzamento degli ufficiali. Regime transitorio 
Art. 2233. Regime transitorio dell’avanzamento degli ufficiali dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare sino alla formazione delle aliquote per le promozioni nell’anno 2016         
Art. 2233-bis. Regime transitorio dell’avanzamento degli ufficiali dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare a decorrere dall’anno 2016         
Art. 2233-ter. Regime transitorio dell’avanzamento dei colonnelli del ruolo normale del Corpo degli ingegneri        
Art. 2233-quater. Regime transitorio per la formazione delle aliquote degli ufficiali   
Art. 2234. (abrogato)     
Art. 2235. Regime transitorio dell’avanzamento degli ufficiali dei ruoli speciali dell’Esercito
italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare        
Art. 2236. Regime transitorio dell’avanzamento dei capitani dell’Esercito italiano     
Art. 2236-bis. Regime transitorio dell’avanzamento degli ufficiali del ruolo normale della Marina
Art. 2237. Regime transitorio dell’avanzamento degli ufficiali della Marina militare    
Art. 2238. Regime transitorio dell’avanzamento dei capitani di corvetta        
Art. 2238-bis. Commissione speciale di avanzamento della Marina militare      
Art. 2238-ter. Regime transitorio per i generali di divisione, ammiragli di divisione e generali di divisione aerea        
Art. 2239. Regime transitorio dell’avanzamento degli ufficiali dell’Aeronautica militare
Art. 2240. Regime transitorio dell’avanzamento dei capitani del ruolo speciale delle armi dell’Aeronautica militare   
Art. 2241. Avanzamento degli ufficiali dei ruoli tecnici a esaurimento        
Art. 2242. Avanzamento degli ufficiali appartenenti ai ruoli a esaurimento in servizio permanente 
Art. 2242-bis. Ulteriori disposizioni transitorie per gli ufficiali dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare
Art. 2243. Regime transitorio per le aliquote di valutazione dei tenenti colonnelli del ruolo normale dell’Arma dei carabinieri   
Art. 2243-bis. Regime transitorio per la frequenza del corso d’istituto per gli ufficiali dell’Arma dei carabinieri  
Art. 2243-ter. Regime transitorio per la frequenza del corso superiore di stato maggiore interforze per gli ufficiali dell’Arma dei carabinieri
Art. 2243-quater. Regime transitorio dei periodi minimi di comando richiesti per la valutazione ai fini dell’avanzamento degli ufficiali del ruolo normale dell’Arma dei carabinieri   
Art. 2243-quinquies. Regime transitorio delle progressioni di carriera e delle autorità competenti a esprimere giudizi sull’avanzamento degli ufficiali del ruolo speciale a esaurimento dell’Arma dei carabinieri         
Art. 2243-sexies. Regime transitorio dell’avanzamento dei tenenti colonnelli dei ruoli normale e speciale a esaurimento dell’Arma dei carabinieri                 
Art. 2244. (abrogato)       
Art. 2245. Modalità per colmare ulteriori vacanze organiche dei ruoli degli ufficiali dell’Arma dei carabinieri                              
Art. 2246. Ufficiali del ruolo speciale provenienti dai ruoli a esaurimento dell’Arma dei carabinieri            
Art. 2247. Ufficiali del ruolo speciale dell’Arma dei carabinieri provenienti dalla Polizia di Stato
Art. 2247-bis. Avanzamento del personale del Corpo forestale dello Stato transitato nei ruoli forestali dell’Arma dei carabinieri    
Art. 2247-ter. Elementi di giudizio per l’avanzamento del personale dei ruoli forestali dell’Arma dei carabinieri        
Art. 2247-quater. Nomina del Vice Comandante del Comando unità per la tutela forestale,
ambientale e agroalimentare dell’Arma dei carabinieri               
Art. 2247-quinquies. Regime transitorio dell’avanzamento degli ufficiali del ruolo normale dell’Arma dei carabinieri     
Art. 2247-sexies. Regime transitorio dell’avanzamento degli ufficiali del ruolo forestale dell’Arma dei carabinieri         
Art. 2247-septies. Regime transitorio dell’avanzamento degli ufficiali del ruolo tecnico dell’Arma dei carabinieri        
Art. 2247-octies. Regime transitorio dell’avanzamento degli ufficiali del ruolo speciale a esaurimento dell’Arma dei carabinieri 
Art. 2247-nonies. Regime transitorio dell’avanzamento degli ufficiali del ruolo forestale iniziale dell’Arma dei carabinieri    
Art. 2247-decies. Avanzamento a scelta al grado di luogotenente del ruolo forestale degli ispettori
dell’Arma dei carabinieri    
Art. 2247-undecies. Avanzamento a scelta al grado di luogotenente del ruolo forestale dei periti
dell’Arma dei carabinieri    
Art. 2247-duodecies. Avanzamento a scelta al grado di maresciallo maggiore del ruolo forestale
dei periti dell’Arma dei carabinieri
Art. 2248. Norma di chiusura del regime transitorio per gli ufficiali dell’Arma dei carabinieri
Art. 2248-bis. Regime transitorio per gli ufficiali dei ruoli forestali dell’Arma dei carabinieri
Art. 2248-ter. Disposizioni transitorie per il progressivo assestamento dei ruoli degli ufficiali dell’Arma dei carabinieri     
Art. 2249. Ufficiali del ruolo tecnico-operativo dell’Arma dei carabinieri      
Art. 2250. Promozione degli ufficiali dei ruoli a esaurimento             
Art. 2250-bis. Periodi di permanenza minima nel grado degli ufficiali piloti di complemento della Marina militare        
Art. 2250-ter. Regime transitorio per la promozione dei tenenti colonnelli a disposizione  
Art. 2250-quater. Regime transitorio del collocamento in aspettativa per riduzione dei quadri per gli ufficiali dell’Arma dei carabinieri
Art. 2250-quinquies. Disposizioni transitorie per l’avanzamento nei ruoli dei marescialli dell’Aeronautica milinare  
Art. 2251. Disposizioni transitorie per l’avanzamento al grado di primo maresciallo dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare fino al conferimento delle promozioni relative all’aliquota di avanzamento dell’anno 2016              
Art. 2251-bis. Disposizioni transitorie per l’avanzamento al grado di primo maresciallo dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare fino al conferimento delle promozioni relative all’anno 2021    
Art. 2251-ter. Disposizioni transitorie per l’assunzione del grado di luogotenente dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare            
Art. 2251-quater. Disposizioni transitorie per l’attribuzione della qualifica di primo luogotenente ai luogotenenti dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare   
Art. 2251-quinquies. Regime transitorio per le promozioni del ruolo dei musicisti    
Art. 2251-sexies. Disposizioni transitorie per l’avanzamento del grado di maresciallo ordinario,
maresciallo capo e gradi corrispondenti del personale dei ruoli dei marescialli dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare               
Art. 2251-septies. Regime transitorio per le promozioni del ruolo degli orchestrali e degli archivisti
Art. 2252. Regime transitorio dell’avanzamento al grado di maresciallo maggiore e perito superiore scelto            
Art. 2252-bis. Regime transitorio dell’avanzamento al grado di maresciallo capo    
Art. 2252-ter. Rivalutazione del personale giudicato non idoneo all’avanzamento      
Art. 2253. Regime transitorio per l’attribuzione della qualifica di luogotenente      
Art. 2253-bis. Promozione al grado di luogotenente e di perito superiore scelto      
Art. 2253-ter. Assunzione della qualifica di luogotenente carica speciale e di primo perito superiore            
Art. 2253-quater. Regime transitorio per le promozioni nei ruoli dei sovrintendenti e dei revisori dell’Arma dei carabinieri    
Art. 2253-quinquies. Assunzione della qualifica di brigadiere capo qualifica speciale e di revisore capo qualifica speciale     
Art. 2253-sexies. Promozione al grado di appuntato scelto              
Art. 2253-septies. Assunzione della qualifica di appuntato scelto qualifica speciale e di collaboratore capo qualifica speciale  
Art. 2253-octies. Concorso per il personale in servizio presso il centro addestramento musicale
Art. 2254. Cause impeditive     
Art. 2254-bis. Disposizioni transitorie per l’avanzamento al grado superiore del personale dei ruoli dei sergenti dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare  
Art. 2254-ter. Disposizioni transitorie per il conferimento della qualifica speciale ai sergenti maggiore capo e gradi corrispondenti dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare          
Art. 2254-quater. Disposizioni transitorie per l’attribuzione del parametro ai sergenti maggiori capi e gradi corrispondenti dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare           
Art. 2255. Avanzamento al grado di 1° caporal maggiore e corrispondenti       
Art. 2255-bis. Disposizioni transitorie per l’avanzamento al grado di caporal maggiore capo scelto e gradi corrispondenti dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare
Art. 2255-ter. Disposizioni transitorie per l’attribuzione della qualifica speciale ai caporal maggiori capi scelti e gradi corrispondenti dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare          
Art. 2256. Condizioni particolari per l’avanzamento nella Marina militare       
DISCIPLINA MILITARE 
Art. 2257. Durata del mandato dei delegati nei consigli di rappresentanza       
Art. 2258. Ordine militare di Savoia  
Personale ausiliario delle Forze armate              
Art. 2259. Disposizioni provvisorie per i cappellani militari            
Personale civile 
Art. 2259-bis. Assunzioni di personale negli arsenali e stabilimenti militari     
Art. 2259-ter. Riduzione graduale delle dotazioni organiche del personale civile   
Art. 2259-quater. Piani di miglioramento individuale della professionalità del personale civile
Art. 2259-quinquies. Accesso alla dirigenza                     
Art. 2259-sexies. Enti dipendenti dai comandi logistici di Forza armata      
Art. 2259-septies. Regime transitorio per il transito nei ruoli civili della Difesa del personale in ferma volontaria dell’Arma dei carabinieri                   
Trattamento economico, assistenza e benessere            
Art. 2260. Trattamento economico dei volontari in ferma breve            
Art. 2261. Premi residuali agli ufficiali dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare in servizio permanente effettivo (abrogato)             
Art. 2262. Premi residuali al personale dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare addetto al controllo del traffico aereo               
Art. 2262-bis. Disposizioni transitorie e di coordinamento in tema di riordino     
Trattamento previdenziale e per le invalidità di servizio       
Art. 2263. Ritenuta INPDAP per i volontari in ferma breve              
Art. 2264. Norma di interpretazione autentica in materia di assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali                   
Art. 2264-bis. Limiti per la costituzione della posizione assicurativa         
Servizio militare e servizio degli obiettori di coscienza in tempo di guerra o di grave crisi internazionale                            
Art. 2265. Cancellazione della nota di renitenza                 
Art. 2266. Attività connesse con la sospensione della leva obbligatoria        
DISPOSIZIONI FINALI
Art. 2267. Abrogazione per nuova regolamentazione della materia           
Art. 2268. Abrogazione espressa di norme primarie                 
Art. 2269. Abrogazione espressa di norme secondarie                
Art. 2270. Norme che rimangono in vigore                  
Art. 2271. Norma finanziaria     
Art. 2272. Entrata in vigore   
Testo Unico delle disposizioni regolamentari in materia di Ordinamento militare
ORGANIZZAZIONE E FUNZIONI
CONSIGLIO SUPREMO DI DIFESA             
Art. 1. Convocazione        
Art. 2. Ordine del giorno    
Art. 3. Il Consiglio in seduta segreta – Ordine del giorno               
Art. 4. Vice Presidenza       
Art. 5. Sede delle riunioni e dell’ufficio di segreteria del Consiglio           
Art. 6. Convocazione alle sedute di soggetti estranei ai sensi dell’articolo 4 del codice   
Art. 7. Organi referenti       
Art. 8. Comitati ristretti e commissioni di studio                  
Art. 9. Convocazione del Presidente del Consiglio di Stato              
Art. 10. Processo verbale delle sedute e sua classificazione              
Art. 11. Nomina, revoca, dimissioni del segretario del Consiglio            
Art. 12. Posizione e trattamento giuridico ed economico del segretario        
Art. 13. Ufficio di segreteria del Consiglio                   
AMMINISTRAZIONE DELLA DIFESA             
UFFICI DI DIRETTA COLLABORAZIONE CON IL MINISTRO E ORGANISMO INDIPENDENTE DI VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE         
Art. 14. Uffici di diretta collaborazione
Art. 15. Funzioni degli uffici di diretta collaborazione                
Art. 16. Responsabili degli uffici di diretta collaborazione              
Art. 17. Personale addetto agli uffici di diretta collaborazione             
Art. 18. Personale delle segreterie dei Sottosegretari di Stato           
Art. 19. Trattamento economico 
Art. 20. Modalità della gestione
Art. 21. Organismo indipendente di valutazione della performance           
CIRCOLO UFFICIALI DELLE FORZE ARMATE             
Organizzazione   
Art. 22. Disposizioni generali  
Art. 23. Iscritti al Circolo    
Art. 24. Ordinamento del Circolo   
Art. 25. Organi del Circolo   
Art. 26. Servizio amministrativo, Ufficio attività istituzionali, Ufficio segreteria e personale 
Art. 27. Risorse         
Art. 28. Materiali      
Gestione ordinaria     
Art. 29. Disposizioni generali per la gestione ordinaria              
Art. 30. Principi informatori per la gestione ordinaria e la formazione del bilancio di previsione 
Art. 31. Bilancio di previsione  
Art. 32. Risultato di amministrazione e fondo di riserva              
Art. 33. Variazioni e storni al bilancio. Esercizio provvisorio            
Art. 34. Gestione delle entrate   
Art. 35. Gestione delle uscite     
Art. 36. Gestione dei residui     
Art. 37. Conto consuntivo, riaccertamento dei residui e inesigibilità dei crediti      
Art. 38. Rendiconto finanziario, conto economico e stato patrimoniale        
Art. 39. Allegati al conto consuntivo  
Art. 40. Scritture contabili      
Art. 41. Servizio di cassa     
Art. 42. Disposizioni generali per le attività negoziali                
Art. 43. Disposizioni particolari per le attività negoziali             
Art. 44. Verifica delle prestazioni per acquisizione di beni e per la fornitura di servizi  
Art. 45. Procedure in economia    
Art. 46. Altre disposizioni relative al Circolo ufficiali delle Forze armate        
ENTI VIGILATI   
Unione nazionale ufficiali in congedo d’Italia              
Artt. 47-53. Abrogati        
Opera nazionale per i figli degli aviatori                
Art. 54. Natura e finalità dell’Opera nazionale per i figli degli aviatori       
Art. 55. Organi dell’Opera nazionale per i figli degli aviatori             
Art. 56. Statuto dell’Opera nazionale per i figli degli aviatori             
Art. 57. Entrate dell’Opera nazionale per i figli degli aviatori             
Art. 58. Bilanci di previsione, conti consuntivi e attività di gestione dell’Opera nazionale per i figli degli aviatori         
Unione italiana tiro a segno
Art. 59. Natura e finalità dell’Unione italiana tiro a segno             
Art. 60. Organi centrali dell’Unione italiana tiro a segno               
Art. 61. Sezioni del tiro a segno nazionale                   
Art. 62. Statuto dell’Unione italiana tiro a segno                  
Art. 63. Entrate dell’Unione italiana tiro a segno                  
Art. 64. Amministrazione e contabilità 
Lega navale italiana 
Art. 65. Natura e finalità della Lega navale italiana                 
Art. 66. Soci della Lega navale italiana
Art. 67. Organizzazione centrale della Lega navale italiana             
Art. 68. Strutture periferiche della Lega navale italiana              
Art. 69. Compiti e composizione degli organi centrali della Lega navale italiana    
Art. 70. Statuto e relativo regolamento di esecuzione della Lega navale italiana      
Art. 71. Entrate della Lega navale italiana                  
Art. 72. Amministrazione e contabilità della Lega navale italiana          
Cassa di previdenza delle Forze armate               
Art. 73. Scopi e definizioni   
Art. 74. Cassa di previdenza delle Forze armate                
Art. 75. Organi della Cassa di previdenza
Art. 76. Consiglio di amministrazione della Cassa di previdenza            
Art. 77. Presidente della Cassa di previdenza                   
Art. 78. Collegio dei revisori della Cassa di previdenza              
Art. 79. Amministrazione dei fondi previdenziali e atti di gestione           
Art. 80. Istruzioni tecnico-applicative
ORGANI CONSULTIVI E DI COORDINAMENTO            
Art. 81. Consiglio superiore delle Forze armate                
Art. 82. Comitato unico di garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni
Art. 83. Comitato consultivo per l’inserimento del personale militare volontario femminile nelle Forze armate e nel Corpo della Guardia di finanza                
Art. 84. Comitato consultivo sui progetti di contratto               
Art. 85. Commissione consultiva militare unica per la concessione o la perdita di ricompense al valor militare           
Art. 86. Commissioni consultive per la concessione o la perdita di ricompense al valore o al merito di Forza armata    
Art. 87. Altri organismi consultivi e di coordinamento               
Art. 88. Durata e proroga delle commissioni e dei comitati consultivi e di coordinamento  
AREA TECNICO OPERATIVA                
Capo di stato maggiore della difesa                 
Art. 89. Attribuzioni in campo nazionale del Capo di stato maggiore della difesa    
Art. 90. Attribuzioni in campo internazionale del Capo di stato maggiore della difesa  
Art. 91. Attribuzioni in campo tecnico-scientifico del Capo di stato maggiore della difesa  
Art. 92. Stato maggiore della difesa 
Art. 93. Enti interforze dipendenti dal Capo di stato maggiore della difesa        
Art. 94. Ordinamento del Comando operativo di vertice interforze           
Capi di stato maggiore di Forza armata               
Art. 95. Attribuzioni in campo nazionale dei Capi di stato maggiore di Forza armata    
Art. 96. Attribuzioni in campo tecnico-scientifico dei Capi di stato maggiore di Forza armata
Art. 97. Attribuzioni del Capo di stato maggiore dell’Esercito italiano        
Art. 98. Attribuzioni del Capo di stato maggiore della Marina militare        
Art. 99. Attribuzioni del Capo di stato maggiore dell’Aeronautica militare        
Art. 100. Rapporti con gli organi tecnico-amministrativi               
Art. 101. Stati maggiori di Forza armata
Art. 102. Comitato dei Capi di stato maggiore delle Forze armate          
AREA TECNICO AMMINISTRATIVA              
Segretario generale della difesa                    
Art. 103. Attribuzioni in campo nazionale del Segretario generale della difesa      
Art. 104. Attribuzioni in campo internazionale del Segretario generale della difesa   
Art. 105. Attribuzioni in campo tecnico-scientifico del Segretario generale della difesa   
Segretariato generale della difesa                  
Art. 106. Ordinamento del Segretariato generale della difesa           
Art. 107. Reparto per il coordinamento amministrativo              
Art. 108. Incompatibilità con le cariche di direttore centrale e direttore generale    
Art. 109. Raggruppamento autonomo della difesa e Ufficio amministrazioni speciali    
Uffici centrali                         
Art. 110. Disposizioni comuni agli uffici centrali                
Art. 111. Ufficio centrale del bilancio e degli affari finanziari             
Art. 112. Ufficio centrale per le ispezioni amministrative            
Direzioni generali    
Art. 113. Principi e disposizioni comuni alle direzioni generali           
Art. 114. Direzione generale per il personale militare               
Art. 115. Direzione generale per il personale civile                 
Art. 116. Direzione generale della previdenza militare e della leva        
Art. 117-119. (abrogati)      
Art. 120. Direzione generale dei lavori e del demanio                
Art. 121. (abrogato)     
Art. 122. Direzione generale di commissariato e di servizi generali           
Registro nazionale delle imprese operanti nel settore degli armamenti   
Art. 123. Componenti della commissione per la tenuta del registro nazionale delle imprese
Art. 124. Ufficio registro nazionale
Art. 125. Riunioni della commissione
Art. 126. Verbale delle riunioni    
Art. 127. Iscrizione nel registro nazionale
Art. 128. Documenti a corredo delle domande                  
Art. 129. Termini di iscrizione 
Art. 130. Rinnovo delle iscrizioni   
AREA TECNICO INDUSTRIALE                   
Agenzia industrie difesa  
Art. 131. Principi generali      
Art. 132. Natura giuridica e sede dell’Agenzia                   
Art. 133. Scopi e attività    
Art. 134. Vigilanza         
Art. 135. Organi dell’Agenzia  
Art. 136. Direttore dell’Agenzia 
Art. 137. Comitato direttivo     
Art. 138. Collegio dei revisori dei conti
Art. 139. Assetto organizzativo dell’Agenzia                
Art. 140. Capi unità     
Art. 141. Bilanci e risorse finanziarie dell’Agenzia               
Art. 142. Controlli         
Art. 143. Personale dell’Agenzia 
Enti dipendenti dal Segretario generale              
Art. 144. Enti dipendenti dal Segretario generale                  
FORZE ARMATE
BANDE MUSICALI  
Art. 145. Modalità di impiego  
Art. 146. Organizzazione strumentale
SPECIALITÀ, UNITÀ E REPARTI DELL’ESERCITO           
Art. 147. Arma di fanteria      
Art. 148. Arma di cavalleria   
Art. 149. Arma di artiglieria     
Art. 150. Arma del genio    
Art. 151. Arma delle trasmissioni   
Art. 152. Unità e reparti dell’Esercito italiano                   
COMANDI DIPARTIMENTALI E NON DIPARTIMENTALI DELLA MARINA MILITARE                              
Art. 153. Comandi in capo di dipartimento marittimo               
Art. 154. Attribuzioni del Comando generale del Corpo delle capitanerie di porto per i servizi militari           
Art. 155. Comandi servizi base    
Art. 156. Centri di addestramento e formazione e di selezione              
Art. 157. Enti e centri tecnici dell’area tecnico-operativa              
Art. 158. Direzioni di munizionamento 
Art. 159. Basi navali        
Art. 160. Servizi di sanità militare marittima                
Art. 161. Servizi di commissariato militare marittimo                
Art. 162. Servizi del genio militare per la Marina militare             
Art. 163. Distaccamenti e Centro sportivo remiero              
Art. 164. Zone dei fari     
Art. 165. Comandi e servizi dipartimentali e non dipartimentali            
Art. 166. Ufficio allestimento e collaudo nuove navi               
Art. 167. Centro gestione scorte navali e direzioni magazzini             
SERVIZIO DEI FARI E DEL SEGNALAMENTO MARITTIMO       
Organizzazione del servizio 
Art. 168. Area di competenza del Servizio dei fari                
Art. 169. Segnalamenti in servizio dei fari                    
Art. 170. Personale del servizio dei fari
Art. 171. Organizzazione del servizio dei fari                 
Art. 172. Ispettorato per il supporto logistico e dei fari              
Art. 173. Istituzione e scioglimento delle reggenze                 
Art. 174. Ufficio tecnico dei fari e del segnalamento marittimo            
Art. 175. Comandi di zona fari    
Art. 176. Comitato dei comandanti del servizio fari                
Personale addetto al servizio
Art. 177. Normativa di riferimento
Art. 178. Personale assegnato alle reggenze dei segnalamenti             
Art. 179. Attribuzioni e compiti del reggente                   
Art. 180. Compiti del personale delle reggenze                 
Art. 181. Orario giornaliero di servizio nelle reggenze                
Art. 182. Riposo settimanale dei faristi 
Art. 183. Congedo annuale dei faristi
Art. 184. Giornale di reggenza e quaderno del segnalamento           
Art. 185. Rapporto di fine turno 
Art. 186. Collegamento telefonico delle reggenze                
Art. 187. Contributo al soccorso in mare e alla prevenzione da inquinamento       
Art. 188. Interruzione e sospensione del servizio                  
Art. 189. Alloggi per il personale farista
Art. 190. Sedi disagiate       
Art. 191. Accesso ai segnalamenti e alloggiamento presso le reggenze        
Art. 192. Definizione in materia di sorveglianza dei segnalamenti          
Art. 193. Esercizio della sorveglianza
Art. 194. Collaborazione dell’autorità marittima                 
Art. 195. Verifica della posizione dei segnalamenti galleggianti          
Art. 196. Controllo da parte delle unità navali                   
Controllo dei materiali tecnici                    
Art. 197. Norme tecniche      
Art. 198. Norme di servizio    
Art. 199. Uniformità della normativa                    
Art. 200. Attività ispettiva     
Art. 201. Visita dei comandanti di zona fari                  
Art. 202. Visite tecniche    
Art. 203. Ispezioni tecnico-logistiche
Art. 204. Varie su visite e ispezioni
Logistica e infrastrutture 
Art. 205. Unità navali di supporto logistico mobile                
Art. 206. Automezzi e imbarcazioni  
Art. 207. Abilitazioni        
Art. 208. Impiego di elicotteri della Marina militare               
Art. 209. Concorso dei mezzi navali delle Capitanerie di porto           
Art. 210. Trasporto dei materiali ai segnalamenti                  
Art. 211. Distintivo speciale del servizio fari                  
Art. 212. Materiali del servizio fari
Art. 213. Servizio delle manutenzioni
Art. 214. Manutenzione programmata
Art. 215. Officine del servizio fari   
Art. 216. Officina mista dell’ufficio tecnico fari                
Art. 217. Officine miste dei comandi zona fari                  
Art. 218. Magazzini      
Art. 219. Competenza degli interventi su infrastrutture e manufatti          
Art. 220. Assegnazione dei fondi per l’ordinaria manutenzione e il minuto mantenimento e procedure per l’esecuzione dei lavori   
ISTITUTO IDROGRAFICO DELLA MARINA             
Art. 221. Natura giuridica dell’Istituto idrografico della Marina militare         
Art. 222. Compiti e funzioni dell’Istituto idrografico della Marina militare      
Art. 223. Organizzazione dell’Istituto Idrografico della Marina militare         
Art. 224. Risorse finanziarie dell’Istituto idrografico della Marina militare        
Art. 225. Personale dell’Istituto idrografico della Marina militare        
Art. 226. Norme interne dell’Istituto idrografico della Marina militare        
SERVIZIO DI ASSISTENZA AL VOLO             
Art. 227. Spazi aerei        
Art. 228. Tipi di traffico       
Art. 229. Spazi aerei di competenza dell’Aeronautica militare              
Art. 230. Accordi particolari     
Art. 231. Priorità di traffico   
Art. 232. Permeabilità degli spazi   
Art. 233. Organismi di coordinamento 
Art. 234. Membri militari del comitato consultivo per l’utilizzazione dello spazio aereo 
NORME DI SERVIZIO PER L’ARMA DEI CARABINIERI       
Disposizioni generali 
Art. 235. Compiti d’istituto dell’Arma dei carabinieri                
Art. 236. Facoltà dei militari dell’Arma dei carabinieri             
Art. 237. Obblighi di polizia giudiziaria e doveri connessi con la dipendenza gerarchica 
Art. 238. Sede di servizio      
Art. 239. Disposizioni di servizio   
Relazioni di servizio con le autorità militari               
Art. 240. Disposizione all’interno di contingenti interforze              
Art. 241. Servizi di presidio   
Art. 242. Norma di salvaguardia del servizio d’istituto             
Relazioni di servizio con le autorità civili               
Art. 243. Relazioni con le autorità civili
SANITÀ MILITARE
SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO                 
Art. 244. Applicazione della normativa in materia di sicurezza           
Art. 245. Individuazione delle particolari esigenze connesse al servizio espletato o alle peculiarità organizzative delle Forze armate  
Art. 246. Individuazione del datore di lavoro                  
Art. 247. Individuazione dei dirigenti e preposti                 
Art. 248. Comunicazioni, denunce e segnalazioni               
Art. 249. Servizio di prevenzione e protezione                   
Art. 250. Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza              
Art. 251. Formazione, informazione e addestramento                
Art. 252. Strutture per il coordinamento delle attività finalizzate a prevenire gli infortuni e per la tutela della salute dei lavoratori nell’ambito dell’Amministrazione della difesa     
Art. 253. Attività e luoghi disciplinati dalle particolari norme di tutela tecnico-militari   
Art. 254. Controlli tecnici, verifiche, certificazioni, interventi strutturali e manutenzioni  
Art. 255. Valutazione dei rischi    
Art. 256. Documento unico di valutazione dei rischi da interferenze         
Art. 257. Funzioni di medico competente
Art. 258. Comunicazioni, segnalazioni e documenti              
Art. 259. Individuazione delle aree riservate, operative o che presentano analoghe esigenze
Art. 260. Istituzione dei servizi di vigilanza                    
Art. 261. Organizzazione dei servizi di vigilanza                  
Art. 262. Funzioni dei servizi di vigilanza                   
Art. 263. Personale addetto ai servizi di vigilanza                
Art. 264. Ulteriori disposizioni applicabili all’Arma dei carabinieri         
SICUREZZA NUCLEARE E PROTEZIONE SANITARIA        
Art. 265. Campo di applicazione e deroghe                    
Art. 266. Organizzazione operativa
Art. 267. Autorizzazioni    
Art. 268. Competenze     
Art. 269. Qualificazione del personale 
Art. 270. Funzioni ispettive   
Art. 271. Relazione annuale     
CORPI AUSILIARI DELLE FORZE ARMATE DELLA CROCE ROSSA ITALIANA
Art. 272. Compiti speciali della Croce Rossa in caso di guerra, di grave crisi internazionale o di conflitto armato          
Art. 273. Organizzazione dei servizi umanitari                   
Art. 274. Centri di mobilitazione 
Art. 275. Categorie di soci      
ISTITUTI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE          
Art. 276. Enti e istituti di istruzione interforze                   
Art. 277. Enti e istituti di istruzione dell’Esercito italiano             
Art. 278. Enti e istituti di istruzione della Marina militare              
Art. 279. Enti e istituti di istruzione dell’Aeronautica militare            
Art. 280. Enti e istituti di istruzione dell’Arma dei carabinieri             
Art. 280-bis. Soppressioni e riorganizzazione degli istituti di formazione delle Forze armate 
REGISTRO DELLE NAVI E GALLEGGIANTI IN SERVIZIO GOVERNATIVO NON COMMERCIALE                         
Art. 281. Definizioni        
Art. 282. Finalità e àmbito di applicazione                   
Art. 283. Tenuta del registro e modalità d’iscrizione               
Art. 284. Requisiti delle navi e dei galleggianti per l’iscrizione nel registro      
Art. 285. Cancellazione dal registro  
Art. 286. Condizioni di navigabilità delle navi e dei galleggianti            
Art. 287. Comando e controllo    
Art. 288. Regime giuridico delle navi e dei galleggianti              
Art. 289. Bandiera e distintivi  
Art. 290. Norma di rinvio      
Art. 291. Allegato A       
ISCRIZIONE NEL QUADRO DEL NAVIGLIO MILITARE DELLO STATO DI UNITÀ DELL’ESERCITO ITALIANO, DELL’AERONAUTICA MILITARE, DELL’ARMA DEI CARABINIERI, DEL CORPO DELLA GUARDIA DI FINANZA E DEL CORPO DELLE CAPITANERIE DI PORTO                 
Art. 292. Iscrizione nei ruoli speciali del naviglio militare di unità navali dell’Esercito italiano, dell’Aeronautica militare, dell’Arma dei carabinieri, del Corpo della Guardia di finanza e del Corpo delle capitanerie di porto 
Art. 293. Nozione di unità navale  
Art. 294. Elenchi statistici      
Art. 295. Contrassegni     
Art. 296. Bandiera in navigazione  
Art. 297. Criteri di assegnazione e controlli                    
Art. 298. Spese        
Art. 299. Armi per le unità navali e mezzi navali                   
Art. 300. Lavori di riparazione e manutenzione                
Art. 301. Personale di coperta e di macchina                  
Art. 302. Comando delle unità navali dell’Esercito italiano o dell’Aeronautica militare   
Art. 303. Comando delle unità navali delle Capitanerie di porto            
Art. 304. Comando delle unità navali della Guardia di finanza           
Art. 305. Comando delle unità navali dell’Arma dei carabinieri            
Art. 306. Condotta dei mezzi navali  
Art. 307. Vestiario di navigazione   
Art. 308. Competenze delle amministrazioni interessate               
Art. 309. Cancellazione dai ruoli speciali delle unità navali dell’Esercito italiano e dell’Aeronautica militare         
Art. 310. Cancellazione dai ruoli speciali delle unità navali dell’Arma dei carabinieri, della Guardia di Finanza, delle Capitanerie di porto                   
ALLOGGI DI SERVIZIO                   
DISPOSIZIONI ATTUATIVE PER GLI ALLOGGI DI SERVIZIO DI TIPO ECONOMICO             
Costituzione, classificazione e destinazione degli alloggi di servizio      
Art. 311. Àmbito di applicazione 
Art. 312. Competenze generali   
Art. 313. Categorie di alloggi di servizio
Art. 314. Destinazione degli alloggi di servizio                 
Ripartizione e concessione degli alloggi               
Art. 315. Organi competenti     
Art. 316. Ripartizione degli alloggi
Art. 317. Personale ammesso alle concessioni                   
Art. 318. Esclusione dalla concessione di alloggi ASI e AST            
Art. 319. Durata delle concessioni   
Art. 320. Deroghe particolari     
Modalità per l’assegnazione di alloggi               
Art. 321. Commissioni di controllo per gli alloggi AST               
Art. 322. Assegnazione di alloggi ASGC e ASIR                  
Art. 323. Assegnazione di alloggi ASI 
Art. 324. Assegnazione di alloggi AST 
Art. 325. Assegnazione di alloggi APP, SLI e ASC                
Art. 326. Impiego degli alloggi disponibili                   
Art. 327. Comunicazioni all’autorità di pubblica sicurezza              
Art. 328. Registrazione delle concessioni
Cessazione, decadenza e revoca delle concessioni, proroghe e recupero degli alloggi
Art. 329. Cessazione della concessione 
Art. 330. Decadenza dalla concessione 
Art. 331. Revoca anticipata della concessione                   
Art. 332. Proroghe per il rilascio
Art. 333. Recupero degli alloggi
Canoni e oneri   
Art. 334. Onerosità delle concessioni
Art. 335. Determinazione del canone per gli alloggi AST             
Art. 336. Determinazione del canone per gli alloggi ASIR-ASI           
Art. 337. Rette        
Art. 338. Norme per la riscossione
Art. 339. Spese e modalità di gestione 
Art. 340. Oneri a carico dell’Amministrazione militare             
Comunicazioni     
Art. 341. Formalità per le comunicazioni
Disposizioni finali 
Art. 342. Disciplina delle concessioni antecedenti                
Art. 343. Procedimento per l’individuazione e variazioni degli incarichi che danno titolo all’attribuzione degli alloggi di servizio classificati ASGC, ASIR e ASI          
Art. 344. Allegato A – Composizione, compiti e funzionamento delle commissioni di controllo degli alloggi          
Art. 345. Allegato B – Modulo di domanda per l’assegnazione di alloggi ASGC e ASIR 
Art. 346. Allegato C – Modello dell’atto di concessione di alloggio di servizio     
Art. 347. Allegato D – Modello di comunicazione al Ministero dell’economia e delle finanze della concessione di ASGC    
Art. 348. Allegato E-1 – Domanda di assegnazione alloggio ASI             
Art. 349. Allegato E-2 – Domanda di assegnazione alloggio AST          
Art. 350. Allegato F – Formazione delle graduatorie ASI                
Art. 351. Allegato G – Formazione delle graduatorie AST             
Art. 352. Allegato H – Modello di dichiarazione di accettazione delle condizioni di gestione, uso e manutenzione dell’alloggio SLI   
Art. 353. Allegato I – Modello di avviso di rilascio dell’alloggio di servizio      
Art. 354. Allegato L – Modello di dichiarazione di decadenza della concessione di alloggio di servizio           
Art. 355. Allegato M – Modello di ordine di recupero coattivo             
Art. 356. Allegato N – Modello di comunicazione ai comandi ed enti incaricati per l’effettuazione dello sgombero dell’alloggio di servizio                    
Art. 357. Allegato O – Modello di comunicazione ai comandi competenti per l’assegnazione di un ufficiale delegato all’effettuazione dello sgombero di alloggio di servizio       
Art. 358. Allegato P – Modalità per la riscossione delle somme dovute dagli utenti per canone e spese comuni alloggi ASIR, ASI e AST; retta alloggi APP E SLI; quota forfettaria giornaliera alloggi ASC         
Art. 359. Allegato Q – Oneri particolari di gestione a carico dell’Amministrazione militare
Art. 360. Allegato R – Oneri di gestione relativi agli alloggi ASGC e ASIR a carico dell’Amministrazione militare      
Art. 361. Allegato S – Lavori di stabilità, di straordinaria manutenzione e di ordinario mantenimento              
DISPOSIZIONI ATTUATIVE PER GLI ALLOGGI DI SERVIZIO DELL’ARMA DEI CARABINIERI         
Classificazione  
Art. 362. Classificazione degli alloggi di servizio dell’Arma dei carabinieri      
Alloggi di servizio gratuiti connessi all’incarico           
Art. 363. Assegnazione degli alloggi di servizio gratuiti e decadenza dall’assegnazione   
Art. 364. Assegnazione degli alloggi in temporanea concessione           
Art. 365. Assegnazioni temporanee
Art. 366. Caratteristiche degli alloggi di servizio gratuiti connessi all’incarico     
Art. 367. Oneri a carico degli utenti e dell’amministrazione            
Art. 368. Recupero degli alloggi 
Alloggi di servizio in temporanea concessione          
Art. 369. Personale ammesso alla concessione e ripartizione degli ASTC       
Art. 370. Esclusione della concessione 
Art. 371. Durata della concessione
Art. 372. Commissione per gli alloggi 
Art. 373. Compiti delle Commissioni alloggi               
Art. 374. Assegnazione di alloggi   
Art. 375. Criteri di attribuzione del punteggio                   
Art. 376. Cessazione e decadenza della concessione               
Art. 377. Revoca anticipata della concessione                   
Art. 378. Ricorsi avverso la revoca anticipata                  
Art. 379. Recupero coattivo   
Art. 380. Gestione degli alloggi    
Art. 381. Canone di concessione 
Art. 382. Spese di gestione   
Art. 383. Allegato A – Incarichi per i quali spettano gli alloggi di servizio gratuiti     
Art. 384. Allegato B – Modello della domanda di assegnazione di ASTC       
Art. 385. Allegato C – Modello dell’atto di concessione di ASTC         
Art. 386. Allegato D – Modello dell’ordinanza di recupero coattivo        
DISCIPLINA ATTUATIVA DEL FONDO-CASA           
Art. 387. Finalità del fondo-casa 
Art. 388. Modalità di finanziamento del fondo-casa                 
Art. 389. Gestione del fondo-casa e gestione dei mutui              
Art. 390. Organi di gestione e funzioni 
Art. 391. Concessione dei mutui al personale                 
Art. 392. Limite delle somme erogabili 
Art. 393. Esclusione dalla concessione del mutuo                
Art. 394. Obblighi dei mutuatari 
Art. 395. Ammortamento dei mutui                      
Art. 396. Allegato A – Modalità per l’assegnazione dei mutui             
Art. 397. Allegato B – Modello di domanda                    
DISPOSIZIONI ATTUATIVE PER GLI ALLOGGI DI SERVIZIO CONNESSI AL NUOVO MODELLO DELLE FORZE ARMATE                
Realizzazione del programma infrastrutturale pluriennale per gli alloggi di servizio delle Forze armate         
Art. 398. Oggetto e finalità   
Art. 399. Categorie di alloggi di servizio
Art. 400. Programmazione degli interventi                   
Art. 401. Alloggi assegnati al personale che svolge particolari incarichi di servizio e alloggi assegnati per una durata determinata rinnovabile, in ragione delle esigenze di mobilità e abitative
Art. 402. Realizzazione degli alloggi con possibilità di acquisto mediante riscatto     
Procedure per l’alienazione degli alloggi di servizio non più funzionali ai fini istituzionali delle Forze armate    
Art. 403. Individuazione degli alloggi da alienare               
Art. 404. Criteri di vendita      
Art. 405. Vendita con il sistema d’asta 
Realizzazione di alloggi di servizio mediante concessione di lavori pubblici
Art. 406. Studio di fattibilità     
Art. 407. Accordi di programma
Procedure per l’assegnazione degli alloggi di servizio a riscatto     
Art. 408. Modalità per l’individuazione degli assegnatari degli alloggi a riscatto    
Art. 409. Calcolo della graduatoria
Art. 410. Modalità di assegnazione degli alloggi realizzati              
Art. 411. Programmazione della spesa
ACCESSO DI PARLAMENTARI A STRUTTURE MILITARI     
Art. 412. Visite fuori dal territorio dello Stato e in aree riservate           
Art. 413. Visite a strutture militari straniere o plurinazionali in territorio italiano    
Art. 414. Contenuto del preavviso e generalità dell’accompagnatore – Provvedimenti del Ministro
Art. 415. Ricevimento del parlamentare, modalità delle visite e degli incontri     
Art. 416. Visite agli stabilimenti militari di pena                  
DISMISSIONI DI BENI MOBILI                
Art. 417. Dichiarazione di fuori servizio dei materiali               
Art. 418. Dichiarazione di fuori uso dei materiali                  
Art. 419. Vendita dei materiali fuori servizio o fuori uso               
Art. 420. Cessione dei materiali 
Art. 421. Alienazioni in economia   
Art. 422. Individuazione dei materiali eccedenti le esigenze delle Forze armate e procedimento di alienazione           
Art. 423. Cessione a musei   
Art. 424. Elenco dei beni eccedenti le esigenze delle Forze armate           
Art. 425. Modalità attuative delle cessioni di beni mobili a titolo gratuito nell’ambito di missioni internazionali          
Art. 426. Prestito di materiali a terzi  
Art. 427. Cessioni e prestiti a Forze armate estere                
TITOLO VI – LIMITAZIONI A BENI E ATTIVITÀ ALTRUI NELL’INTERESSE DELLA DIFESA             
Art. 428. Definizioni       
Art. 429. Procedimento per la riunione del Comitato            
Art. 430. Quorum per la validità delle riunioni del comitato            
Art. 431. Decisione del Ministro della difesa                  
Art. 432. Programmi delle esercitazioni sottoposti al Comitato           
Art. 433. Contenuto delle limitazioni
Art. 434. Adempimenti pubblicitari
Art. 435. Adempimenti esecutivi 
Art. 436. Procedimento per l’indennizzo
Art. 437. Procedimento per l’autorizzazione di opere in deroga          
Art. 438. Procedimento in caso di limitazioni per il tempo necessario allo svolgimento di esercitazioni militari        
Art. 439. Procedimento per l’autorizzazione dell’autorità militare per talune opere e uso di beni nei comuni militarmente importanti, nelle zone costiere e nelle isole         
Art. 440. Esplicazione di nozioni di cui all’articolo 334 del codice           
Art. 441. Autorità competenti  
Art. 442. Contenuto formale delle autorizzazioni                  
Art. 443. Elenco delle zone di importanza militare cui si applica l’articolo 335 del codice  
Art. 444. Alienazioni in favore di cittadini stranieri                 
Art. 445. Accertamento delle violazioni
AMMINISTRAZIONE E CONTABILITÀDISCIPLINA DELL’AMMINISTRAZIONE E CONTABILITÀ DEGLI ORGANISMI DELLA DIFESA   
DISPOSIZIONI GENERALI 
Art. 446. Ambito di applicazione e rinvio
Art. 447. Definizioni        
Art. 448. Principi       
ORGANIZZAZIONE AMMINISTRATIVA DELL’ENTE E DEL DISTACCAMENTO
Art. 449. Competenze del comandante 
Art. 450. Competenze del direttore della direzione di intendenza o del centro di intendenza 
Art. 451. Organi della gestione amministrativa e competenze             
RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA E CONTABILE        
Art. 452. Accertamento del danno   
Art. 453. Autorità competenti per la determinazione della responsabilità       
Art. 454. Criteri per l’addebito del danno
AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE              
Art. 455. Forza amministrata     
Art. 456. Situazioni e variazioni della forza                   
Art. 457. Liquidazione e pagamento delle competenze e delle indennità         
Art. 458. Personale trasferito    
Art. 459. Paga e indennità dei militari di truppa                 
Art. 460. Valore in denaro della razione viveri                   
Art. 461. Morte o scomparsa del militare
Art. 462. Modalità di liquidazione delle indennità di impiego operativo ai militari delle Capitanerie di porto           
SERVIZI DI CARATTERE GENERALE                
ASSISTENZA MORALE, BENESSERE E PROTEZIONE SOCIALE  
Art. 463. Definizioni ai fini dell’assistenza morale, benessere e protezione sociale     
Art. 464. Assistenza morale, benessere e protezione sociale              
Art. 465. Classificazione e modalità di gestione degli organismi di protezione sociale  
Art. 466. Determinazione degli apporti a carico dell’Amministrazione        
Art. 467. Norme d’uso dei materiali costituenti apporti dell’Amministrazione     
Art. 468. Ammissione del personale  
Art. 469. Contribuzioni       
Art. 470. Organi centrali di indirizzo generale                   
Art. 471. Organi di vigilanza e di controllo                  
Art. 472. Organi amministrativi    
Art. 473. Affidamento in concessione a organizzazioni costituite fra il personale dipendente oppure a enti o a terzi     
Art. 474. Gestione diretta     
Art. 475. Rendicontazione     
Servizio di mensa 
Art. 476. Disposizioni generali sul servizio di mensa             
Art. 477. Unificazione delle mense
Art. 478. Organizzazione e funzionamento                   
Art. 479. Commissione amministrativa 
Art. 480. Gestore       
Art. 481. Reclami      
Art. 482. Personale adibito ai lavori  
Art. 483. Vigilanza         
Art. 484. Programma quindicinale dei pasti                    
Art. 485. Partecipanti       
Art. 486. Mezzi          
Art. 487. Trattamento alimentare per i partecipanti alle mense di servizio       
Art. 488. Approvvigionamento dei generi alimentari               
Art. 489. Convivenza ad altre mense  
Art. 490. Documenti contabili 
Art. 491. Chiusura della gestione   
Art. 492. Dimostrazione delle spese e resa dei conti                
Altri servizi di carattere generale                    
Art. 493. Spese generali e di funzionamento degli organismi            
Art. 494. Attività sportiva     
Art. 495. Vestiario ed equipaggiamento
Art. 496. Servizi diversi       
Art. 497. Spese di natura riservata   
PROGRAMMAZIONE FINANZIARIA E GESTIONE DEI FONDI    
Art. 498. Previsione del fabbisogno 
Art. 499. Autorizzazioni all’impegno e assegnazione dei fondi           
Art. 500. Variazioni alla previsione dell’esercizio in corso            
Art. 501. Richiesta e rifornimento dei fondi                  
Art. 502. Concessione di prestiti 
Art. 503. Custodia e verifica dei fondi 
Art. 504. Riscossioni e pagamenti  
Art. 505. Atti del cassiere     
Art. 506. Pignoramenti, sequestri, opposizioni                   
CONTABILIZZAZIONE DELLE ENTRATE E DELLE SPESE     
Art. 507. Disposizioni generali sulla contabilizzazione delle entrate e delle spese     
Art. 508. Fondo scorta    
Art. 509. Conto transitorio      
Art. 510. Proventi         
Art. 511. Rendicontazione delle spese
Art. 512. Rendiconto suppletivo 
Art. 513. Fondi permanenti  
Art. 514. Funzionari delegati     
GESTIONE DEI MATERIALI                     
Art. 515. Disposizioni generali sulla gestione dei materiali              
Art. 516. Magazzini      
Art. 517. Responsabilità del consegnatario                   
Art. 518. Variazioni della consistenza dei materiali                
Art. 519. Scritture contabili  
Art. 520. Classificazione e codificazione dei materiali               
CAPO IX – DIREZIONI DI AMMINISTRAZIONE                
Art. 521. Competenze     
Art. 522. Ordinativi di pagamento, scritture contabili e rendicontazione         
Art. 523. Chiusura a pareggio   
Art. 524. Coordinamento delle direzioni di amministrazione            
DIREZIONI DI COMMISSARIATO                 
Art. 525. Competenze     
Art. 526. Organi esecutivi     
Art. 527. Ispezioni tecnico-logistiche
ORGANISMI PARTICOLARI
Art. 528. Istituti di istruzione     
Art. 529. Scuole militari    
Art. 530. Accademie       
Art. 531. Organizzazione penitenziaria militare                
GESTIONE DEGLI ANIMALI                    
Art. 532. Allevamento e acquisto di animali                   
Art. 533. Profilassi, polizia e assistenza veterinaria                 
Art. 534. Morte, riforma, soppressione e dichiarazione di fuori servizio degli animali  
Art. 535. Attività ippica militare 
Art. 536. Cavalli di proprietà del personale militare                 
Art. 537. Cessione di cavalli ai militari 
SERVIZIO DELLE ISPEZIONI                  
Art. 538. Attività ispettiva     
Art. 539. Oggetto delle ispezioni amministrative e contabili            
Art. 540. Relazione sull’ispezione   
CONTABILITÀ ANALITICA                    
Art. 541. Sistema di contabilità analitica
NORME DI COORDINAMENTO DEI SISTEMI INFORMATIVI AUTOMATIZZATI DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE CON LE ESIGENZE DI DIFESA NAZIONALE    
Art. 542. Oggetto della disciplina   
Art. 543. Definizioni ai fini dei sistemi informativi automatizzati concernenti la difesa nazionale
Art. 544. Tutela delle attività di pianificazione e rispetto delle peculiarità della Difesa  
Art. 545. Finalità dei sistemi informativi automatizzati della Difesa         
Art. 546. Criteri di integrazione e interconnessione                 
Art. 547. Caratterizzazione delle norme e dei criteri                
Art. 548. Formazione del personale
Art. 549. Monitoraggio dei programmi relativi ai sistemi informativi automatizzati   
Art. 550. Capitolati e contratti segretati o che esigono particolari misure di sicurezza  
Art. 551. Selettività e armonizzazione delle procedure               
INCHIESTE SU EVENTI DI PARTICOLARE GRAVITÀ O RISONANZA
DISPOSIZIONI GENERALI 
Art. 552. Nozione di inchiesta sommaria e formale                 
Art. 553. Nozione di evento di particolare gravità o risonanza              
Art. 554. Sinistri marittimi e aeronautici
INCHIESTA SOMMARIA
Art. 555. Adempimenti iniziali dei comandanti                 
Art. 556. Autorità competenti a ordinare l’inchiesta sommaria           
Art. 557. Avvio dell’inchiesta sommaria
Art. 558. Potere sostitutivo nell’ordinare l’inchiesta sommaria           
Art. 559. Esecuzione dell’inchiesta sommaria                   
Art. 560. Invio degli atti dell’inchiesta sommaria                 
INCHIESTA FORMALE  
Art. 561. Autorità competenti a ordinare l’inchiesta formale            
Art. 562. Sinistri derivanti da collisioni con navi mercantili              
Art. 563. Commissione d’inchiesta formale                  
Art. 564. Invio degli atti dell’inchiesta formale                 
ATTIVITÀ NEGOZIALE DELL’AMMINISTRAZIONE DELLA DIFESA
DISPOSIZIONI GENERALI SULL’ATTIVITÀ NEGOZIALE DELL’AMMINISTRAZIONE DELLA DIFESA     
Art. 565. Stipulazione, approvazione ed esecuzione dei contratti           
Art. 566. Acquisti all’estero   
Art. 567. Contratti a quantità indeterminata                   
Art. 568. Transazioni        
Art. 569. Condizioni delle permute
Art. 570. Modalità per la stipula degli atti e l’esecuzione delle prestazioni       
Art. 571. Valore delle prestazioni a carico dei contraenti               
Art. 572. Prezzo in luogo di prestazione in natura               
Art. 573. Autorità competenti in ordine all’individuazione dei materiali e delle prestazioni da permutare          
Art. 574. Rinvio alle norme in materia di pubblici appalti            
PERSONALE MILITARE
DISPOSIZIONI GENERALI                 
Art. 575. Giuramento        
Art. 576. Doveri dei militari prigionieri
RECLUTAMENTO
DISPOSIZIONI GENERALI 
Art. 577. Modalità di svolgimento dei concorsi                
ACCERTAMENTI PSICO-FISICI                
Accertamento dell’idoneità al servizio militare              
Art. 578. Ambito di applicazione 
Art. 579. Idoneità al servizio militare
Art. 580. Accertamento dell’idoneità al servizio militare             
Art. 581. Aggiornamento dell’elenco delle imperfezioni e infermità       
Art. 582. Imperfezioni e infermità che sono causa di non idoneità al servizio militare  
Accertamento dell’idoneità ai servizi di navigazione
Art. 583. Ambito di applicazione 
Art. 584. Modalità di applicazione
Art. 585. Personale femminile  
Art. 586. Imperfezioni e infermità che sono causa di non idoneità ai servizi di navigazione aerea
Requisiti fisici   
Art. 587. Parametri fisici    
FORMAZIONE    
CORSI DI FORMAZIONE PER L’ACCESSO AI RUOLI DEGLI UFFICIALI E DEI SOTTUFFICIALI         
Disposizioni generali 
Art. 588. Definizioni        
Art. 589. Ambito di applicazione 
Art. 590. Qualità di allievo  
Art. 591. Doveri dei frequentatori dei corsi                  
Art. 592. Modalità di concessione delle licenze                 
Art. 593. Sospensione precauzionale  
Art. 594. Cicli formativi e piani di studio
Art. 595. Valutazioni        
Art. 596. Idoneità        
Art. 597. Esami          
Art. 598. Rinvio al corso successivo  
Art. 599. Espulsione dai corsi 
Art. 600. Dimissioni dai corsi  
Art. 601. Graduatorie di merito    
Art. 602. Periodi di prova o sperimentazione                 
Corsi delle accademie
Art. 603. Criteri e modalità di svolgimento dei corsi              
Art. 604. Nomine      
Art. 605. Formazione iniziale degli allievi ufficiali dei corpi sanitari        
Art. 606. Frequenza dei corsi per gli allievi ufficiali dei corpi sanitari          
Corsi di formazione per ufficiali                 
Art. 607. Ufficiali in servizio permanente
Corsi per allievi marescialli
Art. 608. Criteri e modalità di svolgimento dei corsi               
Art. 609. Graduatorie di merito    
Art. 610. Esami finali    
Corsi per allievi sergenti o vice brigadieri              
Art. 611. Svolgimento del corso 
Art. 612. Esami finali     
Art. 613. Graduatorie di merito    
Disposizioni particolari per i corsi di formazione dei sottufficiali dell’Arma dei carabinieri            
Art. 614. Promozioni       
Art. 615. Dimissioni e rinvio     
FORMAZIONE SUPERIORE DEGLI UFFICIALI             
Corso superiore di stato maggiore interforze              
Art. 616. Programma didattico    
Art. 617. Modalità di ammissione   
Art. 618. Valutazione di profitto 
Art. 619. Diploma                               
Art. 620. Esonero dal corso   
Art. 621. Dimissione dal corso    
Art. 622. Rinuncia al corso   
Corsi di formazione superiore per gli ufficiali dell’esercito italiano    
Art. 623. Generalità      
Art. 624. Partecipazione al corso di stato maggiore                 
Art. 625. Partecipazione al corso pluritematico                
Art. 626. Convenzioni con le università
Corso di stato maggiore dell’esercito italiano              
Art. 627. Sessioni       
Art. 628. Valutazione di profitto 
Art. 629. Esame finale     
Art. 630. Commissione esaminatrice  
Art. 631. Graduatoria        
Art. 632. Rinvio e dimissione  
Ammissione dei capitani dei ruoli speciali dell’esercito al corso di stato maggiore
Art. 633. Concorso     
Art. 634. Commissione esaminatrice  
Art. 635. Titoli di merito   
Art. 636. Prove d’esame   
Art. 637. Graduatoria        
Art. 638. Rinvio          
Corso pluritematico dell’esercito italiano                
Art. 639. Modalità di ammissione   
Art. 640. Valutazione di profitto 
Art. 641. Prova finale     
Art. 642. Rinuncia, rinvio e dimissione 
Corso normale di stato maggiore della Marina militare       
Art. 643. Corso normale di stato maggiore                   
Art. 644. Ufficiali frequentatori    
Art. 645. Valutazione di profitto 
Art. 646. Esami di fine corso     
Art. 647. Equipollenza del corso normale di stato maggiore           
Art. 648. Attestato         
Art. 649. Dimissioni, rinvii e allontanamenti                 
Corsi di stato maggiore dell’Aeronautica militare           
Art. 650. Corsi di stato maggiore   
Art. 651. Ufficiali frequentatori    
Art. 652. Rinvii         
Art. 653. Norma di rinvio      
Corso d’istituto per ufficiali dell’Arma dei carabinieri        
Art. 654. Attività didattica      
Art. 655. Modalità di ammissione   
Art. 656. Rinvio della frequenza del corso                   
Art. 657. Modalità di svolgimento  
Art. 658. Commissione d’esame 
Art. 659. Votazioni finali   
Art. 660. Dimissioni dal corso  
Art. 661. Ammissioni particolari 
SCUOLE MILITARI                    
Art. 662. Passaggio alla classe superiore e conseguimento del diploma di Stato      
Art. 663. Attitudine militare     
Art. 664. Graduatorie finali  
Art. 665. Rinvii e dimissioni     
Art. 666. Disciplina e doveri generali
RUOLI E DOTAZIONI ORGANICHE              
RUOLI          
Art. 667. Ufficiali dei ruoli delle armi dell’Aeronautica militare          
Art. 668. Specialità di navigatore militare dei ruoli naviganti dell’Aeronautica militare 
DOTAZIONI ORGANICHE 
Art. 668-bis. Dotazioni organiche complessive dei generali e dei colonnelli      
STATO GIURIDICO E IMPIEGO                
REINTEGRAZIONE NEL GRADO A DOMANDA           
Art. 669. Domanda di reintegrazione
Art. 670. Istruzione delle domande
Art. 671. Parere          
Art. 672. Acquisizione di atti e ulteriori accertamenti               
Art. 673. Comunicazioni    
Art. 674. Decisioni del Ministro 
Art. 675. Militari reintegrati     
Art. 676. Riammissione in servizio
Art. 677. Non accoglimento delle domande                    
Art. 678. Militari in congedo assoluto
TRASFERIMENTI E DESTINAZIONI               
Art. 679. Requisiti per ricoprire gli incarichi relativi al servizio di stato maggiore dell’Esercito italiano           
REINSERIMENTO NEL MONDO DEL LAVORO DEL PERSONALE IN CONGEDO
Art. 680. Abilitazione all’esercizio della professione d’ingegnere          
Art. 681. Agevolazioni per il conseguimento di titoli professionali marittimi       
DOCUMENTAZIONE PERSONALE             
DOCUMENTI MATRICOLARI
Art. 682. Servizio matricolare 
Art. 683. Definizioni        
Art. 684. Documento unico matricolare
Art. 685. Gruppi di eventi di interesse matricolare per le Forze armate       
Art. 686. Attività matricolari    
Art. 687. Competenze    
DOCUMENTAZIONE CARATTERISTICA             
Disposizioni generali 
Art. 688. Finalità della documentazione caratteristica                
Art. 689. Competenza     
Art. 690. Casi di esclusione della competenza                  
Art. 691. Compilazione dei documenti caratteristici                 
Art. 692. Tipo di documento caratteristico da redigere in relazione ai servizi prestati    
Art. 693. Richiesta di elementi di informazione ovvero di documentazione internazionale  
Art. 694. Procedimenti penali e disciplinari                    
Art. 695. Accesso alla documentazione caratteristica               
Art. 696. Disposizioni in tempo di guerra o di grave crisi internazionale         
Art. 697. Custodia         
Tipologia e redazione dei documenti caratteristici         
Art. 698. Modelli dei documenti caratteristici                  
Art. 699. Limiti agli interventi nella redazione dei documenti caratteristici        
AVANZAMENTO
AVANZAMENTO A SCELTA DEGLI UFFICIALI           
Art. 700. Giudizio di avanzamento a scelta degli ufficiali delle Forze armate       
Art. 701. Prima fase: valutazione dell’idoneità all’avanzamento          
Art. 702. Seconda fase: attribuzione del punteggio di merito          
Art. 703. Categorie di requisiti. Punteggi relativi. Valutazione di sintesi         
Art. 704. Qualità morali, di carattere e fisiche                   
Art. 705. Qualità professionali    
Art. 706. Rilevanza degli incarichi
Art. 707. Qualità intellettuali e di cultura
Art. 708. Attitudine ad assumere incarichi nel grado superiore           
Art. 709. Tendenza di carriera  
Art. 710. Procedimento di votazione. Processo verbale              
Art. 711. Applicabilità del regolamento ad altre fattispecie              
DOTAZIONI ORGANICHE E PROMOZIONI A SCELTA DEGLI UFFICIALI
Art. 711-bis. Dotazioni organiche e promozioni a scelta al grado superiore degli ufficiali  
DISCIPLINA MILITARE                     
DOVERI DEI MILITARI
Doveri generali  
Art. 712. Doveri attinenti al giuramento
Art. 713. Doveri attinenti al grado 
Art. 714. Doveri attinenti alla posizione costituzionale del Presidente della Repubblica   
Art. 715. Doveri attinenti alla dipendenza gerarchica               
Art. 716. Iniziativa         
Art. 717. Senso di responsabilità 
Art. 718. Formazione militare  
Art. 719. Spirito di corpo    
Art. 720. Uniforme     
Art. 721. Dignità e decoro del militare 
Art. 722. Doveri attinenti alla tutela del segreto e al riserbo sulle questioni militari   
Art. 723. Tenuta e sicurezza delle armi, dei mezzi, dei materiali e delle installazioni militari 
Art. 724. Osservanza di doveri ulteriori
Doveri dei superiori
Art. 725. Doveri propri dei superiori
Art. 726. Doveri del comandante di corpo              
Art. 727. Emanazione di ordini    
Art. 728. Comportamento nei confronti di militari in stato di grave alterazione      
Doveri degli inferiori
Art. 729. Esecuzione di ordini  
Art. 730. Servizi regolati da consegna
Art. 731. Saluto militare    
NORME DI COMPORTAMENTO E DI SERVIZIO           
Norme di comportamento
Art. 732. Contegno del militare    
Art. 733. Norme di tratto                          
Art. 734. Senso dell’ordine   
Art. 735. Relazioni con i superiori
Art. 736. Presentazione e visite all’atto dell’assunzione di comando o incarico    
Art. 737. Qualifiche militari apposte al nome                   
Art. 738. Sottoscrizioni e spese collettive
Norme di servizio 
Art. 739. Lingua da usare in servizio 
Art. 740. Orari e turni di servizio  
Art. 741. Libera uscita     
Art. 742. Licenze e permessi     
Art. 743. Rientro immediato al reparto
Art. 744. Alloggiamento e pernottamenti
Art. 745. Detenzione e uso di cose di proprietà privata nei luoghi militari       
Art. 746. Uso dell’abito civile 
Art. 747. Dipendenza dei militari in particolari condizioni             
Art. 748. Comunicazioni dei militari 
Art. 749. Decesso di un militare 
Disposizioni in tema di sanzioni disciplinari             
Art. 750. Comandanti di reparto e di distaccamento                
Art. 751. Comportamenti che possono essere puniti con la consegna di rigore     
Principi fondamentali per l’organizzazione di bordo delle navi della marina militare
Art. 752. Navi da guerra e unità navali 
Art. 753. Area di applicazione  
Art. 754. Autorità preposta all’organizzazione dello strumento navale       
Art. 755. Doveri del personale imbarcato
Art. 756. Responsabilità e compiti del comandante in capo della squadra navale   
Art. 757. Responsabilità e compiti del comandante di reparto navale          
Art. 758. Responsabilità e compiti del comandante di nave              
Art. 759. Responsabilità e compiti degli ufficiali                 
Art. 760. Responsabilità e compiti generali dei sottufficiali e dei marinai       
Art. 761. Responsabilità e compiti specifici dei sottufficiali             
Art. 762. Personale civile      
Art. 763. Disposizioni finali     
ONORIFICENZE MILITARI E RICOMPENSE           
Ordine Militare d’Italia
Art. 764. Consiglio dell’Ordine Militare d’Italia                
Art. 765. Durata degli incarichi    
Art. 766. Attribuzioni del Consiglio  
Art. 767. Funzionamento del Consiglio 
Art. 768. Conferimento delle onorificenze                    
Art. 769. Conferimento della classe superiore                  
Art. 770. Anzianità di classe     
Art. 771. Uso delle insegne   
Art. 772. Proposta di conferimento
Art. 773. Onori militari       
Art. 774. Consegna delle onorificenza
Art. 775. Pubblicazioni        
Art. 776. Militari stranieri      
Art. 777. Caratteristiche delle decorazioni                  
Ricompense al valor militare
Art. 778. Funzione consultiva in materia di concessione e di perdita delle decorazioni al valor militare            
Art. 779. Proposte rimesse alla commissione                  
Art. 780. Doveri del comandante del corpo                   
Art. 781. Insegne       
Art. 782. Onori militari       
Art. 783. Consegna delle insegne   
Art. 784. Distintivi         
Perdita delle ricompense al valor militare              
Art. 785. Ambito di applicazione
Art. 786. Commissione per le perdita delle ricompense              
Art. 787. Sentenze penali straniere
Art. 788. Efficacia della perdita e della sospensione delle medaglie al valor militare   
Art. 789. Comunicazione dei provvedimenti agli effetti del pagamento dei benefici economici
Art. 790. Ritiro delle insegne e dei brevetti delle decorazioni e distinzioni perdute     
Art. 791. Segnalazione dei casi di condanne penali                
Art. 792. Segnalazione dei casi di condanne pronunciate all’estero           
Art. 793. Segnalazione dei casi di perdita di cittadinanza              
Art. 794. Casi di perdita del grado   
Art. 795. Casi di condanne che importano la sospensione delle decorazioni e delle distinzioni
Art. 796. Segnalazione dei casi di applicazione di misura di prevenzione      
Art. 797. Segnalazione dei casi di perdita o di sospensione nei confronti di persone estranee alle Forze armate          
Art. 798. Segnalazione dei casi di incapacità                  
Art. 799. Provvedimenti conseguenti alla perdita di diritto          
Art. 800. Provvedimenti di perdita eventuale per condanne penali         
Art. 801. Provvedimenti di perdita eventuale per condanne pronunciate all’estero     
Art. 802. Provvedimenti di perdita eventuale in conseguenza di perdita della cittadinanza  
Art. 803. Provvedimenti di perdita eventuale in conseguenza di perdita del grado     
Art. 804. Facoltà della Commissione consultiva                
Art. 805. Poteri del Ministro competente
Art. 806. Decretazione, decorrenza e notificazione della perdita eventuale        
Art. 807. Perdita di diritto delle distinzioni onorifiche di guerra            
Art. 808. Perdita eventuale delle distinzioni onorifiche di guerra            
Art. 809. Determinazione, decorrenza e durata della sospensione delle decorazioni al valor militare e delle distinzioni onorifiche di guerra                   
Art. 810. Sospensione da infliggere tardivamente                  
Art. 811. Effetti della sospensione   
Art. 812. Abbreviazione della durata della sospensione              
Art. 813. Cessazione della sospensione 
Art. 814. Ripristino a seguito di riabilitazione delle decorazioni e delle distinzioni onorifiche di guerra perdute       
Art. 815. Ripristino nei casi di riacquisto della cittadinanza              
Art. 816. Ripristino nei casi di reintegrazione nel grado              
Art. 817. Ripristino in conseguenza di atti di valore                 
Art. 818. Atti di valore cospicui o reiterati                    
Art. 819. Effetti del ripristino  
Art. 820. Titoli eventuali ad altre decorazioni e distinzioni              
Art. 821. Cessazione della incapacità per riabilitazione               
Art. 822. Cessazione della incapacità in conseguenza di atti di valore          
Art. 823. Effetti della cessazione della incapacità in conseguenza di atti di valore     
Art. 824. Cessazione della incapacità nei riguardi di già insigniti di decorazioni e distinzioni
Ricompense al valore e al merito di Forza armata           
Art. 825. Caratteristiche delle ricompense al valore e al merito dell’Esercito italiano    
Art. 826. Caratteristiche delle medaglie al valore e al merito di Marina militare      
Art. 827. Caratteristiche delle medaglie al valore e al merito Aeronautico       
Art. 828. Caratteristiche delle ricompense al valore e al merito dell’Arma dei carabinieri  
Art. 829. Uso dei nastrini in luogo delle medaglie o delle croci           
Art. 830. Uso delle insegne   
Art. 831. Proposte di concessione   
Art. 832. Consegna delle ricompense
Art. 833. Brevetti delle ricompense al valore e al merito di Forza armata       
Croce al merito di guerra
Art. 834. Caratteristiche       
Art. 835. Concessioni    
Art. 836. Brevetti       
Art. 837. Concessione ripetuta    
Sezione VI – Medaglia mauriziana
Art. 838. Caratteristiche       
Art. 839. Uso           
Medaglia al merito di lungo comando               
Art. 840. Caratteristiche      
Art. 841. Presupposti         
Art. 842. Concessione e norma di rinvio
Medaglia d’onore per lunga navigazione               
Art. 843. Caratteristiche      
Art. 844. Presupposti       
Art. 845. Computo dei periodi di navigazione                   
Art. 846. Provvedimento di conferimento
Art. 847. Concessione alla memoria  
Art. 848. Perdita della ricompensa o incapacità a conseguirla             
Medaglia di lunga navigazione aerea                
Art. 849. Caratteristiche       
Art. 850. Presupposti         
Art. 851. Computo del servizio aeronavigante                   
Art. 852. Periodi computabili  
Art. 853. Militari in congedo    
Art. 854. Norma di rinvio      
Art. 855. Procedimento di concessione 
Art. 856. Rilascio dei brevetti  
Croce per anzianità di servizio                    
Art. 857. Caratteristiche       
Art. 858. Presupposti        
Sezione XI – Distintivi d’onore per eventi di guerra                 
Art. 859. Distintivo d’onore per i mutilati e feriti di guerra             
Art. 860. Distintivo d’onore per i genitori dei caduti in guerra            
Art. 861. Distintivo d’onore per gli orfani dei caduti in guerra             
Art. 861-bis. Distintivo d’onore dei Volontari della libertà             
Sezione XII – Distintivi d’onore per feriti, mutilati e deceduti per causa di servizio   
Art. 862. Distintivo d’onore per mutilati in servizio                 
Art. 863. Distintivo d’onore per deceduti in servizio               
Art. 864. Distintivo d’onore per feriti in servizio                  
Art. 865. Norme di rinvio      
Art. 866. Norme applicabili   
Sezione XIII – Norme comuni in materia di ricompense              
Art. 867. Uso delle ricompense    
Art. 868. Uso delle onorificenze pontificie e degli ordini equestri e delle decorazioni estere 
Art. 869. Ordine delle ricompense e delle distinzioni onorifiche militari         
ESERCIZIO DEI DIRITTI                    
GLI ORGANI DEL SISTEMA DI RAPPRESENTANZA           
Ordinamento    
Art. 870. Scopo e natura del sistema di rappresentanza              
Art. 871. Articolazione del sistema di rappresentanza                
Art. 872. Suddivisione del personale ai fini della rappresentanza            
Art. 873. Composizione del consiglio centrale di rappresentanza (COCER)      
Art. 874. Composizione e collocazione dei consigli intermedi di rappresentanza (COIR)
Art. 875. Composizione e collocazione dei consigli di base di rappresentanza (COBAR)  
Art. 876. Consigli di base di rappresentanza (COBAR) per frequentatori di istituti di formazione
Art. 877. Consigli di base di rappresentanza (COBAR) speciali all’estero        
Competenze    
Art. 878. Generalità      
Art. 879. Competenze del consiglio centrale di rappresentanza (COCER)       
Art. 880. Competenze comuni a tutti gli organi di rappresentanza          
Art. 881. Particolari competenze dei consigli intermedi di rappresentanza (COIR) e dei consigli di base di rappresentanza (COBAR)  
Esercizio di rappresentanza
Art. 882. Facoltà e limiti del mandato
Art. 883. Durata del mandato  
Art. 884. Rapporti tra i delegati nel corso delle riunioni              
I procedimenti elettorali
Art. 885. Gradi successivi delle votazioni e calendario delle elezioni          
Art. 886. Posti di votazione   
Art. 887. Modalità di carattere generale per la votazione e lo scrutinio       
Art. 888. Norme a carattere generale per la documentazione delle operazioni di voto, la formazione delle graduatorie e la proclamazione degli eletti               
Art. 889. Norme particolari per l’elezione dei consigli di base di rappresentanza  
Art. 890. Norme particolari per l’elezione dei consigli intermedi di rappresentanza  
Art. 891. Norme particolari per l’elezione del consiglio centrale di rappresentanza   
Art. 892. Propaganda        
L’attività degli organi di rappresentanza a livello di base        
Art. 893. Natura e iniziativa dell’attività dei consigli di base di rappresentanza      
Art. 894. Procedure per i consigli di base di rappresentanza           
Sezione VI – L’attività degli organi di rappresentanza a livello intermedio       
Art. 895. Natura e iniziativa dell’attività dei consigli intermedi di rappresentanza     
Art. 896. Procedure per i consigli intermedi di rappresentanza          
L’attività degli organi di rappresentanza a livello centrale      
Art. 897. Natura e iniziativa dell’attività del COCER               
Art. 898. Procedure per il COCER 979
Organizzazione e funzionamento della rappresentanza militare     
Art. 899. Oggetto       
Art. 900. Prorogatio      
Art. 901. Consiglio di rappresentanza
Art. 902. Assemblea     
Art. 903. Presidente      
Art. 904. Comitato di presidenza e segretario                 
Art. 905. Gruppi di lavoro      
Art. 906. Segreterie permanenti   
Art. 907. Presidente – Attribuzioni
Art. 908. Comitato di presidenza – Attribuzioni                 
Art. 909. Segretario – Attribuzioni                      
Art. 910. Convocazioni degli organi di rappresentanza              
Art. 911. Modalità e periodicità delle riunioni                   
Art. 912. Validità delle assemblee  
Art. 913. Assenze dei delegati  
Art. 914. Programmi di lavoro  
Art. 915. Modifica all’ordine del giorno della riunione              
Art. 916. Comunicazioni all’assemblea 
Art. 917. Iscrizioni a parlare     
Art. 918. Maggioranza delle deliberazioni                   
Art. 919. Modi di votazione   
Art. 920. Annullamento o ripetizione delle votazioni               
Art. 921. Presentazione delle mozioni
Art. 922. Compilazione dei processi verbali                    
Art. 923. Trasmissione delle deliberazioni                 
Art. 924. Pubblicità delle deliberazioni e delle risposte              
Art. 925. Audizioni      
Art. 926. Rapporti con le commissioni parlamentari                 
Art. 927. Rapporti a livello di base
Art. 928. Rapporti a livello intermedio e centrale                  
Sezione IX – Disposizioni particolari
Art. 929. Ordine delle riunioni    
Art. 930. Annotazioni nella documentazione del personale              
Art. 931. Informazione sull’attività svolta dagli organi di rappresentanza       
Art. 932. Termini per la comunicazione dei pareri richiesti da parte degli organi di rappresentanza
Art. 933. Composizione del consiglio centrale di rappresentanza (abrogato)     
Art. 934. Composizione dei consigli intermedi di rappresentanza (abrogato)      
Art. 935. Consigli di base di rappresentanza                   
Art. 936. Elezioni del Consiglio, data delle elezioni, prospetto riepilogativo dei voti ottenuti da ciascun candidato sulla scorta dei verbali parziali                 
Disposizioni di collegamento della rappresentanza militare con i rappresentanti dei militari delle categorie in congedo e dei pensionati
Art. 937. Requisiti per la iscrizione in apposito albo delle associazioni fra militari in congedo e dei pensionati           
Art. 938. Attività di informazione, studio e formulazione di pareri           
Art. 939. Rapporti con il COCER   
Art. 940. Riunione annuale indetta dal Ministro della difesa             
Art. 941. Associazioni fra militari delle categorie in congedo o pensionati         
BANDE MUSICALI  
RECLUTAMENTO DEL PERSONALE                
Art. 942. Reclutamento       
Art. 943. Titoli, prove e procedure d’esame                   
Art. 944. Reclutamento del Maestro direttore                 
Art. 945. Reclutamento del Maestro vice direttore                
Art. 946. Reclutamento degli orchestrali
Art. 947. Reclutamento dell’archivista 
COMMISSIONI PER I CONCORSI                  
Art. 948. Commissione per il concorso a Maestro direttore             
Art. 949. Commissione per il concorso a Maestro vice direttore            
Art. 950. Commissioni per i concorsi a orchestrale e ad archivista          
NOMINA E FORMAZIONE
Art. 951. Nomina del Maestro direttore
Art. 952. Nomina del Maestro vice direttore                     
Art. 953. Nomina degli orchestrali e dell’archivista               
Art. 954. Formazione        
DISPOSIZIONI IN MATERIA DI TRASFERIMENTO AD ALTRI RUOLI PER SOPRAVVENUTA INIDONEITÀ TECNICA                   
Art. 955. Impiego del personale non idoneo                    
Art. 956. Commissioni per l’accertamento dell’inidoneità tecnica          
GRUPPI SPORTIVI  
Art. 957. Reclutamento degli atleti
Art. 958. Reclutamento degli istruttori 
Art. 959. Bandi di concorso   
Art. 960. Titoli di merito    
Art. 961. Commissioni esaminatrici  
Art. 962. Trasferimento del personale non più idoneo                
Art. 963. Trattamento giuridico ed economico                   
LIBRO QUINTOPERSONALE CIVILE E PERSONALE AUSILIARIO DELLE FORZE ARMATE PERSONALE CIVILE
RIPARTIZIONE DELLE DOTAZIONI ORGANICHE            
Art. 964. Determinazione della dotazione organica                 
Art. 965. Ripartizione delle dotazioni organiche dei dirigenti             
Art. 966. Ripartizione delle dotazioni organiche del personale civile di livello non dirigenziale
Art. 967. Ripartizione del personale civile nelle strutture centrali e periferiche del Ministero della difesa, nei profili professionali e nelle fasce retributive           
DOCENTI CIVILI     
Art. 968. Criteri per la scelta del personale civile insegnante           
Art. 969. Scuole, istituti ed enti nei quali possono essere affidati compiti di insegnamento a docenti civili           
Art. 970. Disciplina dei compensi   
Art. 971. Riduzioni della retribuzione
Art. 972. Rimborso spese      
Art. 973. Esercitazioni pratiche    
Art. 974. Norma finale     
PERSONALE RELIGIOSO                   
Art. 975. Corrispondenza dei gradi dei cappellani militari            
PERSONALE DELLA CROCE ROSSA ITALIANA AUSILIARIO DELLE FORZE ARMATE      
PERSONALE DEL CORPO MILITARE                
Reclutamento    
Art. 976. Domande di arruolamento  
Art. 977. Commissione centrale del personale                  
Art. 978. Nomina del personale di assistenza                  
Art. 979. Obblighi degli arruolandi
Documentazione personale                    
Art. 980. Variazioni per le chiamate in servizio                
Art. 981. Comunicazioni matricolari  
Art. 982. Numeri di matricola  
Art. 983. Comunicazioni al comitato centrale                  
Speciali obblighi disciplinari                   
Art. 984. Cambio di residenza o domicilio                   
Art. 985. Uniforme      
Art. 986. Corrispondenza dei gradi gerarchici                  
PERSONALE DEL CORPO DELLE INFERMIERE VOLONTARIE    
Ordinamento  
Art. 987. Assimilazione di grado 
Art. 988. Compiti dell’ispettrice nazionale                   
Art. 989. Compiti delle vice-ispettrici nazionali                
Art. 990. Ispettrice di centro di mobilitazione                 
Art. 991. Compiti delle ispettrici di centro di mobilitazione            
Art. 992. Ispettrici di comitato 
Art. 993. Compiti delle ispettrici di comitato                  
Art. 994. Direttive dei comitati regionali, provinciali e locali            
Art. 995. Vice-ispettrice e capo-gruppo 
Art. 996. Organizzazione gerarchica  
Art. 997. Compiti della capo-gruppo  
Art. 998. Compiti della capo-sala   
Art. 999. Dipendenze delle capo-gruppo e delle capo-sala             
Immissione in ruolo 
Art. 1000. Domanda di ammissione diretta in ruolo                
Art. 1001. Istruzione delle domande per la partecipazione ai corsi di preparazione     
Formazione    
Art. 1002. Istituzione di corsi di studio 
Art. 1003. Commissione di amministrazione dei corsi                
Art. 1004. Corsi di preparazione 
Art. 1005. Corsi di specializzazione  
Art. 1006. Relazione annuale  
Disciplina       
Art. 1007. Appellativi     
Art. 1008. Saluto militare      
Art. 1009. Obblighi disciplinari    
Art. 1010. Uniforme    
Art. 1011. Distintivi di grado e di servizio                   
Obblighi di servizio 
Art. 1012. Presentazione in servizio  
Art. 1013. Servizio presso unità sanitarie
Art. 1014. Servizio fuori delle unità sanitarie                 
Art. 1015. Servizi ausiliari      
Art. 1016. Dipendenze delle infermiere volontarie               
Art. 1017. Autorizzazione a non prestare servizio                  
Documentazione personale
Art. 1018. Tenuta dei ruoli      
Art. 1019. Radiazione e cancellazione 
Art. 1020. Destinazioni di servizio e cambiamenti di residenza           
Art. 1021. Fascicolo personale    
Art. 1022. Matricola e tessera di riconoscimento                  
ASSOCIAZIONE DEI CAVALIERI ITALIANI DEL SOVRANO MILITARE ORDINE DI MALTA                           
Art. 1023. Corrispondenza dei gradi gerarchici                 
LIBRO SESTO
PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI E TRATTAMENTO
DEI DATI PERSONALI
PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI DI COMPETENZA DEL MINISTERO
DELLA DIFESA          
DISPOSIZIONI GENERALI 
Art. 1024. Definizioni     
Art. 1025. Ambito di applicazione   
Art. 1026. Unità organizzative  
Art. 1027. Il responsabile del procedimento                   
Art. 1028. Comunicazione dell’inizio del procedimento              
Art. 1029. Partecipazione al procedimento, visione degli atti, intervento        
Art. 1030. Altre forme di partecipazione al procedimento e deroghe         
DISCIPLINA DEI PROCEDIMENTI                 
Disposizioni generali in materia di termini              
Art. 1031. Termini conclusivi dei procedimenti                 
Art. 1032. Decorrenza del termine iniziale per i procedimenti d’ufficio          
Art. 1033. Decorrenza del termine iniziale per i procedimenti a iniziativa di parte     
Art. 1034. Termine finale del procedimento e fasi di competenza di altre amministrazioni  
Art. 1035. Tempi per l’acquisizione obbligatoria di pareri e di valutazioni tecniche   
Art. 1036. Tempi per l’acquisizione facoltativa di pareri e di valutazioni tecniche     
Art. 1037. Tempi occorrenti per i controlli preventivi o per l’adesione dei soggetti interessati
Procedimenti di competenza degli dell’area centrale del ministero della difesa e dei vertici delle Forze armate      
Art. 1038. Procedimenti di competenza del Gabinetto del Ministro, dello Stato maggiore della
difesa e del Segretariato generale della difesa                  
Art. 1039. Procedimenti di competenza degli Stati maggiori dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare
Art. 1040. Procedimenti di competenza del Comando generale dell’Arma dei carabinieri 
Art. 1041. Procedimenti di competenza della Direzione generale per il personale militare  
Art. 1042. Procedimenti di competenza della Direzione generale per il personale civile   
Art. 1043. Procedimenti di competenza della Direzione generale della previdenza militare e della leva              
Art. 1044. Procedimenti di competenza di altre direzioni generali e delle direzioni del Segretariato generale           
Art. 1045. Procedimenti di competenza dell’Ufficio amministrazioni speciali     
Procedimenti di competenza degli organi dell’area periferica del ministero della difesa              
Art. 1046. Procedimenti di competenza
Art. 1047. Unità organizzative competenti                   
Categorie di documenti sottratti dall’accesso              
Art. 1048. Documenti concernenti la sicurezza e la difesa nazionale e le relazioni internazionali
Art. 1049. Documenti concernenti l’ordine pubblico, la prevenzione e la repressione della criminalità              
Art. 1050. Documenti concernenti la salvaguardia della riservatezza di terzi, persone, gruppi e imprese                                 
Disposizioni finali    
Art. 1051. Integrazioni e modificazioni e verifica periodica              
Art. 1052. Forme di pubblicità   
IDENTIFICAZIONE DEI DATI SENSIBILI E GIUDIZIARI TRATTATI E DELLE RELATIVE OPERAZIONI EFFETTUATE               
DISPOSIZIONI GENERALI 
Art. 1053. Oggetto         
Art. 1054. Individuazione dei tipi di dati trattati e delle operazioni eseguibili       
TRATTAMENTO DEI DATI SENSIBILI E GIUDIZIARI          
Art. 1055. Reclutamento e formazione del personale militare e assunzione del personale civile
Art. 1056. Documentazione del personale militare e civile             
Art. 1057. Gestione del rapporto di impiego o di servizio del personale militare e del rapporto di
lavoro del personale civile     
Art. 1058. Impiego del personale   
Art. 1059. Assenze per motivi di salute e di famiglia          
Art. 1060. Sicurezza e igiene sul lavoro e attività medico legale per i dipendenti    
Art. 1061. Monitoraggio e ricerca scientifica                  
Art. 1062. Assistenza sanitaria in favore dei dipendenti e dei terzi          
Art. 1063. Attività medico legale in favore di terzi                
Art. 1064. Disciplina        
Art. 1065. Ispezioni, inchieste e responsabilità civile, amministrativa e contabile    
Art. 1066. Rimborso delle spese legali 
Art. 1067. Ricompense, onorificenze e riconoscimenti                
Art. 1068. Distacchi per assunzione di cariche politiche e sindacali         
Art. 1069. Trattamento economico continuativo fisso ed eventuale del personale in attività di servizio           
Art. 1070. Trattamento economico di quiescenza ordinario e privilegiato       
Art. 1071. Provvidenze, assistenza e attività ricreative                
Art. 1072. Demanio      
Art. 1073. Atti di sindacato ispettivo, di indirizzo e di controllo           
Art. 1074. Gestione del contenzioso giudiziale e stragiudiziale           
Art. 1075. Norme comuni in materia di raccolta, archiviazione e custodia dei dati     
LIBRO SETTIMOTRATTAMENTO PREVIDENZIALE E PER LE INVALIDITÀ DI SERVIZIO PROVVIDENZE AI SOGGETTI ESPOSTI A PARTICOLARI FATTORI DI RISCHIO            
VITTIME DI INCIDENTI OCCORSI DURANTE ATTIVITÀ OPERATIVE E ADDESTRATIVE DELLE FORZE ARMATE
Art. 1076. Modalità e termini di presentazione della domanda             
Art. 1077. Procedimento per il riconoscimento dei benefici alle vittime di incidenti   
SOGGETTI CHE HANNO CONTRATTO INFERMITÀ O PATOLOGIE TUMORALI PER PARTICOLARI CONDIZIONI AMBIENTALI OD OPERATIVE        
Art. 1078. Definizioni     
Art. 1079. Principi generali e ambito di applicazione              
Art. 1080. Avvio dei procedimenti
Art. 1081. Accertamenti sanitari 
Art. 1082. Criteri per la determinazione dell’invalidità permanente          
Art. 1083. Riconoscimento della dipendenza da causa di servizio          
Art. 1084. Corresponsione dell’elargizione                   
LIBRO OTTAVOSERVIZIO MILITARE E SERVIZIO DEGLI OBIETTORI DI COSCIENZA
 IN TEMPO DI GUERRA O DI GRAVE CRISI INTERNAZIONALE AMBITO       
Art. 1085. Ambito         
COMPILAZIONE DELLE SCHEDE PERSONALI          
Art. 1086. Schede personali  
Art. 1087. Stampa e distribuzione delle schede personali              
Art. 1088. Soggetti per i quali vanno compilate le schede personali         
Art. 1089. Elementi istruttori     
Art. 1090. Schede personali in caso di rinvio ad altra lista di leva          
Art. 1091. Giovani con più nomi 
Art. 1092. Ulteriori annotazioni 
Art. 1093. Prova del cambiamento di domicilio                 
Art. 1094. Scambi di informazioni tra comuni per evitare doppie iscrizioni      
Art. 1095. Morte di giovani per i quali è stata compilata la scheda           
Art. 1096. Schede personali da compilarsi dopo le liste di leva           
FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO DELLE LISTE DI LEVA   
Art. 1097. Soggetti da iscrivere nelle liste di leva                
Art. 1098. Schede dei soggetti non iscritti o cancellati dalle liste di leva         
Art. 1099. Iscrizione nelle liste di leva in caso di questioni sulla cittadinanza       
Art. 1100. Iscrizione nelle liste di leva in caso di condanna penale           
Art. 1101. Cancellazione dalle liste di leva                  
Art. 1102. Annotazioni nella scheda personale ai fini delle liste di leva di mare      
Art. 1103. Criteri di inserimento degli omessi nelle liste di leva            
Art. 1104. Effetti dell’iscrizione nella lista di leva di un comune diverso da quello di domicilio legale              
Art. 1105. Formalità della lista definitiva di leva                
Art. 1106. Trasferimento nella lista di leva di un altro comune           
Art. 1107. Doppie iscrizioni     
Art. 1108. Formalità degli aggiornamenti delle liste di leva              
ADEMPIMENTI INERENTI LE LISTE DI LEVA DA PARTE DELLE AUTORITÀ DIPLOMATICHE E CONSOLARI                
Art. 1109. Adempimenti inerenti le liste di leva da parte delle autorità diplomatiche e consolari
REDAZIONE E TRASMISSIONE DELL’ELENCO DEGLI OBIETTORI DI COSCIENZA        
Art. 1110. Modalità e termini di redazione e trasmissione dell’elenco degli obiettori di coscienza
in tempo di guerra o di grave crisi internazionale                  
LIBRO NONODISPOSIZIONI DI COORDINAMENTO, TRANSITORIE E FINALIDISPOSIZIONI DI COORDINAMENTO             
Art. 1111. Modifiche al decreto del Presidente della Repubblica 16 luglio 1997, n. 289   
Art. 1112. Modifiche al decreto ministeriale 25 settembre 2002             
Art. 1113. Visite mediche per l’idoneità al volo                 
Art. 1114. Modifiche al decreto del Presidente della Repubblica 29 ottobre 2001, n. 461 
Art. 1115. Facoltà del personale delle Forze di polizia                
Art. 1116. Assistenza morale, benessere e protezione sociale per il personale del Corpo della Guardia di finanza           
DISPOSIZIONI TRANSITORIE                  
Art. 1117. Trattamento economico dei dirigenti e del personale civile addetto agli uffici di diretta collaborazione       
Art. 1118. Termine di durata dei Comitati consultivi e di coordinamento       
Art. 1119. Termine di durata del Comitato consultivo per l’inserimento del personale militare volontario femminile nelle Forze armate e nel Corpo della Guardia di finanza     
Art. 1120. Elenco dei porti militari
Art. 1121. Attività contrattuale dell’Amministrazione della difesa         
Art. 1122. Reclutamento degli atleti e degli istruttori               
Art. 1123. Entrata in vigore del capo I del titolo III del libro IV del regolamento    
Art. 1124. Ambito di applicazione delle norme sul servizio matricolare         
Art. 1125. Medaglie di benemerenza marinara                  
Art. 1125-bis. Disposizioni transitorie per la graduale riduzione dell’entità complessiva delle dotazioni organiche dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare 
Art. 1126. Norma finanziaria     
Art. 1126-bis. Modifiche, abrogazioni e clausola di corrispondenza         

Informazioni aggiuntive

Dimensioni 15 x 21 cm
Codice interno

D-9

Data pubblicazione

marzo 2021

Edizione

Ottava

ISBN

978-88-8087-792-9

Pagine

1056